Categoria: RC ALTAMURA GRAVINA

DONAZIONE DI DEFIBRILLATORI

DONAZIONE DEFIBRILLATORI AI COMUNI DI ALTAMURA E GRAVINA IN PUGLIA

Nell’ambito delle iniziative finalizzate alla effettuazione di service a favore di terzi, il Rotary Club Altamura Gravina, nella serata di venerdì 19 aprile 2024 ha convocato i propri soci per la successiva donazione di defibrillatori a favore dei Comuni di Altamura e di Gravina.
In apertura dell’incontro che si è tenuto presso l’Hotel Fuori Le Mura di Altamura, sede del Club, e che ha visto la partecipazione di una folta rappresentanza di soci ed ospiti, la segretaria Antonella Lorusso ha salutato i partecipanti, il sindaco di Altamura Antonio Petronella, socio del club, segnalando che in sostituzione del sindaco di Gravina, Fedele Lagreca, impegnato per la Fiera di San Giorgio a Gravina organizzata nella stessa giornata, vi è stata la presenza dell’Assessore alla Cultura Maria Enza Schinco. A seguire ha lasciato la parola al Presidente del Club Luca Mastrovito che nel ringraziare i partecipanti ha anche ricordato la presenza del Dr. Giovanni De Vincenzo, commissario capo della Polizia di Stato e dirigente del commissariato PS di Gravina in Puglia oltre del Sostituto commissario della Polizia di Stato Sardone Nicola e dell’Ispettore della Polizia di Stato Perrone Giovanni.
Successivamente il Presidente Luca Mastrovito ha ceduto la parola al Sindaco di Altamura Antonio Petronella il quale, ringraziando il Presidente e tutti i soci, ha riferito che avrebbe disposto per l’inserimento dei due defibrillatori oggetto della donazione all’interno della sede del Comune ed al suo esterno, facendo riferimento anche alla importanza della utilizzazione dei defibrillatori per i soggetti bisognosi che ne usufruiranno al fine di salvaguardia della salute.
Nel prendere la parola l’Assessora di Gravina Maria Enza Schinco ha ringraziato a sua volta, anche a nome del sindaco, il Rotary Club Altamura Gravina per questa iniziativa ed ha fatto riferimento alle recenti iniziative dei due Comuni per ottenere la nomina a Capitali italiane della Cultura per l’anno 2027.
L’incontro sostanzialmente ricalca il precedente service effettuato il 18 aprile 2021 con la donazione a favore dell’Ospedale della Murgia Fabio Perinei di Altamura di un’auto medica su iniziativa della Presidente di allora Emilia Casiello, rientrando, come allora riportato nella relativa motivazione, nell’ambito dei principi rotariani lo spirito solidaristico, anche nei confronti del territorio.

Domenico Montemurno

CONVEGNO LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA E DEL PNRR

Nella splendida cornice del Teatro Mercadante di Altamura, il 10 c.m. , si è svolto l’incontro culturale avente a oggetto la riforma della giustizia. Organizzato dal Rotary club Altamura-Gravina guidato dal presidente Luca Mastrovito, che ha dato il benvenuto agli ospiti, la manifestazione ha goduto di un parterre d’eccezione, atteso che vi hanno partecipato qualificati rappresentanti degli enti istituzionali direttamente interessati al tema trattato. Ha guidato il dibattito la mano maestra di Enzo Magistà, direttore di Telenorba, che ha dato la parola al dott. Alfonso Pappalardo, Presidente del Tribunale di Bari. Questi si è mostrato pragmaticamente pessimista sull’attuazione dell’obbligo comunitario di abbattere del 90% il pregresso contenzioso pendente presso le corti di giustizia. E’ del parere che alcuni parametri andrebbero rinegoziati alla luce della realtà in atto, anche per non assumere obblighi per obiettivi impossibili da raggiungere. L’avvocato dello Stato Antonio Tarentini ha fatto riferimento al pericolo di scostarsi dagli standard promessi: per l’abbattimento del contenzioso entro marzo 2026, oggi siamo ancora a meno del 30%. Egli ha fatto riferimento alle proposte migliorative alla riforma Cartabia, note già da lui formulate nel convegno sullo stesso tema tenutosi a Lecce ove erano presenti i rappresentanti di Governo. Si è parlato di togliere il secondo grado di merito per i processi meno importanti e di ampliare il ricorso alla magistratura onoraria. Sul settore penale si è soffermato il prof. avv. Vito Mormando che, pur riconoscendo una migliore situazione del settore penale sulla riduzione del carico pregresso, pur tuttavia ha denunciato l’esistenza di istituti ormai obsoleti sul fronte del diritto penale commerciale, a fronte di un diritto civile e commerciale che si è invece conformato all’attuale realtà socio-economica. In rappresentanza della presidente della Camera di Commercio di Bari dott.ssa Lucia Di Bisceglie è intervenuta la consigliera Tonia Massaro di Altamura che ha denunciato la preoccupazione delle imprese per la lunghezza dei processi che mortifica le imprese commerciali che si basano sulla efficienza degli investimenti, che richiedono certezza dei contesti e velocità nelle modalità di attuazione. La dott.ssa Rosa Calderazzi, in rappresentanza del comitato E.S.G. della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, ha evidenziato che anche il settore bancario soffre delle inefficienze del settore Giustizia, in quanto i vari comparti economici sono interconnessi e l’inefficienza delle imprese si ripercuote inevitabilmente anche sul settore creditizio. A chiusura del dibattito, Enzo Magistà ha dato la parola al Viceministro avv. Francesco Paolo Sisto che collegato da remoto, ha affermato d’essere più ottimista di chi l’ha preceduto negli interventi, in quanto i vari settori della giurisdizione stanno rispondendo bene alle sollecitazioni del Governo e, inoltre, il largo tempo concesso (marzo 2026) aprirà la possibilità di recupero. In ogni caso l’Italia non può perdere l’opportunità offerta dal PNRR e quindi, ove necessario, potrà esserci una rinegoziazione dei parametri, ma, in ogni caso, ogni ente o istituzione è chiamata a fare la parte di propria competenza.
A chiusura del dibattito è intervenuto l’Assistente del Governatore Dante Renna e il presidente Luca Mastrovito ha ringraziato gli ospiti donando loro il guidoncino del club e altri doni inerenti al territorio di Altamura e Gravina.
Domenico Denora

