Tag: festadegliauguri

Festa degli auguri del Club 21 Dicembre 2021

, ,

La sera di martedì 21 dicembre, presso il Ristorante Il Melograno, si è tenuta la consueta Festa degli Auguri del Rotary Club Trani.

“Una festa sobria” ha affermato il Presidente Pasquale Vilella perché il Rotary è “convivialità” ma è anche “servire”. E infatti, dopo i saluti di rito, il Presidente ha ricordato ai presenti il senso del Natale dando la parola alla Presidente del Rotaract, Roberta Vilella, che ha letto il bellissimo e toccante pensiero di Madre Teresa di Calcutta. Quindi, in luogo del consueto scambio di doni il Presidente ha consegnato, anche a nome del Rotaract e dell’Inner Wheel di Trani, alle amiche del Centro Anti Violenza Save un assegno di € 700,00 frutto delle donazioni dei Club e dei partecipanti allo spettacolo “Dante è connesso”, inoltre ha chiesto all’amico Mimmo Lasala (Presidente nell’anno rotariano 2018-19) di aggiornare gli ospiti dei progressi relativi al Global Grant riguardante la sala operatoria materno-infantile in Uganda. Quindi ha invitato i presenti ad ammirare i lavori che le donne ugandesi hanno inviato esortando tutti a lasciare una piccola donazione. Infine, ha dato la parola a Don Mimmo Gramegna, Parroco della Parrocchia dello Spirito Santo che ha salutato i presenti con un pensiero sul Natale.

L’incontro è stato concluso dall’Assistente del Governatore, Giuseppe Guglielmi, che ha ringraziato Antonio Giorgino, Giacomo Vania, Achille Cusani, Pietro de Luca Tupputi Schinosa, Elisabetta Papagni, Mario Fucci e Pasquale Vilella per aver effettuato una donazione a favore della Rotary Foundation diventando Benefattori.

Niente sfarzi, niente musica… solo una sana e serena atmosfera Natalizia nel senso dell’amicizia e con la gioia di aver concluso ben tre azioni nei confronti di persone meno fortunate di noi.

Buon Natale e Buon 2022 a tutti dal Consiglio Direttivo e da tutti i Soci del Rotary Club Trani.

Aria di festa per i primi 40 anni del Rotary Club Cerignola

, ,

Nella splendida cornice di Villa Demetra, sede sociale del club, il 17 Dicembre 2021, durante la tradizionale Festa degli Auguri, che ha riunito soci e ospiti, presentato e distribuito quale strenna natalizia il volume “Il Rotary a Cerignola. Da quarant’ anni al servizio del territorio“, curato dal dott. Nicola Pergola, con la prefazione del Governatore del Distretto 2120 Rotary, Gianvito Giannelli, e la presentazione del presidente del Club di Cerignola Francesco Dibiase. Il volume ripercorre, con il supporto del ricco materiale d’archivio, la storia del club e dei suoi rapporti con il territorio, nella ricorrenza del 40 esimo anniversario di fondazione a cura dell’avv. Paolo Pedarra.

Numerosi gli ospiti, tra i quali il Governatore del Distretto 2120 Rotary Gianvito Giannelli, il suo assistente per la Zona 5, Domenico Damato, Renata Montini e Luciano Magaldi, rispettivamente presidente e vice presidente del Club Foggia Umberto Giordano, Raffaella Carone, consigliera dello stesso club, S.E.R. mons. Luigi Renna, vescovo della diocesi di Cerignola – Ascoli Satriano, e l’on. Francesco Bonito, sindaco della città di Cerignola .

La serata, che si è svolta all’insegna del ” Servire per cambiare vite “, è iniziata con il discorso del presidente, Francesco Dibiase, che ha presentato i vari services del Club per il periodo natalizio, ed è poi proseguita con l’intervento del vescovo, mons. Renna, incentrato sulla necessità della prossimità agli ultimi, e del dott. Luciano Magaldi, che ha illustrato il progetto ” Una cittadella per la vita”, proposto dai club Rotary di Manfredonia e San Giovanni Rotondo.

