section-d562af4
section-c747a7c
//www.rotary2120.org/wp-content/uploads/2022/06/DSC_2317-3.jpg

Cari soci, cari amiche e amici,

con l’inizio di un nuovo anno rotariano siamo chiamati a prestare il nostro servizio seguendo le linee e le prerogative del Rotary. Con il nuovo anno il Rotary sarà soggetto a molteplici cambiamenti, cambiamenti che interesseranno sia i rapporti all’interno della famiglia del Rotary che verrà ampliata dalla presenza dei giovani del Rotaract, sia per le innovazioni nei rapporti con la Rotary Foundation. Come rotariani del Distretto 2120, così come è avvenuto negli anni passati, sapremo adattare la nostra capacità per offrire alle nostre Comunità tutto il nostro sostegno e impegno.

Come Governatore sono chiamato a servire svolgendo il ruolo di guida del Distretto. Sono consapevole delle responsabilità che ciò comporta, ma altresì, consapevole della grande opportunità che mi viene concessa insieme a tutti i leaders dei club per esaltare i principi e le finalità del Rotary con l’atteggiamento “amorevole”, così’ come auspicato dalla nostra Presidente Internazionale Jennifer Jones.

Un ringraziamento personale mio e di mia moglie Anna va al mio predecessore Governatore Gianvito Giannelli e alla sua gentile consorte Lilly che nei mesi passati ci hanno fatto sentire partecipi della vita del Distretto agevolando, così, una continuità di intenti.

A tutti Voi, Autorità rotariane, Presidenti e soci, va il mio cordiale augurio di buon lavoro e di uno luminoso anno di servizio che ci accumuni per il raggiungimento del Rotary che vogliamo.

Un Rotary costruttore di Pace, un Rotary inclusivo, un Rotary capace di dare speranza e benessere per le persone e ci faccia dire il “Rotary è Futuro”.

Viva il Rotary, viva il Distretto 2120.
Nicola

section-fc1e146

La lettera del Governatore del mese di Gennaio

“Egli (il Rotariano) raccomanderà e metterà in pratica uno spirito di comprensione verso le condivisioni altrui, considerandolo un passo verso la buona volontà tra le nazioni, senza ignorare tuttavia che esistono delle norme fondamentali etiche e spirituali che assicurano, se praticate, una vita più ricca e più piena.”
(estratto dal libro “Sette vie verso la pace”)

Ogni giorno più di un milione di rotariani si rimboccano le maniche e mettono in campo intelligenza, risorse e competenze professionali con l’obbiettivo di apportare cambiamenti significativi e duraturi nelle loro comunità, in pratica, per cambiare vite. Fondandosi su valori cardine di amicizia, i Rotariani, più che proclamarli cercano di praticarli per diventare quelle people of action indispensabile per conseguire il successo nella loro vita professionale e personale.
Quando i soci dei nostri club si fanno coinvolgere nelle azioni rotariane siamo sicuri che opereranno con integrità ed elevati standard etici che contraddistinguono l’animo profondo del professionista affermato nella comunità in cui opera. Da quel momento in poi, così come dettato dalla seconda via d’azione del Rotary, Azione Professionale, il socio sarà impegnato come rotariano e come leader riconosciuto. A prescindere dagli incarichi assegnatigli ci si aspetta, innanzitutto, l’osservanza della prova di lealtà nei confronti di tutti gli interessati.
La prova delle quattro domande è una specie di esame di coscienza, pone le basi per una condotta etica nello svolgimento della propria vita privata o rotariana. Concepita da Herbert J. Taylor nel 1932, rimane lo standard essenziale a fronte del quale tutti i Rotariani danno il loro contributo. È gelosamente conservata nella “cassaforte” del Rotary, precisamente nel Rotary Code of Policies all’articolo 34.070 ed è stata adottata nel lontano 1943. Ad essa si riconducono comportamenti vitali per la nostra associazione fondati sul rispetto dei rispettivi ruoli. Comportamenti rispettosi della verità, che promuovono buona volontà e migliorano i rapporti di amicizia e che saranno vantaggiosi per tutti gli interessati. Quando si viene meno a uno di questi requisiti si tradisce il senso profondo di essere rotariano e si perde la possibilità di essere riconosciuti persone affidabili e/o leader.
Il leader, conquista la fiducia degli altri, è capace di motivare ed incoraggiare gli altri adottando strategie di carattere generali quali possono essere percezioni, coscienza, interpretazioni, consolidamento comportamentale, modelli comunicazionali e atteggiamenti emozionali. Si pensi al rotariano che ha avuto la forza di coinvolgere prima pochi soci del suo club al fine di proporre l’eradicazione della Polio fino poi a motivare tutto il Rotary nella campagna End Polio Now.

Leggi l'intera Lettera del Governatore

section-6a0dae9
section-e561195
section-7d51de3
//www.rotary2120.org/wp-content/uploads/2021/12/podcast.jpg

section-aa00400
section-aa00400
Rotary Distretto 2120

Contattaci

Compila il modulo

section-8b90c50

Contatti

Rotary Distretto 2120

  • +39 080 5234620

  • segreteria2223@rotary2120.it

Condividi su