ALL YOU NEED IS BEATLES

In conformità alle sue attitudini professionali quale maestro di musica, il nuovo presidente del Rotary Club Altamura Gravina, Vincenzo Cipriani ha iniziato il suo percorso rotariano con un incontro piuttosto significativo.
Nella serata di venerdì 16 settembre presso la Terrazza Monumentale della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi di Gravina in Puglia, con la partecipazione di un pubblico attento e numeroso, ha indetto una serata in ricordo di un gruppo musicale inglese che negli anni sessanta è stato all’avanguardia in tutto il mondo. Il titolo dell’incontro : ALL YOU NEED IS BEATLES ( tutti abbiamo bisogno dei Beatles) ha fatto ricordare a tutti gli intervenuti quegli anni in cui i quattro musicisti spopolavano nel panorama musicale di tutto l’Occidente.
In apertura Vincenzo Cipriani ha ringraziato il Presidente della Fondazione, Domenico Cornacchia, per la disponibilità concessa al club offrendo l’uso della terrazza del museo particolarmente ospitale. Successivamente ha presentato il relatore ufficiale dell’incontro, il prof. Alessandro Alfieri, docente presso l’Accademia delle Belle Arti di Roma.
Nel suo intervento il prof. Altieri ha citato i Beatles come fenomeno della cultura di massa con un successo a livello globale senza paragoni, riuscendo a conquistare in modo particolare anche gli Stati Uniti d’America con la contagiosa bellezza della loro musica, la loro irriverente ironia e la loro eleganza britannica.
Citando brani famosi, con l’ausilio di alcuni video, il prof. Altieri ha fatto riferimento a Yesterday come una melodia da sempre presente nell’animo di ciascuno di noi e successivamente ad Eleanor Rigby come inizio di un periodo sperimentale di racconto cinematografico.
Oltre alle riproduzioni di video, tutti i presenti hanno potuto apprezzare la musica dal vivo, sia pure con l’utilizzo della sola chitarra, da parte di un bravissimo chitarrista fingerstyle, Antonello Fiamma che, oltre a riprodurre brani famosissimi dei Beatles, ha presentato anche una sua composizione.
In chiusura il prof. Altieri ha ricordato l’incontro di John Lennon con Yoko Ono e la sua tragica fine a seguito di un increscioso omicidio, mentre ha fatto presente che Paul McCartney che durante l’attività dei Beatles era considerato il secondo leader del gruppo dopo John Lennon, nel corso di quest’anno ha compiuto 80 anni di vita.
La serata si è conclusa con i saluti dell’Assistente del Governatore Giuseppina DiNubila che si è complimentata con il Presidente per la interessante serata.
Domenico Montemurno