Ha impreziosito la festa la consegna, da parte del Governatore Giannelli, dell’onorificenza Paul Harris Fellow ( PHF ) al socio Giusto Masiello – proposta dal presidente Dibiase con il parere unanime del Consiglio Direttivo del Club – per il suo generoso e discreto contributo in favore della popolazione durante il lockdown, non solo con generi di prima necessità, ma anche  con la donazione di presìdi sanitari fondamentali nella lotta al Covid 19 ( 3 ventilatori polmonari di ultimissima generazione e un emogasometro donati rispettivamente alle U.O. di Rianimazione – Covid e di UTIC – Cardiologia- Covid del presidio ospedaliero ” G. Tatarella ” di Cerignola.

Il Rotary offre l’opportunità di servire nei modi e negli ambiti in cui ognuno è più propenso. Il potere di un’azione combinata non conosce limiti ( Paul Harris ).

https://www.cerignolaviva.it/notizie/il-rotary-club-di-cerignola-compie-quarant-anni-pubblicato-un-volume-per-la-ricorrenza/

https://www.lanotiziaweb.it/2021/il-rotary-a-cerignola-da-quarantanni-al-servizio-del-territorio/

                         

“TRADIZIONE E FUTURO”, ESSENZE DELLA FESTA DEGLI AUGURI AL ROTARY CLUB FOGGIA

, ,

Nello spirito del motto adottato dal Presidente dell’anno rotariano 2021-2022, anche la Festa degli Auguri di Natale del Rotary Club Foggia, svoltasi il 17 dicembre presso la Sala Ricevimenti “Corte Corona”, è stata improntata a “Tradizione e futuro”, come efficacemente e con grande sentimento auspicato dal Presidente Agostinacchio che ha indirizzato ai soci una significativa lettera, bella e ricca di contenuti utili per spunti di riflessione.

L’elegante serata, aperta secondo il protocollo rotariano, è proseguita con i saluti alle autorità rotariane presenti (il PDG Sergio Di Gioia, l’Assistente del Governatore Giulio Treggiari con la moglie Antonella Quarato – Socia nonché componente dello Staff del Governatore, il DGE Nicola Auciello con la coniuge Anna, la Presidente dell’Inner Wheel Foggia Irene Bonassisa con il marito Gianni Campanella, anch’egli socio).

Il Presidente Agostinacchio ha poi dato la parola al Past President Francesco Corvelli che, rimanendo in tema di “tradizione”, ha esibito e consegnato al commosso Camillo Maruotti un “reperto storico”, risalente al 1998, il cosiddetto “Rotario visitante” (compilato appunto da Francesco Corvelli in qualità di segretario del Rotary Club Foggia, all’epoca presieduto da Sergio Di Gioia) a nome del Socio Francesco Maruotti (padre di Camillo) che con la moglie si recò in visita al Rotary Club di Santo Domingo della Vista per donare a quella comunità, per conto della propria famiglia, una statuetta raffigurante Padre Pio. Il documento, controfirmato e restituito, attesta appunto tale avvenimento.

Di seguito, il Presidente Paolo Agostinacchio, nel richiamarsi ai contenuti della sua lettera ai soci, ha fatto riferimento alla serata dello scorso 9 dicembre e così citato: “il professore Gregorio Vivaldelli si è soffermato sulla “Selva Oscura” e sul superamento delle difficoltà da parte di ciascuno di noi, indicando il percorso verso Maria nella cantica del paradiso; con dotta argomentazione sulla incarnazione di Dio con la nascita di Gesù”, proseguendo poi con la riflessione “Stiamo vivendo ancora, purtroppo, il triste periodo della pandemia, che, se pure limitata negli effetti della vaccinazione, continua a mietere vittime; la “Selva Oscura” dei nostri tempi caratterizzata da emergenza sanitaria e economica” e che “Il Santo Natale, che non è soltanto festa liturgica, assume in questo contesto un significato particolare di speranza per il futuro: la speranza che viene dalla fede ed è riposta in Dio, che si è fatto uomo, facendosi carico delle nostre debolezze e superandole con l’alto messaggio divino”, e nella conclusione dicendosi certo “che dal Natale trarremo speranza e forza per affrontare i disagi del momento, certo, auguro serenità e un felice trascorrere delle festività a tutti voi e alle vostre famiglie”.

