Categoria: News

SERVICE DI NATALE ROTARY CLUB MELFI

Un service del Rotary Club di Melfi: un gesto di attenzione, sensibilità, solidarietà verso chi soffre il disagio esistenziale o il dramma della malattia.
Le tappe da Lavello a Melfi a Rionero non sono state prive di momenti di commozione.

CARITAS LAVELLO
CARITAS LAVELLO
AIAS MELFI
AIAS MELFI
OSPEDALE DI MELFI
CARITAS DI RIONERO
ARCI incontro con i giovani

Festa dell’Epifania

Il Rotary Club di Nardò con il Presidente Pantaleo Daniele e soci, per la ricorrenza dell’Epifania ha voluto, come ogni anno, trascorrere il pomeriggio della festività in compagnia dei bambini che frequentano l’Opera Sociale Santa Marcellina in Nardò. Forti emozioni regalate dai piccoli che hanno ricevuto calze piene di dolciumi, giocattoli, articoli di cancelleria e che si sono esibiti in piacevoli canti natalizi. Commuoventi desideri di adozione sono stati espressi da parte di bambini stranieri privati dagli affetti familiari. Il socio Marco Schirinzi ha offerto il pranzo a tutti i bambini dell’istituto presso il proprio ristorante.  Una lezione di vita per tutti e un gesto che viene incontro ai bisogni del territorio verso il quale il Rotary Nardò continuerà fattivamente a operare.

Il 20 dicembre 2019 con emozione durante la festa di scambio degli auguri natalizi è stato accolto il nuovo socio Ernesto Portorico a allargare la famiglia Rotariana

Marcello Falconieri

A Corato l’interclub “Oltre le sbarre” sulla attuale situazione carceraria 


Uno dei principali progetti distrettuali di quest’anno rotariano riguarda il miglioramento delle condizioni di vita e la riqualificazione sociale dei carcerati.

In quest’ottica il 3 dicembre si è svolto a Corato un incontro dal titolo “Oltre le sbarre” organizzato dal Rotary Club Corato in interclub con i Rotary di Bisceglie, Bitonto Terre dell’Olio e Molfetta, con l’obiettivo di comprendere la complessità della realtà carceraria e le iniziative che costantemente gli operatori mettono in atto per far diventare il carcere un luogo non di prigionia, bensì di recupero di chi ha commesso un reato.

L’incontro si è svolto presso il salone parrocchiale della chiesa del Sacro Cuore di Corato, in quanto il parroco, don Vito Martinelli, inizierà a breve un progetto nel carcere di Turi dal titolo “Liberi tra le pagine” ed inoltre la chiesa sorge in un quartiere con un alto tasso di microcriminalità. Ed infatti è risultata molto intensa la testimonianza di una parrocchiana, Daniela Manzitti, madre coraggio che ha fatto arrestare il figlio pur di sottrarlo dalle mani della criminalità.

Sotto la direzione della giornalista Micaela Ferrara e dopo l’introduzione del presidente del Rotary Club Corato Antonio Papagni che ha evidenziato l’impegno rotariano verso queste problematiche, si sono succeduti gli ospiti della serata, il prof. Claudio Sarzotti, docente di filosofia del diritto dell’Università di Torino ed esperto di diritto penitenziario, il direttore del carcere di Trani Giuseppe Altomare e Tommaso Minervini, sindaco di Molfetta, educatore professionale specializzato ed esperto di giustizia ripartiva.

«Le pene devono tendere alla rieducazione del condannato». A dirlo è l’articolo 27 della Costituzione Italiana che nel suo terzo comma specifica il senso del carcere come luogo non di prigionia, bensì di recupero di chi ha commesso un reato. Proprio partendo dall’enunciato costituzionale il prof. Claudio Sarzotti ha fatto luce su uno dei principali fondamenti del nostro ordinamento penale che costituisce, inoltre, l’espressione di una delle basilari funzioni della pena. Il prof. Sarzotti ha parlato di pregi e difetti della legge 354 del 1975 osservando amaramente come, dati statistici alla mano, oltre il 70% dei carcerati torna in carcere entro 3 anni dall’uscita. Questo da un lato significa che la maggior parte degli sforzi compiuti dagli operatori risultano vani, dall’altro spinge ancora di più ad impegnarsi per risolvere i problemi. Bellissima in proposito l’iniziativa di portare le lezioni di alcuni corsi di giurisprudenza direttamente nel carcere di Torino perché la cultura è l’arma principale per combattere la criminalità.