R.C. ALTAMURA GRAVINA. PASSAGGIO DEL MARTELLETTO DA VINCENZO CIPRIANI A LUCA MASTROVITO

PASSAGGIO DEL MARTELLETTO DA VINCENZO CIPRIANI A LUCA MASTROVITO

Nel rispetto della prassi rotariana, prima dell’inizio del mese di luglio, come in tutti gli altri club del Distretto 2120, per il Rotary Club Altamura Gravina vi è stato il cosiddetto passaggio del martelletto ovvero la cessazione della conduzione del club da parte del direttivo cessante presieduto da Vincenzo Cipriani e l’inizio delle attività del direttivo subentrante, presieduto da Luca Mastrovito.
L’evento si è tenuto nella serata di venerdì 30 giugno 2023 presso la sede del club all’Hotel Fuori le Mura di Altamura, dando anche luogo all’ingresso di nuovi soci.
In apertura la segretaria uscente, dottoressa Maddalena Maggi, dopo aver ringraziato tutti gli intervenuti, compresi gli ospiti del Club, ha proceduto a presentare i nuovi soci segnalando anche i soci presentatori.
Vi è stato, così, l’ingresso della avvocato penalista di Gravina in Puglia, Maria Gurrado presentata da Vincenzo Cipriani, di Paolo Braia, Direttore Logistica della Brecav Srl di Matera, presentato da Vito Cicirelli, di Giuseppe Caputo, dottore commercialista di Gravina in Puglia, presentato da Michele Aliano, di Ferdinando Conte – CEO di Conte Group Srl, di Altamura presentato da Luca Mastrovito, e di Michele Losurdo, Dirigente Veterinario della ASL di Matera presentato da Pietro Dileo.
Successivamente ha preso la parola il Presidente uscente Vincenzo Cipriani che in primo luogo ha salutato oltre ai soci e loro coniugi intervenuti gli ospiti : l’Assistente del Governatore dell’anno rotariano 2022-2023 Giuseppina Di Nubila, l’Assistente del Governatore dell’anno rotariano 2023-2024 Dante Renna, il Presidente del Club Bari Alto dell’anno 2022-2023 Francesco Palazzo con la coniuge Tiziana, il Presidente del Club Acquaviva Gioia del Colle Elia Masi e signora, il Presidente del Club Putignano dell’anno 2022-2023 Francesco Mercieri con la coniuge Maria Rosaria, il Presidente del Club Rutigliano per l’anno 2022-2023 Giuseppe Palmino, la Presidente del Club Bari Alto per l’anno 2023-2024 Loredana Liso con il coniuge Marcello Palumbo, il Presidente del Club Rutigliano per l’anno 2023-2024 Giuseppe Marchetti e la Prefetto del Club Rutigliano Isabella Rubini.

Dopo i saluti Vincenzo Cipriani, con l’ausilio di alcune foto pubblicate sullo schermo, ha rievocato gli eventi salienti del suo anno di presidenza. Ha così ricordato la serata di venerdì 16 settembre presso la Terrazza Monumentale della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi di Gravina in Puglia, dove si è celebrato il ricordo di un gruppo musicale inglese che negli anni sessanta è stato all’avanguardia in tutto il mondo. Il titolo dell’incontro : ALL YOU NEED IS BEATLES ( tutti abbiamo bisogno dei Beatles) ha fatto ricordare a tutti gli intervenuti quegli anni in cui i quattro musicisti spopolavano nel panorama musicale di tutto l’Occidente.
Per il mese di ottobre è stata ricordata con una gita fuori porta denominata nel programma del mese “ Il viaggio emozionale”: una visita guidata alle grotte storiche di affinamento in tufo vulcanico del 1600 presso una delle tante cantine site in Rionero in Vulture ed utilizzate per la produzione e custodia dei vini lucani.
La visita ai posti rinomati della vicina Basilicata è proseguita con lo splendido panorama offerto dai laghi di Monticchio, particolarmente famosi anche per la loro vicinanza a sorgenti produttrici di note acque minerali.
Ricordando gli incontri in luogo chiuso Vincenzo Cipriani ha fatto riferimento all’ incontro dal titolo “ Donne tra arte ed emancipazione” che si è tenuto venerdì 18 novembre presso l’Aula Magna del Liceo Classico Cagnazzi di Altamura alla presenza di un nutrito pubblico, composto anche da molti studenti, per la gran parte di sesso femminile ed ha avuto come relatori il prof. Guido Barbieri, critico musicale, musicologo e conduttore di programmi su Radio Rai 3, l’avvocatessa Shady Alizadeh, attivista per i diritti civili e rappresentante della associazione iraniani in Italia e l’avvocatessa Annalisa Nanna, esperta in reati culturalmente orientati.
Sempre nell’ambito degli incontri in luogo chiuso è stato ricordato anche un incontro di natura medico scientifica nella serata di lunedì 16 gennaio 2023 che si è tenuto presso la Biblioteca Finya di Gravina in Puglia intitolato “ La chirurgia plastica dagli innesti alla supermicrochirurgia” che ha visto come relatori il Prof. Michele Maruccia , Professore Associato presso l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari e la dottoressa Margherita Carretta, medico estetico e figlia del socio Nicola Carretta, con la partecipazione, in qualità di moderatore, del socio Loreto Gesualdo, Professore Ordinario di Nefrologia presso l’Università degli Studi di Bari oltre che Presidente della Scuola di medicina presso la stessa Università nonché Presidente della Fondazione Italiana del rene.
Di seguito Vincenzo Cipriani ha ricordato un evento per lui particolarmente importante tenutosi nella serata di mercoledì 8 febbraio intitolato “ CENA ROSSINIANA CON NARRAZIONE E MUSICA” in ricordo della compianta Franca Portoghese, coniuge del socio Clemente Stigliano e già Delegata dell’Accademia Nazionale della cucina in Altamura, durante il quale si è avuto modo di avere una piacevole conciliazione della musica rossiniani con la esecuzione di specifici brani lirici e con specifiche degustazioni di una serie di piatti tipici della cucina rossiniana.
Tornando alla rievocazione delle gite, Vincenzo Cipriani ha fatto riferimento alla particolare gita romana tenutasi il 4 e 5 marzo con la partecipazione al Teatro Sistina della spettacolo musicale “ Il Rugantino”, ed una successiva visita di Castel Sant’Angelo.
Concludendo il suo intervento e dopo aver passato la parola all’Assistente del Governatore Giuseppina Di Nubila, per i suoi saluti, ha poi provveduto a consegnare il collare al nuovo Presidente Luca Mastrovito che dopo aver ringraziato tutti i soci per l’incarico conferitogli ha presentato la sua squadra: Vito Cicirelli Vice Presidente e Presidente eletto, Vincenzo Cipriani Past President, Marialina Loschiavo Presidente nominato, Antonella Lorusso, segretario, Francesco Flore, Tesoriere, Giovanni Simone, Prefetto, Nicola Carretta, Istruttore del Club, Clemente Stigliano, Nunzio Loizzo, Giuseppe Moramarco Consiglieri.