Parole che rappresentano la sintesi delle problematiche e delle relative difficoltà del momento, insieme all’impegno di tenere sempre viva la fiamma della speranza, seguendo così il percorso “Tradizione e futuro”, speranzosi nei migliori auspici portati dal nuovo anno ormai vicino, come augurato dal Presidente a Socie e Soci ed alle rispettive famiglie.

E’ seguito l’intervento di Giulio Treggiari, Assistente del Governatore del Distretto 2120 Gianvito Giannelli, per conto del quale ha rivolto il messaggio augurale per le prossime festività (contestualmente ricambiato da tutto il Rotary Club Foggia) ed ha anche rinnovato il ringraziamento personale e della moglie Lilly per la splendida serata trascorsa il 9 dicembre presso il teatro “Umberto Giordano” con il Prof. Gregorio Vivaldelli in occasione della manifestazione per il 700° anniversario della morte di Dante abbinata alla raccolta fondi pro campagna internazionale “End Polio Now”.

Giulio Treggiari, infine, ha illustrato l’iniziativa “Green Lottery”, indetta dal Distretto 2120 “Puglia-Basilicata” e dalla Fondazione Rotary, fundraising finalizzato al Fondo Annuale Programmi della Fondazione Rotary.

Prima del brindisi e lo scambio degli auguri, il dono di un simbolo del Natale alle ospiti. Infine la serata è proseguita con la tradizionale conviviale ed i gradevoli intermezzi musicali della violinista Dea De Feo accompagnata dal dj. Alex.

Michele Chiariello

 

Un dono per un Natale migliore

, , ,

“Un dono per un Natale migliore”

Service del Rotary Club Trani

Trani, 19 Dicembre 2021

 

In soccorso degli indigenti, il Rotary Club Trani ha donato ieri sera una importante quantità di derrate alimentari alla Caritas della Parrocchia Santo Spirito di Trani. Il Parroco, Don Mimmo Gramegna ha accolto con gratitudine oltre una tonnellata e mezza di cibi e più di 200 litri di succhi di frutta, che  serviranno ad alleviare le necessità dei nostri fratelli meno fortunati. Al termine della Messa, Don Mimmo ha salutato e ringraziato il Rotary assieme alla Consigliera Regionale Debora Ciliento. Il Presidente del Rotary Club Trani, Pasquale Vilella, ha poi spiegato come lui e il Consiglio Direttivo abbiano deciso, quest’anno, di organizzare una Festa degli Auguri in semplicità, utilizzando la somma di denaro risparmiata per l’acquisto di generi di prima necessità per famiglie bisognose. A questa iniziativa di solidarietà hanno dato un generosissimo apporto le aziende: Bell Italia Srl, Gielle Srl, Pastificio Riscossa F.lli Mastromauro S.p.A, Quinto Group Srl e Tatò Paride S.p.A. Mastercoop Alleanza 3.0., che il Rotary ringrazia sentitamente. Durante la Messa, Don Mimmo, nell’omelia, aveva parlato di come, ognuno di noi, debba rispondere alla sua vocazione individuale: il R.C. Trani, in questo caso, si è ispirato al detto di Madre Teresa di Calcutta: “ E’ Natale ogni volta che permetti a Dio di amare gli altri attraverso te”.