Successivamente ha parlato Tommaso Minervini, attuale sindaco di Molfetta ma con alle spalle oltre 40 anni nei carceri pugliesi come operatore professionista. Il sindaco ha raccontato l’approccio che deve avere l’operatore che deve confrontarsi con tante persone, ognuno con la sua peculiarità, perché solo un approccio diretto può sortire effetti benefici sui detenuti.

Infine il dott. Altomare, direttore della casa circondariale di Trani, ha spiegato delle innumerevoli complessità che ogni giorno deve affrontare, dalla cronica carenza di posti, alla difficoltà di aprire un nuovo stabile (già ultimato), alla necessità di personale medico e paramedico (sopratutto psicologi). Alla fine ha confermato l’utilità delle numerose associazioni che operano nel carcere per offrire ai detenuti un’alternativa di vita al di fuori.

A questi interventi si è succeduto quello di Marina Mastromauro, amministratore delegato del Pastificio Granoro, che ha parlato del suo progetto “Ripartiamo dalla pasta” svolto nel carcere femminile di Trani che ha prodotto importanti risultati e cercato di offrire professionalità ai detenuti. Infine un messaggio video di Giancarlo Visitilli che con la sua associazione “I bambini di Truffaut” si occupa dei figli delle detenute.

Pierluigi Amodio

Festa degli Auguri Rotary Club Melfi

 

La cerimonia degli auguri è un evento molto atteso e molto partecipato. Il Rotary Club Melfi nella sua sede “Relais La Fattoria” sabato 21 dicembre si è riunito per dare vita ad una serata all’insegna dell’amicizia e dello stare insieme. Nutrita è stata la partecipazione in cui si è registrata la gradita presenza di Sua Eccellenza il Vescovo di Melfi Mons. Ciro Fanelli, dell’Assistente del Governatore Marco Saraceno con la gentile signora Maria Pia, e i numerosi soci con i loro ospiti che hanno partecipato all’evento in programma.
Dopo i saluti iniziali, la Presidente Prof. Pina Cervellino ha fatto giungere gli auguri di Natale attraverso la forma dell’arte sacra. Ha mostrato ed interpretato una serie di natività dei pittori del passato tra le più rappresentative e significative opere d’arte pittoriche.
“Dio non muore ma rivive nella bellezza del Natale e rivive nelle emozioni dell’anima”. Durante la serata vi è stato l’ingresso del nuovo socio dott. Raffaele Lopardo, è seguito poi uno spettacolo di intrattenimento canoro a cura di tre bravissime studentesse del Liceo che hanno ben interpretato alcune canzoni della memoria del famoso Trio Lescano, e l’esecuzione di brani famosi a cura del coro Gospel Lucano “The power of the voice”.
Si è continuato poi fino a tardi con la cena conviviale tra balli ed allegria con musica e canti dal vivo in una sala pregna di aria natalizia, curata della prefetta Rosa Preziuso.
Il pensiero di solidarietà del 2019 è stato destinato ad alcune strutture dove il Natale viene vissuto in modo differente e non sempre festoso. Il Rotary Club di Melfi ha donato i panettoni alla Caritas Lavello, Aias e ospedale di Melfi, al Crob di Rionero, agli immigrati di Don Sandro di Melfi. La serata si è conclusa con il tradizionale scambio degli auguri di Natale e tanti buoni propositi per il prossimo anno.
Addetto stampa GDL

II RYPEN Distretto 2120

Anche quest’anno il Distretto 2120, grazie al lavoro ed al supporto della Sottocommissione RYPEN, promuove e organizza l’evento dedicato a giovani Interactiani e non

RYPEN 2020 (Rotary Youth Program of Enrichment)

in programma dal 18 al 19 gennaio 2020, presso il Grand Hotel Masseria Santa Lucia a Ostuni.

