Tag: RC Manfredonia

Dantedì e consegna di Attestati ad operatori Covid19

Come abbinare un evento di Riconoscenza verso gli Operatori sanitari e non che si sono prodigati, a vario titolo e per le diverse competenze durante il periodo più difficile del lockdown causato dalla Covid19, alla riconoscenza verso il Padre della nostra amata lingua: Dante Alighieri?
Vittorio Tricarico, professore, studioso ed attore di Manfredonia, insieme ad altre meritevoli Associazioni del territorio e di studenti delle scuole superiori, hanno ideato e messo in scena uno spettacolo coniugando declamazioni di terzine famoso del Divin Poeta e consegnando attestati alle Forze del’Ordine, ai Sanitari, ad Associazioni, a singoli cittadini, con l’unico scopo di dire loro: GRAZIE!

IX Trofeo Rotary-IYFR

,

IX Trofeo Rotary-IYFR

ovvero il Rotary Club Manfredonia e la Fotta Italia Sud Est della International Yachting Fellowship of Rotarians. IYFR

La nona edizione del nostro trofeo annuale si terrà il prossimo 12 dicembre, nelle acque fra Manfredonia e Mattinata, sulla costa Sud del Gargano.

Si svolge nell’ambito della collaborazione istituzionale fra il Rotary Club Manfredonia, la IYFR, e Sezione di Manfredonia della Lega Navale Italiana.

Infatti la regata ROTARY_IYFR è allo stesso tempo la 8ª Prova del campionato invernale di vela “Città di Manfredonia”, la importante manifestazione velica della LNI,  alla sua XVI edizione.

Quest’anno si tratta di una regata costiera, con partenza da Manfredonia, una boa da girare  a Mattinata, e arrivo di nuovo a Manfredonia, per circa 18 miglia nautiche totali.

Il trofeo è ovviamente una manifestazione sportiva, ma il Rotary Club di Manfredonia e la IYFR hanno sempre inteso attribuirle anche una valenza di servizio umanitario.

Ricordiamo che la prima edizione dedicata, anche con un contributo economico, ai terremotati dell’Emilia.

Altre edizioni sono state dedicate al terremoto in Nepal, alla eradicazione della Poliomielite, alla Rotary Foundation. Questa volta, come si rileva anche dalla locandina,  la regata è dedicata al devastante problema dell’inquinamento da plastica del pianeta, ed in particolare delle sue acque: laghi, fiumi, mari ed oceani.

Fra coloro che operano per mitigarlo e, nel tempo, cercare di risolverlo vi è anche la IYFR, con la  Operazione Internazionale Plastic Free Waters.

Il nostro socio Sandro D’Onofrio, segretario generale del Progetto internazionale, si è prodigato per la perfetta riuscita della regata.

La presenza del Governatore Giannelli, del Commodoro della Flotta sud-est, Giuseppe Vergine, del Presidente di Commissione per le Fellowship, Nicola Nuzzolese e dell’Immediate Past Commodoro Enzo Rinaldi hanno premiato i vincitori della manifestazione e hanno suggellato la bella giornata rotariana promuovendo le azioni della IYFR.

www.rotary-iyfr-plasticfreewaters.org

La musica come terapia per il cervello

Interessante Convegno tenutosi a Manfredonia per sottolineare ancora una volta le molteplici capacità terapeutiche della musica.

L’intento è stato quello di evidenziare un metodo riabilitativo, “Tomatis”, utile in diverse situazioni di criticità della prima infanzia ma non solo. Esperti Neuropsichiatri e Maestri di musica hanno ben tracciato il percorso sperando nell’inserimento del metodo nei normali canali di rimborsabilità. 

E il naufragar mi è “ancora” dolce in questo mare?

