“TRADIZIONE E FUTURO”, ESSENZE DELLA FESTA DEGLI AUGURI AL ROTARY CLUB FOGGIA

Nello spirito del motto adottato dal Presidente dell’anno rotariano 2021-2022, anche la Festa degli Auguri di Natale del Rotary Club Foggia, svoltasi il 17 dicembre presso la Sala Ricevimenti “Corte Corona”, è stata improntata a “Tradizione e futuro”, come efficacemente e con grande sentimento auspicato dal Presidente Agostinacchio che ha indirizzato ai soci una significativa lettera, bella e ricca di contenuti utili per spunti di riflessione.

L’elegante serata, aperta secondo il protocollo rotariano, è proseguita con i saluti alle autorità rotariane presenti (il PDG Sergio Di Gioia, l’Assistente del Governatore Giulio Treggiari con la moglie Antonella Quarato – Socia nonché componente dello Staff del Governatore, il DGE Nicola Auciello con la coniuge Anna, la Presidente dell’Inner Wheel Foggia Irene Bonassisa con il marito Gianni Campanella, anch’egli socio).

Il Presidente Agostinacchio ha poi dato la parola al Past President Francesco Corvelli che, rimanendo in tema di “tradizione”, ha esibito e consegnato al commosso Camillo Maruotti un “reperto storico”, risalente al 1998, il cosiddetto “Rotario visitante” (compilato appunto da Francesco Corvelli in qualità di segretario del Rotary Club Foggia, all’epoca presieduto da Sergio Di Gioia) a nome del Socio Francesco Maruotti (padre di Camillo) che con la moglie si recò in visita al Rotary Club di Santo Domingo della Vista per donare a quella comunità, per conto della propria famiglia, una statuetta raffigurante Padre Pio. Il documento, controfirmato e restituito, attesta appunto tale avvenimento.

Di seguito, il Presidente Paolo Agostinacchio, nel richiamarsi ai contenuti della sua lettera ai soci, ha fatto riferimento alla serata dello scorso 9 dicembre e così citato: “il professore Gregorio Vivaldelli si è soffermato sulla “Selva Oscura” e sul superamento delle difficoltà da parte di ciascuno di noi, indicando il percorso verso Maria nella cantica del paradiso; con dotta argomentazione sulla incarnazione di Dio con la nascita di Gesù”, proseguendo poi con la riflessione “Stiamo vivendo ancora, purtroppo, il triste periodo della pandemia, che, se pure limitata negli effetti della vaccinazione, continua a mietere vittime; la “Selva Oscura” dei nostri tempi caratterizzata da emergenza sanitaria e economica” e che “Il Santo Natale, che non è soltanto festa liturgica, assume in questo contesto un significato particolare di speranza per il futuro: la speranza che viene dalla fede ed è riposta in Dio, che si è fatto uomo, facendosi carico delle nostre debolezze e superandole con l’alto messaggio divino”, e nella conclusione dicendosi certo “che dal Natale trarremo speranza e forza per affrontare i disagi del momento, certo, auguro serenità e un felice trascorrere delle festività a tutti voi e alle vostre famiglie”.

Parole che rappresentano la sintesi delle problematiche e delle relative difficoltà del momento, insieme all’impegno di tenere sempre viva la fiamma della speranza, seguendo così il percorso “Tradizione e futuro”, speranzosi nei migliori auspici portati dal nuovo anno ormai vicino, come augurato dal Presidente a Socie e Soci ed alle rispettive famiglie.

E’ seguito l’intervento di Giulio Treggiari, Assistente del Governatore del Distretto 2120 Gianvito Giannelli, per conto del quale ha rivolto il messaggio augurale per le prossime festività (contestualmente ricambiato da tutto il Rotary Club Foggia) ed ha anche rinnovato il ringraziamento personale e della moglie Lilly per la splendida serata trascorsa il 9 dicembre presso il teatro “Umberto Giordano” con il Prof. Gregorio Vivaldelli in occasione della manifestazione per il 700° anniversario della morte di Dante abbinata alla raccolta fondi pro campagna internazionale “End Polio Now”.

Giulio Treggiari, infine, ha illustrato l’iniziativa “Green Lottery”, indetta dal Distretto 2120 “Puglia-Basilicata” e dalla Fondazione Rotary, fundraising finalizzato al Fondo Annuale Programmi della Fondazione Rotary.

Prima del brindisi e lo scambio degli auguri, il dono di un simbolo del Natale alle ospiti. Infine la serata è proseguita con la tradizionale conviviale ed i gradevoli intermezzi musicali della violinista Dea De Feo accompagnata dal dj. Alex.

Michele Chiariello

 

Condividi su

" , ,