Durante l’evento di “due giorni” i ragazzi avranno l’opportunità di conoscere nuovi amici ed interagire con loro svolgendo attività tese ad aumentare l’autostima, le “capacità di leadership” e le “competenze di vita” utili per affrontare le sfide future e allargare gli orizzonti umani, culturali e sociali.

La partecipazione è aperta a tutti i ragazzi facenti parte di Club Interact e a ragazzi esterni all’Interact della stessa fascia d’età.

Ogni candidatura dovrà essere presentata da un Club Rotary padrino compilando la scheda dati personali e l’autorizzazione scritta firmata dai genitori.

La scheda di partecipazione, il modulo di autorizzazione alla partecipazione, unitamente alla copia del versamento della quota di iscrizione dovranno essere inviati alla Segreteria Distrettuale (segreteria1920@rotary2120.it) entro il 10 gennaio prossimo.

Per qualsiasi informazione riguardante il RYPEN  potrete contattare il Presidente della Commissione Distrettuale Interact, Linda Lenza.

Certo del vostro interesse e del vostro impegno, vi saluto con amicizia.

Sergio Sernia

Governatore Distretto 2120

IL ROTARY CLUB FOGGIA PREMIA I GIOVANI MEDICI CHIRURGHI PUGLIESI

Con il “Podium Presentation dei Giovani Chirurghi Pugliesi”, svoltosi il 20 dicembre presso l’Auditorium Santa Chiara, si è concluso il ciclo di “Incontri con l’esperto 2019 – Andiamo a lezione” (XV edizione) organizzato dal Dipartimento Chirurgico dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria OO.RR. di Foggia con l’ annessa Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale, presieduto dai medici chirurghi Fausto Tricarico e Antonio Ambrosi.
L’evento è stato patrocinato dal Rotary Club Foggia che ha preso parte con una rappresentanza di Soci guidata dalla Presidente Antonella Quarato (nell’occasione accompagnata anche dal Past President del Rotary Club di Lucera, Costantino Pellegrino), nonché dal Distretto 2120 nell’ambito dell’indirizzo che il Rotary International ha rivolto all’area di intervento “Prevenzione e cura delle malattie” che, peraltro, nei programmi è il tema del mese di dicembre.
Dopo i convenzionali saluti e l’apertura dei lavori, i giovani chirurghi – partecipando in rappresentanza dei rispettivi team selezionati da apposita commissione scientifica – hanno illustrato, anche con il supporto di slides e video, situazioni particolari dei loro interventi mettendo in evidenza il grado di difficoltà e le conseguenti decisioni da assumere in pochi istanti davanti al tavolo operatorio facendo ricorso a scelte ragionate e con rigore scientifico.
Compito non facile e di notevole responsabilità che richiede assoluta concentrazione unitamente a calma e lucidità come evidenziato negli interventi dei Professori Costanzo Natale e Vincenzo Neri che hanno rivolto grande apprezzamento per il lavoro svolto “sul campo” dai giovani chirurghi, oggi collaborati dalle eccezionali innovazioni tecnologiche applicate alla medicina diagnostica ed alla chirurgia.
Al termine delle brillanti presentazioni, il Dott. Fausto Tricarico, Direttore della S.C. OO.RR. Foggia, eminente chirurgo molto noto non solo in Puglia ma anche in altre zone della penisola ed all’estero, ha dato spazio ai commenti di altri illustri colleghi sui singoli casi esposti.
Di fronte a tanta bravura ed alta professionalità, sono risultati tutti vincitori ex aequo.
La Presidente del Rotary Club Foggia, Antonella Quarato, prima di procedere alla premiazione, ha voluto sottolineare l’attenzione che il Club ha nei confronti del territorio lavorando in stretta collaborazione con l’ Università e gli Enti locali (tra questi, appunto, Azienda Sanitaria ed Ospedali), rivolgendosi soprattutto ai giovani come dimostrato dall’evento, giusto connubio di tutti questi elementi. Ha quindi citato alcune iniziative svolte negli ultimi anni, sino alla recente Borsa di Studio che verso la fine del prossimo mese di gennaio verrà assegnata ad un giovane neolaureato in medicina presso l’Università di Foggia, consentendogli così di partecipare ad un progetto di ricerca presso il Medical Center di Rotterdam.
La Quarato, dicendosi onorata di affiancare sul palco l’insigne prof. Costanzo Natale, Past President dello stesso Club Rotary, ha infine consegnato una bella targa e gagliardetto del Rotary Club Foggia ai seguenti giovani medici chirurghi: Gianna Pavone (OO.RR. Univ. Foggia), Andrea Meli (OO.RR. Univ. Foggia), Rocco Leggieri (Ospedale S. Annunziata di Taranto), Norma De Palma (Ospedale Vito Fazzi di Lecce), Vittoria Pia Barbieri (Ospedale di Tricase), Giuseppe Canistro (Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo) e Fares Bucci (Oncologico di Bari).
Dopo la premiazione, momento musicale con il titolo “Non solo chirurgia” che ha visto l’esibizione di band musicali formate da chirurghi e studenti universitari, seguito da un lunch che ha concluso l’evento.