Domenico Montemurno

LA MURGIA A PICCOLI SORSI AL ROTARY CLUB ALTAMURA GRAVINA

In analogia con l’incontro di mercoledì 8 febbraio intitolato “ CENA ROSSINIANA CON NARRAZIONE E MUSICA” su iniziativa del Presidente Prof. Vincenzo Cipriani ed in ricordo di Franca Portoghese, durante il quale si è avuto modo di avere una piacevole conciliazione della musica con specifiche degustazioni, nella serata del 15 giugno, nell’ultimo incontro del Rotary Club Altamura Gravina per l’anno rotariano 2022-2023 intitolato “LA MURGIA A PICCOLI SORSI”, si è potuto condividere momenti di musica con l’ illustrazione di particolarità alimentari legate al nostro territorio.
In realtà nel primo evento che si è tenuto presso la sala ricevimenti “ I luoghi di Pitti” di Altamura vi è stato il socio Rino Nardulli che ha riportato una serie di dati legati alla vita di Gioachino Rossini mentre alcuni cantanti lirici: la mezzosoprano Loriana Castellano, il tenore Leonardo Gramegna ed il baritono Vincenzo Parziale accompagnati dalla pianista Lucrezia Merolla, hanno eseguito una serie di brani facenti parte della collana musicale di Rossini. Nel contempo, nel ricordo della compianta Franca Portoghese, coniuge del socio Clemente Stigliano e già Delegata dell’Accademia Nazionale della cucina in Altamura, la cena è stata caratterizzata da una serie di piatti tipici della cucina rossiniana. Inoltre seguendo gli intendimenti del Rotary si è dato luogo alla partecipazione ad un evento di beneficenza a favore del progetto “ Centro di documentazione sulla famiglia” già oggetto di specifica partecipazione da parte dei familiari di Franca Portoghese.
Il secondo e più recente evento si è, invece, tenuto a Gravina in Puglia presso la Fondazione Pomarici Santomasi ed ha visto la presenza dell’Avvocato Nicola Cornacchia, presidente della Fondazione Pomarici Santomasi, del sindaco di Gravina Fedele Lagreca e del neo sindaco di Altamura e socio del Club Vitantonio Petronella, oltre che dell’assistente del Governatore, Giuseppina Di Nubila.
Dopo i saluti espressi dalla segretaria del Club Maddalena Maggi e dal Presidente Vincenzo Cipriani, vi è stato l’intervento del Prof. Pietro Venezia Oncologo del Policlinico di Bari ed attualmente assegnato all’ospedale a Ziniarè – Gibuti in Africa il quale ha riportato alcune esperienze della sua missione africana ed è intervenuto anche in relazione ad un service predisposto dal club, intitolato
“ ADOTTA UN BAOBAB”
Nel portare i propri saluti i sindaci dei due Comuni sede del Club hanno fatto riferimento alla possibilità che nel 2017 le due città possano essere considerate capitali culturali italiane facendo prevalere la loro comune permanenza murgiana piuttosto che quella campanilistica delle singole città.
Successivamente il bartender Tommy Colonna si è intrattenuto sulla cultura del cocktail italiano e sulla potenzialità dei prodotti del nostro territorio, rebranding e foraging anticipando la degustazione di alcuni cocktail preparati per l’occasione,
Per quanto concerne l’aspetto musicale vi è stata una apprezzatissima esibizione del Duni sax quartet, un quartetto di sassofonisti provenienti dal Conservatorio Musicale di Matera dove insegna il Presidente Vincenzo Cipriani
In conclusione l’assistente del Governatore, Giuseppina Di Nubila, ha portato i saluti del Governatore Nicola Maria Auciello e si è complimentata con il Presidente del Club per l’interessante iniziativa.