Con un suggestivo richiamo a uno dei più celebrati versi di Leopardi, Yacthing Club Marina del Gargano e Rotary Club Manfredonia hanno organizzato un interessante convegno dal titolo “E naufragar m’è ancora dolce il questo mare?” svoltosi nella sede del circolo nautico.
Si è parlato di mare, dunque, e come non farlo in una cittadina affacciata su un Golfo che deve una buona fetta della sua economia alle attività ad esso strettamente connesse quali la pesca, i traffici marittimi, la nautica, la cantieristica navale e la diportistica?
Un tema sul quale non si finisce mai di confrontarsi.
Un tema che se pure riproposto centinaia di volte, ha sempre da offrire spunti di riflessione e discussione, non solo ad uso e consumo personale o per chiacchere da salotto, ma per lanciare segnali chiari, suggerimenti e istanze agli organismi deputati a decidere e legiferare: perché il mare è quella grande risorsa economica ed ambientale da vivere, valorizzare e sfruttare nel solco della sostenibilità, della eco-compatibilità e della consapevolezza che salvaguardando il mare si salvaguarda la stessa vita dell’uomo.
I lavori del convegno, coordinati dal dr. Roberto Murgo, hanno preso il via dopo il saluto istituzionale dei due presidenti dei club che hanno promosso l’evento, rispettivamente Gino Tridello e Saverio de Girolamo, e che hanno ringraziato il nutrito uditorio e gli ospiti presenti tra cui esponenti di associazioni ambientaliste del territorio, il comandante del Compartimento Marittimo di Manfredonia, C.F. Giuseppe Turiano, l’Arcivescovo Padre Franco Moscone.
L’ing. Andrea Trotta, componente del Comitato tecnico provinciale rifiuti, ha parlato degli effetti “positivi” del lookdown.
In questa parentesi temporale, oltretutto nemmeno lunga, anche l’ambiente marino ci ha regalato immagini che forse non rivedremo più come quella della Laguna di Venezia, solo per citare un esempio, di cui si è riusciti addirittura a intravedere il fondale.
Queste ed altre ragioni impongono al mondo, ai Governi, di cambiare impostazione e linguaggio e di parlare di “progresso, non sviluppo”. 
Le conclusioni sono state affidate all’Arcivescovo di Manfredonia, Vieste, S. Giovanni Rotondo, Padre Franco Moscone.
“Essere responsabile significa rispondere alla realtà, acquisire consapevolezza e dare risposte sostenibili”: compiti spettanti al politico e a chi amministra, più che alla Chiesa.
Eppure è quest’ultima a mostrare di avere maggiormente a cuore i bisogni della popolazione e a raccoglierne le istanze.
Prova ne è anche l’ultima iniziativa dell’Arcivescovo che ha inviato una lettera al ministro della transizione ecologica Cingolani nella quale, dopo l’excursus sulle criticità ambientali, sanitarie ed economiche che hanno colpito il territorio, lo invita, come cittadino e come guida spirituale della Chiesa che è in Gargano, a porre in atto quanto la Carta Costituzionale riporta agli articoli 9 e 41: “La Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.
Tutela l’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali” (Art. 9).
L’iniziativa economica privata è libera.
Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla salute, all’ambiente, alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.
La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali e ambientali” (Art. 41).
“Se questa esperienza deve essere magistra vitae – ha concluso – possiamo inventarci un lockdown a servizio dell’ambiente che sia al tempo stesso strumento per lo sviluppo”.

Riapertura Museo Archeologico Nazionale

Dopo un attento restauro abbiamo assistito alla riapertura del Museo archeologico nazionale di Manfredonia. La Direttrice del Castello e del Museo Archeologico, dott.ssa Treglia, ci ha accompagnati alla riscoperta della nuova e funzionale sistemazione del Museo.

Un museo che merita almeno una visita per scoprire elementi archeologici quali le “STELE DAUNIE” che raccontano i nostra avi.

Momento importante per la rinascita culturale, economica e sociale del territorio sipontino.

Rotary: Interclub #World Polio Day

Rotary: Interclub #World Polio Day tra Manfredonia – Gargano – San Giovanni R. – San Severo

Alla Laguna del Re di Manfredonia

In occasione della World Polio Day, il Club di Manfredonia nella persona del Presidente Saverio de Girolamo, ha pensato di organizzare un Interclub tra i Club rotariani della Zona 3.

Insieme all’Assistente del Governatore Attilio Celeste, alla immediata adesione di Vincenzo Manuppelli Presidente del Club di San Severo e di Gianluca Rubino Presidente del Club di San Giovanni Rotondo, si è voluto celebrare con spirito di fattiva collaborazione e convivialità l’End Polio Now.

 Il “Conto alla rovescia per fare la Storia“, fare quell’ultimo passo “piccolo così” ed eliminare le ultime, piccole, sacche di bambini non ancora vaccinati contro la polio.

 L’evento che ha riunito i Club in presenza è stato denso e significativo ma, soprattutto, partecipato.

All’insegna della riscoperta del territorio e della valorizzazione dei suoi beni naturali e naturalistici, e finalizzato ad una raccolta fondi che ha lasciato soddisfatti i Presidenti.