Michele Chiariello

IMMAGINE DI COPERTINA

FESTA DEGLI AUGURI DI NATALE AL ROTARY CLUB FOGGIA

Avvolti nella magica atmosfera del Santo Natale, Socie e Soci del Rotary Club di Foggia – in gran parte accompagnati dai rispettivi coniugi – si sono incontrati la sera del 17 dicembre 2019 per il tradizionale scambio degli auguri.
L’evento si è svolto nell’accogliente sala per ricevimenti “Le Querce di Mamre” (all’festa degli auguri foto 2interno dell’omonima azienda di agriturismo), elegantemente addobbata in tema, registrando un alto numero di presenze anche con la partecipazione di soci da lungo tempo assenti a causa di impegni professionali svolti lontano dal nostro territorio.
Sempre impeccabile nel fare gli onori di casa, la Presidente Antonella Quarato, dopo aver dato inizio alla festa con gli inni e l’onore alle Bandiere, ha ringraziato tutti i presenti ed ha salutato gli ospiti intervenuti: l’Assistente del Governatore Pasquale Frattaruolo (con la moglie Anna Maria), il PDG Sergio Di Gioia con Annamaria, il Presidente della Commissione Distrettuale sull’Effettivo Nicola Auciello (con la coniuge Anna), i Presidenti del Rotary Club Manfredonia Andrea Pacilli e del R.C. Lucera Luigi Vascello (accompagnato dalla consorte Rosa), la Presidente dell’Inner Wheel Irene Bonassisa (con il rotariano Gianni Campanella), la Presidente del Rotaract Foggia Aurora La Torre. Assente per concomitanti impegni istituzionali, l’Assistente di Zona del Governatore, Luciano Magaldi, ha fatto pervenire un apprezzatissimo messaggio augurale (contenente profonde riflessioni relative alla Festa del Natale) letto dalla Presidente che, a seguire, ha proiettato un bel video – realizzato in collaborazione con Camillo Maruotti – con immagini degli eventi più rappresentativi degli ultimi anni, “a testimonianza – ha sottolineato la Quarato – che il Rotary è proiettato maggiormente verso l’esterno con Service, Convegni, eventi e forme di solidarietà prima di essere motivo di incontri conviviali e riunioni tra i soli soci”.
Ha inoltre ringraziato i componenti del Consiglio Direttivo per l’assidua collaborazione che ha consentito di conseguire i lusinghieri risultati nella prima frazione del corrente anno rotariano.
La serata è proseguita con le dolci melodie musicali del maestro Antonio Nardella che ha accompagnato la soprano Ilaria Bellomo distintasi cantando anche alcuni celeberrimi brani della Canzone Napoletana.
Sul finire, prima dello scambio di auguri, la Presidente ha donato a tutte le signore una mattonella di cioccolato riportante il disegno della ruota del Rotary.