Domenico Montemurno

IL R.C. ALTAMURA GRAVINA E LE NUOVE FRONTIERE DELLA CHIRURGIA PLASTICA

LA CHIRURGIA PLASTICA DAGLI INNESTI ALLA SUPERMICROCHIRURGIA

Nel rispetto della eterogeneità degli argomenti trattati dai programmi mensili che variano da quelli letterari a quelli musicali, da quelli comportamentali a quelli legali, il Rotary Club Altamura Gravina ha indetto un incontro di natura medico scientifica nella serata di lunedì 16 gennaio 2023.
L’incontro che si è tenuto presso la Biblioteca Finya di Gravina in Puglia è stato intitolato “ La chirurgia plastica dagli innesti alla supermicrochirurgia” ed ha visto come relatori il Prof. Michele Maruccia , Professore Associato presso l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari e la dottoressa Margherita Carretta, medico estetico e figlia del socio Nicola Carretta, con la partecipazione, in qualità di moderatore, del socio Loreto Gesualdo, Professore Ordinario di Nefrologia presso l’Università degli Studi di Bari oltre che Presidente della Scuola di medicina presso la stessa Università nonché Presidente della Fondazione Italiana del rene.
In apertura la segretaria del Club Dott.ssa Maddalena Maggi ha rivolto il saluto ed il ringraziamento della partecipazione oltre che ai relatori, a tutti soci ed alla Presidente della “Fidapa” Avv. Antonietta D’Ecclesis, di “ Donne In”, Teresa Carretta, alla Responsabile dell’Istituto di Libera Cultura di Antonio Iervolino, Clementina Stacca ed al Vice Sindaco del Comune di Gravina in Puglia Dott. Filippo Ferrante
Successivamente il Presidente Prof. Vincenzo Cipriani ha ringraziato anche lui i partecipanti e relatori, presentando questi ultimi con la lettura di un breve curriculum.
Nella sua relazione il Prof. Maruccia, coadiuvato da una serie di slides contenenti particolari fotografie, ha introdotto l’argomento, specificando che la chirurgia plastica, disciplina affascinante che si occupa delle forme e delle funzioni, trova le sue origini nell’antichità. Infatti in numerosi trattati egizi, indiani e dell’impero romano la chirurgia plastica svolge un ruolo centrale quando si parla di chirurgia.
Attualmente il chirurgo plastico viene considerato come colui che si occupa esclusivamente di chirurgia o medicina estetica, quando, in realtà, secondo il prof. Maruccia, la chirurgia estetica è solo una parte della disciplina chirurgica.
Dopo vari riferimenti della chirurgia plastica anche per attività antitumorali, il prof. Maruccia ha ricordato che il centro di microchirurgia di Bari rappresenta un centro di riferimento per la chirurgia della mano e dell’arto inferiore nel trattamento dei traumi da ferite complesse a vere e proprie amputazioni con la possibilità di reimpiantare un dito piuttosto che una mano completamente amputati con un ritorno all’attività quotidiana e soprattutto lavorativa di tali pazienti.
La seconda relazione, dopo la presentazione del moderatore Prof. Loreto Gesualdo, è stata svolta dalla dottoressa Margherita Carretta, medico estetista, secondo la quale con la medicina estetica si può dire che 60 anni sono i nuovi 40 anni. In sostanza a 50 e 60 anni si è ancora persone molto dinamiche mentre i cinquantenni sono considerati giovani. Non sono più pensionati senza slanci emotivi come qualche decennio fa ma donne e uomini in prima linea nel lavoro e nelle questioni familiari. Tuttavia, secondo la dottoressa Carretta spesso sentirsi “ giovani” cozza con l’effettivo aspetto fisico e allora si cerca una soluzione per riuscire a preservare un po’ di giovinezza, rivolgendosi agli studi di medicina estetica. Infatti grazie alla medicina estetica si riescono ad attuare protocolli di ringiovanimento, intervenendo in più aree del volto ma resta importante, da parte del medico estetico, suggerire ai pazienti di avere un corretto stile di vita, un’alimentazione sana e l’utilizzo di cosmetici adatti a rallentare il trascorrere del tempo.
In conclusione la dottoressa Carretta ha affermato che “ solo amando e prendendosi cura quotidianamente della propria pelle, è possibile renderla sana e valorizzarne la bellezza.
In chiusura di serata è intervenuto il vice sindaco del Comune di Gravina in Puglia Dott. Filippo Ferrante che a nome dell’Amministrazione Comunale ha ringraziato il Rotary Club Altamura Gravina per aver organizzato un incontro scientifico molto importante.
Domenico Montemurno