Il programma della giornata ha visto l’incontro dei numerosi partecipanti alle ore 10.00 presso la ”Laguna del Re”, l’area umida recentemente attrezzata collocata fra Siponto, l’ampia area umida di Lago Salso e la foce del Candelaro.

Un piccolo parco naturalistico dotato di percorsi con altane e casupole per l’avvistamento della numerosa avifauna.

E’ da millenni una delle zone umide più grandi d’Europa, scrigno dei tesori ornitologici che sulle rotte migratorie qui transitano e stanziano.

La numerosa pattuglia rotariana ha disturbato per un po’ la fauna del posto in un’atmosfera di amicizia rilassata.

Una ritrovata vena naturalistica indotta dal luogo ha fatto da preludio al pranzo a  presso il ristorante con menù rigorosamente a base di pesce sipontino.

La raccolta fondi a favore della Polioplus, ha visto partecipi anche gli amici dei rotariani invitati, è stata infine integrata con una simpatica lotteria a fine pranzo che ha lasciato il segno soprattutto fra i premiati.

Dopo pranzo la pattuglia si è recata a visitare l’area archeologica del parco di Siponto con le sue fantastiche basiliche.

Un world polio day, quello celebrato dai club di Gargano, Manfredonia, San Severo e San Giovanni Rotondo, che ha fatto bene tanto alla raccolta fondi contro la Polio quanto allo spirito rotariano che ritorna ad esprimersi pubblicamente dopo il periodo della quarantena.

L’amicizia e la convivialità fra i club erano cose di cui si sentiva davvero bisogno.

I consoci hanno dimostrato di essere pronti a riprendere gli scambi dal vivo come e più di prima.

L’interclub si è rivelato ancora una volta un’occasione privilegiata di partecipazione utile per raccogliere risorse e per collaborare e conoscersi.

Alla prossima.

Riflessioni sul futuro della nostra democrazia

Riflessioni sul futuro della nostra democrazia
Nell’ultimo libro di Antonio Nasuti edito da Andrea Pacilli Editore
La democrazia diretta ci affascina perché promette di realizzare l’ideale dell’autogoverno; se per lungo tempo la dimensione della società di massa ne ha impedito la realizzazione, la rivoluzione informatica sembra oggi aver cambiato tutto.
Questi due termini: la rappresentanza come prevista e garantita dalla Costituzione el’autogoverno di esseri liberi e uguali,
sono due modi di intendere la democrazia ma si collocano agli antipodi:
l’uno fondato sulla rappresentanza, l’altro è un modello che ripropone una riedizione della democrazia diretta.
Da questo incipit parte l’ultimo libro di Antonio Nasuti, già segretario generale e direttore generale del Comune di Bari, dal titolo:
La democrazia rappresentativa e le diverse vie di partecipazione”,
edito da Andrea Pacilli Editore, che è stato presentato il giorno 3 settembre presso l’anfiteatro del porto turistico “Marina del Gargano” a Manfredonia alle ore 19,30.
Il tema interessa la trasformazione della democrazia e della sua “qualità”.
Se la democrazia cambia di segno con l’avanzare della politica webdiretta, la quale fa rinascere trasformandolo il mito dell’autogoverno diretto, contrapposto alla rappresentanza parlamentare e al suffragio elettorale quali forme indirette di partecipazione,
il mito dell’autogoverno diretto offre il rischio di generare forme politiche identitarie, demagogiche e populiste.
Intorno a tali riflessioni discuteranno dunque l’autore insieme all’avvocato Stefano Pio Foglia, Presidente dell’Unione delle Curie pugliesi.
Filosofo Michele Illiceto, docente presso la facoltà teologica pugliese di Bari, nell’evento organizzato dal Rotary Club di Manfredonia e dall’Unione degli Avvocati di Manfredonia con il patrocinio del Comune di Manfredonia e dell’Ordine degli Avvocati di Foggia.

La serata è aperta al pubblico – previa presentazione del Green Pass – e la partecipazione vale come credito formativo per gli avvocati.

La domanda che Nasuti si pone è dunque se la rappresentanza, così come articolata nel nostro sistema costituzionale, è capace o meno di rispondere all’urto dei (nuovi) tempi o andrebbe comunque rivista e/o rinforzata.
Una questione filosofica e giuridica, che riguarda la vita di ogni cittadino ben più di quanto non sembri.

Andrea Pacilli

info@rotaryclubmanfredonia.it