Michele Chiariello

IL ROTARY CLUB FOGGIA SI PRESENTA A CORATO IN TV

Anche il Rotary Club Foggia ha aderito alla interessante iniziativa del Governatore Sergio Sernia ed ha accettato l’invito a partecipare alla registrazione di una trasmissione televisiva presso Video Italia Puglia a Corato.
La Presidente Antonella Quarato con il Prefetto del Club Monica Bonassisa e il Past President e Presidente della Commissione della Rotary Foundation del Club Nicola Auciello hanno avuto l’opportunità di raccontare una sintesi della storia del Club, riassumerne l’impegno rotariano nei suoi 65 anni di vita, descrivere la passione e l’entusiasmo che animano gli incontri dai quali scaturiscono i service.
I service, appunto, che sono l’anima del Rotary, che creano l’opportunità e persino la possibilità di cambiare le vite.
Si è parlato dell’amicizia rotariana intesa come motore propulsore al servizio e dei Global Grant, la grande chance offerta dalla Rotary Foundation.
Si è anche conversato di emozioni, di cuori che battono e occhi che brillano perché il Rotary è anche questo.
Grande sintonia con il giornalista Carlo Sacco che, bravissimo padrone di casa, ha messo completamente a loro agio i rappresentanti del Club.
La trasmissione andrà in onda mercoledì 18, giovedì 19 e sabato 21 dicembre alle ore 14,30 su canale 96 e sul web sul portale PassaLaParola (www.passalaparola.net).

Michele Chiariello

I NEONATI INTERACT DEL ROTARY CLUB FOGGIA ALL’ASSEMBLEA DISTRETTUALE DI MARGHERITA DI SAVOIA

I NEONATI INTERACT DEL ROTARY CLUB FOGGIA ALL’ASSEMBLEA DISTRETTUALE DI MARGHERITA DI SAVOIA

Il Rotary Club Foggia ha accolto la calorosa esortazione fatta al SIPE dal Governatore del Distretto 2120 Sergio Sernia “che ogni Rotary Club sia padrino di almeno un Club Interact”e ha patrocinato la nascita di tre nuovi club Interact a Foggia.

Nella città era già presente da tre anni l’Interact Foggia U. Giordano con la sua brillante attività.

I nuovi Club sono l’Interact Foggia “De Sanctis” e l’Interact Foggia “Zingarelli” (entrambi scolastici ed ospitati nelle sedi delle scuole di cui portano il nome) e l’Interact Foggia, un club di territorio.

In occasione della visita del Governatore Sernia al Rotary Club Foggia, club padrino, i presidenti e i segretari dei tre Interact hanno ricevuto la carta costitutiva e collare e distintivo dalle mani del Governatore che li ha accolti con entusiasmo ed ha augurato loro un brillante percorso nella famiglia rotariana.

Domenica 1°dicembre, alle 8,00 in punto, 35 ragazzi dai 12 ai 17 anni, con 5 accompagnatori, tra i quali la Presidente del Club padrino Antonella Quarato e la consulente dell’Interact Foggia, Monica Bonassisa sono partiti con un pullman alla volta di Margherita di Savoia, dove, organizzata dal Club Valle dell’Ofanto, si è svolta la 1^ Assemblea Distrettuale Interact.

Prima tappa le saline, dove i ragazzi colmi di entusiasmo hanno iniziato a socializzare con i loro colleghi interactiani del Club di Manfredonia e di Gallipoli e hanno visitato le saline per poi raggiungere il Grand Hotel Terme dove si sarebbe svolta l’Assemblea!