VISITA DEL GOVERNATORE NICOLA MARIA AUCIELLO AL CLUB ALTAMURA GRAVINA

Nella serata di venerdì 2 dicembre 2022, il Rotary Club Altamura Gravina ha ricevuto la visita del Governatore del Distretto 2120 per l’anno 2022-2023, il Prof. Nicola Maria Auciello.
L’incontro ha avuto luogo presso la Sala Ricevimenti “ Tenuta La Cavallerizza” in territorio di Gravina in Puglia ed è iniziato nel pomeriggio con il Presidente del Club Vincenzo Cipriani, proseguendo poi con componenti del Direttivo ed i Presidenti delle Commissioni.
In apertura il Presidente Cipriani ha consegnato al Governatore una copia del bollettino redatto proprio in occasione della visita, consentendo così al Governatore non solo di leggere gli eventi realizzati dal Club ma anche le relazioni dei Presidenti delle Commissioni con l’indicazione sia delle loro attività che delle programmazioni per l’anno rotariano 2022 2023.
In particolare il Presidente Cipriani ha evidenziato al Governatore l’ultimo evento, tenutosi presso l’Aula Magna del Liceo Classico Cagnazzi di Altamura in data 18 novembre 2022 dal titolo “ Donne tra arte ed emancipazione: da Barbara Strozzi, compositrice del 1660 alla rivoluzione delle donne in Iran”. In tale incontro per il quale c’è stata una notevole partecipazione di studenti, oltre a ricordare la figura di una donna del 1600 che ha vissuto gli stessi problemi di emancipazione che riguardano molte donne di alcuni Stati Arabi del nostro tempo, vi è stato l’intervento di una donna avvocato, cittadina italiana ma di padre iraniano che ha fatto riferimento alle donne dell’Iran ed ai loro movimenti di piazza finalizzati a non essere considerate la metà degli uomini ed a proclamare il motto “ Donna, vita, libertà sempre e ovunque”
Successivamente il Governatore si è complimentato con il Presidente Cipriani avendo preso atto sia dei particolari requisiti dell’effettivo, in termini di adesioni e della media di età dei soci iscritti nonché dei contributi versati annualmente alla Rotary Foundation e per la Polio Plus.

Il Presidente Cipriani ha anche rammentato che il Club ha svolto negli ultimi tempi attività particolarmente rilevanti anche a favore delle cittadinanze del territorio, citando in proposito la donazione di una vettura medica a favore dell’Ospedale della Murgia nell’anno 2021,
Nell’incontro avuto con il resto dei soci e dei loro coniugi, il Presidente Cipriani ha letto il curriculum del Governatore il quale, nel suo intervento, ha fatto riferimento al suo motto dell’anno “ Il rotary è futuro”, considerando il continuo impegno di tutti i rotariani anche nei confronti delle nuove generazioni ed apprezzando le attività svolte in proposito dal Club Altamura Gravina a favore delle scuole del posto.
In conclusione la moglie del Governatore, sig.ra Anna, ha presentato il suo progetto di service dedicato ad una associazione di Foggia che si occupa dell’assistenza a favore dei bambini disagiati, ottenendo anche il contributo del Club.
Domenico Montemurno
<img src=”https://www.rotary2120.org/wp-content/uploads/2022/12/DSC_0280-1-300×200.jpg” alt=”” width=”300″ height=”200″ class=”alignnone size-medium wp-image-41366″ />

R.C. ALTAMURA GRAVINA. DONNE TRA ARTE ED EMANCIPAZIONE


DONNE TRA ARTE ED EMANCIPAZIONE

Dopo l’incontro dal titolo “ Libere di essere donne” tenutosi il 22 ottobre 2021 al Teatro Mercadante di Altamura, anche quest’anno il Rotary Club Altamura Gravina in prossimità della giornata contro la violenza sulle donne che si celebra il 25 novembre, ha organizzato un evento a favore delle donne. L’incontro dal titolo “ Donne tra arte ed emancipazione” si è tenuto venerdì 18 novembre presso l’Aula Magna del Liceo Classico Cagnazzi di Altamura alla presenza di un nutrito pubblico, composto anche da molti studenti, per la gran parte di sesso femminile ed ha avuto come relatori il prof. Guido Barbieri, critico musicale, musicologo e conduttore di programmi su Radio Rai 3, l’avvocatessa Shady Alizadeh, attivista per i diritti civili e rappresentante della associazione iraniani in Italia e l’avvocatessa Annalisa Nanna, esperta in reati culturalmente orientati.
In apertura di seduta la segretaria del Club dottoressa Maddalena Maggi ha posto i saluti di benvenuto a tutti i partecipanti ed in particolar modo al Dirigente Scolastico del Liceo Cagnazzi prof. Biagio Clemente, ringraziandolo per la sua disponibilità, nonché alle presidenti di associazioni femminili di Altamura: Marilena Saponaro dell’Inner Wheel, Emilia Dileo della Fidapa e Teresa Carretta di Donne In, oltre che all’assessore alle attività produttive del Comune di Gravina, Maria Enza Schinco, alla Dott.ssa Maria Stella Margozzi, direttrice dei Musei di Roma ed al Prof. Pietro Pepe già Presidente del Consiglio Regionale della Puglia.
La riunione è stata introdotta dal Presidente Maestro Vincenzo Cipriani che ha fatto presente di aver voluto ricordare la figura di Barbara Strozzi compositrice del 1600 come donna che ha vissuto gli stessi problemi di emancipazione che riguardano molte donne di alcuni Stati Arabi nel nostro tempo.
Nello specifico l’intervento su Barbara Strozzi è stato eseguito a distanza, a causa di motivi di salute legati al COVID, dal prof. Guido Barbieri il quale ha specificato che nel 1600 alla donna musicista era concesso solo il ruolo di esecutrice e non di creatrice come compositrice mentre Barbara Strozzi, figlia adottiva di Giulio Strozzi, poeta e librettista, tanto famoso da aver dato il nome al Palazzo Strozzi di Firenze, anche se di origine veneziane era diventata famosa come compositrice. Barbara Strozzi era nata a Venezia nel 1613 e sin da adolescente si era dedicata alla musica non solo da esecutrice ma anche da compositrice, fino a creare ben 120 cantate riportate su sette libri. Nel 1635 diventa la curatrice dell’Accademia degli Unisoni fondata a Venezia dal padre Giulio, dando luogo a diverse esecuzioni create da lei. In sostanza rappresenta una donna che, nonostante diverse opposizioni, riesce ad avere un grande successo proprio con le opere che a quel tempo non erano consentite alle donne. Dopo aver avuto ben 4 figli senza aver contratto matrimonio, muore all’età di 58 anni.
Successivamente ha preso la parola l’avvocatessa Shady Alizadeh, cittadina italiana ma di padre iraniano che ha fatto riferimento a Barbara Strozzi come una donna che ha lottato per la sua emancipazione al pari di tante donne dell’Iran che non vogliono sentirsi la metà degli uomini ma che possano avere un ruolo fondamentale nella società che altrimenti non potrebbe definirsi democratica e che nei loro movimenti di piazza adottano un motto: “Donna, vita, libertà sempre e ovunque.”
Un ulteriore intervento sulla emancipazione femminile è stato tenuto dall’avvocatessa Annalisa Nanna che ha fatto riferimento alla sua esperienza di penalista che si è trovata di fronte ad eventi criminali nei confronti delle donne addirittura ad iniziare da interventi finalizzati ad incidere sull’apparato genitale femminile.
In conclusione l’assessore del Comune di Gravina Maria Enza Schinco ha ringraziato il Rotary Club Altamura Gravina per l’invito e per tutta l’iniziativa, facendo anche riferimento alla sua personale esperienza di donna ammessa ad un incarico importante come quello di assessore comunale.
Domenico Montemurno