Una grande emozione per loro, alla prima esperienza, confrontarsi con l’onore alle bandiere e con i discorsi del Governatore e del R.D. Interact Salvatore Muci, detto Totò e hanno ascoltato con grandeattenzione, nonostante la giovanissima età di alcuni, tutti gli interventi tra i quali quelli del Prof. Carmine Gisssi, Dirigente Scolastico e della dott.ssa Angela Scalzo che ha illustrato il Progetto inclusione.

Totò Muci nel suo ruolo di R.D. ha presentato i tre neonati Club Interact e ha invitato i tre presidenti Antonio Mercurio (Interact Foggia), Nicole Iammarino (Interact De Sanctis) e Sara Tafa (Interact Zingarelli) a portare il loro saluto.

Visibilmente emozionati i tre giovani presidenti hanno condiviso la gioia e l’entusiasmo per questa nuova esperienza e la volontà di partecipare con impegno al service distrettuale, (hanno infatti ritirato i quaderni da vendere per la raccolta di fondi a favore del Progetto inclusione) ma anche di organizzare dei service interni ai loro Club, primo tra tutti raccogliere una piccola cifra da inviare al Club di Durazzo, in Albania, città duramente colpita dal terremoto.

Altra occasione di socializzazione e condivisione è stato il pranzo, tutti insieme, in una atmosfera di grande allegria che solo i giovani sanno portare!

Il rientro è stato un frinire di commenti entusiasti e di progetti e di idee nell’attesa di un nuovo evento così importante.

Antonella Quarato

IL ROTARY CLUB FOGGIA ALLA CORTE DI FEDERICO II CON IL PDG TITTA DE TOMMASI

Il ROTARY CLUB FOGGIA ALLA CORTE DI FEDERICO II CON IL PDG TITTA DE TOMMASI

Un appuntamento, una promessa fatta tanto tempo fa quella di una visita da parte del PDG Titta De Tommasi con la moglie Nicla, al Rotary Club Foggia per parlare degli argomenti a lui tanto cari e che ruotano intorno ai Castelli dei quali ha curato il restauro, tra gli altri il più importante Castel del Monte.

E giovedì 5 dicembre è stata l’occasione per l’incontro sul tema: “Le donne alla corte di Federico e nelle rime del suo tempo”.

La Presidente Antonella Quarato, dopo aver salutato il PDG Sergio Di Gioia e la moglie Annamaria  e la Presidente dell’Innerwheel Irene Bonassisa Campanella con il marito Gianni Campanella, socio del Club,  ha presentato il relatore sottolineando come, per pura coincidenza, la sua visita sia coincisa con il giorno in cui il Club ha compiuto 65 anni!

È del 5 dicembre 1954, infatti, la firma sulla Carta costitutiva che, per l’occasione, è stata esposta.

In un silenzio sintomatico della grande attenzione all’argomento, Titta De Tommasi ha tracciato la vita di Federico in relazione alle donne che lo hanno accompagnato, le tre mogli e le amanti più importanti.

Le figure femminili delineate hanno offerto la sensazione di una evoluta concezione della donna da parte dell’Imperatore che, soprattutto nel caso della prima moglie, affidava loro incarichi di fiducia e responsabilità ma anche l’atteggiamento imperiale più di dominatore che di marito per cui venivano spesso tradite.

Tutto ciò è stato fermato nelle prime rime in volgare che il relatore ha proposto declamate da attori, rime di straordinaria modernità in cui il rapporto uomo donna è delineato con chiare espressioni nella prima forma di lingua volgare, fino ad arrivare al primo sonetto di Cielo d’Alcamo, espressione della Scuola Poetica Siciliana, tanto cara a Federico.

Molti gli interventi in sala e la conversazione sarebbe potuta continuare a lungo se non fosse per l’ora tarda.

Ed era anche giunto il momento di brindare tutti insieme ai 65 anni di un Club ancora attivo e propositivo che l’età non la sente per niente se non per l’esperienza!

Per i veri festeggiamenti si rimanda al 6 febbraio quando, al Teatro U. Giordano, per celebrare l’evento, sarà offerto uno spettacolo alla città!

Antonella Quarato

Translate »