R.C. ALTAMURA GRAVINA. CARA LIVIUCCIA, LETTERE ALLA MOGLIE DI GIULIO ANDREOTTI

CARA LIVIUCCIA
Lettere alla moglie di Giulio Andreotti
Lo scorso 14 ottobre, nella sede sociale rotariana del Club Altamura Gravina, Hotel Fuori Le Mura, si è tenuto l’incontro con Stefano Andreotti – figlio del noto politico – curatore del testo “ CARA LIVIUCCIA : lettere alla moglie”, raccolta di epistole inviate dal noto Giulio alla moglie Livia negli anni 1946-1970.
Dopo l’introduzione del presidente del Club Prof. Vincenzo Cipriani, il curatore è stato presentato dal Prof. Ugo Patroni Griffi che ha assunto le vesti di conduttore e moderatore del dibattito.
Dalle prime parole di Stefano Andreotti è emerso palese il suo intento di rappresentare agli italiani una immagine del padre diversa da quella artificiosa di politico calcolatore ed imperturbabile protagonista della storia italiana contemporanea.
Abbiamo così riscontrato un Giulio Andreotti nella sua dimensione intima e familiare nonché autore, all’amata Livia, di tenerissime lettere scaturite dalla necessità di fare partecipe la moglie degli incontri ai quali aveva partecipato. Stupisce il dettagliato report dei fatti e la minuziosa descrizione delle attività svolte, come ad attutire il rammarico di non averla avuta al suo fianco.
Il Prof. Patroni Griffi ha rilevato come molti passaggi delle lettere costituiscono anche una parte della nostra storia contemporanea, data l’autorevolezza e l’alta rappresentatività del personaggio.
La severità del politico si spegneva nell’ambito familiare attraverso i numerosi impegni volti a soddisfare “ i capricci” dei figli, in particolar modo della figlia Serena.
Tuttavia, la figura pubblica e quella privata trovavano un punto d’incontro nella serenità interiore della persona: anche di fronte al fatto di essere lambito da alcuni scandali emersi dalle cronache giornalistiche, l’uomo Andreotti non perdeva mai la sua forza d’animo, rafforzata da una fede incrollabile nella Provvidenza.
Interessante è stato anche l’intervento del PDG prof. Luca Gallo che ha elencato i teneri e significativi vezzeggiativi di Giulio verso Liviuccia. Il PDG ha evidenziato come per il grande politico la famiglia rimanesse prioritaria nei suoi pensieri e nelle sue preoccupazioni quotidiane. Tante volte non si attribuisce la giusta importanza, anche educativa, a quelle formazioni sociali destinate a costruire e sviluppare la personalità degli individui. Si aggiunga che soltanto una solida e sana famiglia può essere in grado di fornire quel supporto morale affinchè il politico possa svolgere al meglio il suo ministero.
La serata si è conclusa con un fragoroso applauso per i protagonisti dell’interessante incontro e con i doni offerti dal Presidente del Club Prof. Vincenzo Cipriani ai graditi ospiti.
Domenico Denora

R.C. ALTAMURA GRAVINA. IL VIAGGIO EMOZIONALE SULLE VIE DEI VINI LUCANI

Il mese di ottobre è iniziato per i soci del Rotary Club Altamura Gravina con una gita fuori porta denominata nel programma del mese “ Il viaggio emozionale”. Si è trattato, infatti, della visita guidata alle grotte storiche di affinamento in tufo vulcanico del 1600 presso una delle tante cantine site in Rionero in Vulture ed utilizzate per la produzione e custodia dei vini lucani.
La gita si è tenuta domenica 2 ottobre con l’intervento di un nutrito gruppo di soci ed ospiti che, in pullman, hanno raggiunto la sede prescelta in una giornata che risentiva ancora delle temperature estive se pure in prossimità dell’autunno.
La prima tappa è avvenuta presso la sede di una di queste aziende produttrici di vino dove un dipendente della stessa, mentre faceva visitare ai partecipanti le grotte vulcaniche, si soffermava a trattare la lunga storia che ha contraddistinto, negli anni, la loro attività, ricordando anche la presenza di diversi stranieri. Successivamente vi è stata la degustazione di alcuni prodotti molto apprezzati, con particolare riguardo all’aglianico del Vulture, ritenuto uno dei vini più venduti dell’Italia meridionale.
La visita ai posti rinomati della vicina Basilicata è proseguita con lo splendido panorama offerto dai laghi di Monticchio, particolarmente famosi anche per la loro vicinanza a sorgenti produttrici di note acque minerali.
Oltre alla graditissima degustazione di piatti locali presso un caratteristico agriturismo, tutti i partecipanti hanno anche potuto sperimentare una visita del lago direttamente con l’utilizzo di una imbarcazione particolarmente apprezzata dai bambini presenti alla visita.
Il ritorno a casa ha lasciato in tutti un bel ricordo di una domenica trascorsa insieme visitando posti indimenticabili.
Domenico Montemurno

Translate »