Categoria: News

IL R. C. FOGGIA IN INTERCLUB SULL’IMPORTANZA DEL DIGITALE DOPO LA PANDEMIA

Notevole interesse sta suscitando il ciclo di incontri on line, organizzati dal Rotary Club Foggia, avente come tema di fondo “la digital transformation nell’era post pandemica”.
Ha riscosso grande successo, come confermato dalla numerosità dei partecipanti, anche la conferenza svoltasi mercoledì 24 febbraio con formula Interclub che ha visto la partecipazione di tutti i Rotary Club della città di Foggia e della provincia.
A discutere sul tema “L’importanza del digitale dopo la pandemia, il ruolo dell’Università, delle istituzioni educative e scolastiche” sono intervenuti, in collegamento rispettivamente da Roma e Milano, il Magnifico Rettore dell’Università di Foggia prof. Pierpaolo Limone e l’Avv. Stefano Mele (Partner Carnelutti Studio Legale Associato di Milano, esperto di privacy e sicurezza informatica, docente in diverse università), mentre il Governatore del Distretto Rotary 2120 Giuseppe Seracca Guerrieri ha esposto le approfondite riflessioni conclusive in chiusura dei lavori.
In apertura, dopo i solenni inni ed i tradizionali saluti alle numerose Autorità rotariane presenti, il Presidente Miranda ha ringraziato gli illustri relatori per aver accettato l’invito a riprova della costante sinergia tra il Rotary e le istituzioni educative, passando poi a ricordare che Foggia, un tempo considerata l’ottava città più importante del Mezzogiorno, oggi può ambire a riconquistare una posizione di riguardo soprattutto grazie alle eccellenze che costellano l’Università, divenuta importante punto di riferimento in svariati ambiti, incluso quello del rapporto con il mondo del digitale.
Nel prendere la parola, il Magnifico Rettore Prof. Pierpaolo Limone ha riconosciuto il ruolo di responsabilità per la grande attesa nell’Università da parte del territorio, procedendo con un’attenta e circostanziata disamina a cominciare dal ruolo di Unifg, ben inserita nel contesto nazionale tra i pubblici atenei. “Non c’è dubbio – ha detto il prof. Limone – che in questa fase di grande crisi, investire nell’innovazione rappresenta una importante leva per Foggia ed il Mezzogiorno, cogliendo le rilevanti opportunità offerte dal digitale che consentono focus su punti come: abbassamento dell’età per laurearsi, Mezzogiorno, donne, ricerca”. A seguire, il Rettore ha rappresentato alcuni dati statistici delle università pubbliche italiane: ricercatori che si recano altrove, alta percentuale di dispersione, tasso di accesso al dottorato, altri fattori di rischio come l’invecchiamento del personale docente.
Nella parte finale dell’apprezzatissimo intervento, il Prof. Limone si è infine soffermato sulla DAD: “l’innovazione digitale – ha concluso il Rettore – ci consente di modificare tempi e modalità della formazione, sganciando tempo e spazio dalla liturgia dell’informazione (dinamica frontale) a vantaggio di attività di laboratori e pratica”.
Nel passaggio, il Presidente Miranda ha sottolineato la mission dell’Università di Foggia, ormai ben radicata ne tessuto cittadino e provinciale. Quindi ha introdotto l’altro relatore, l’avv. Stefano Mele (laureatosi presso l’ateneo dauno ed oggi affermato professionista a Milano) che, raccogliendo spunti offerti dal precedente intervento, ha ribadito quanto l’innovazione tecnologica rappresenti opportunità come la “formazione a distanza” ha dimostrato in era Covid, innestando un’acuta riflessione: come sarà la nuova normalità?
“Penso convintamente – ha affermato l’avv. Mele – che la nuova normalità possa essere un mix tra il normale pre-Covid e la nuova realtà. Stiamo già facendo un salto tecnologico con erogazioni professionali tramite la rete attraverso spazi di opportunità che si sono evidenziati. Potremmo affiancare spazi di tradizionalità per non creare distacco dal rapporto umano. Dobbiamo imparare a sfruttare l’innovazione tecnologica valorizzandone gli aspetti positivi”.
Secondo il relatore, “l’importanza del digitale passa attraverso l’utilizzo consapevole delle moderne tecnologie, a cominciare dagli utenti più giovani sino a quelli anziani, insegnando loro il più possibile, senza tralasciare il comportamento civico e non trascurando i risvolti di danni psicologici. C’è bisogno di comprendere la strada fatta e dove stiamo andando. Insomma, un salto tecnologico che ha cambiato la nostra normalità”.
Proprio così. Come avviene nel Rotary con le dinamiche sul web. Il Presidente Mirandaha condiviso la tesi del relatore ed ha poi dato la parola al Governatore, un precursore dell’era digitale migrata nel Rotary, per le conclusioni finali. “Sono molto preoccupato – ha sostenuto Giuseppe Seracca Guerrieri – perché temo l’isolamento che deriva dall’uso esasperato di questi strumenti che conducono ad una forma di dipendenza da curare. D’accordo per l’uso consapevole. Come ogni cosa, tutto va utilizzato nella maniera giusta. Dobbiamo continuare a seminare questi valori”.
Al dibattito che è seguito hanno preso parte Patrizia Piemontese (valorizzazione del territorio guardando al mondo; necessità dell’efficienza) e Giuseppe Mammana (il digitale cambia il tempo e lo spazio della formazione; il nostro ritardo culturale; necessità di uso diffuso ed efficace delle nuove tecnologie).
Infine la chiosa finale del Governatore Seracca Guerrieri: “Noi abbiamo la nostra responsabilità di essere esempio e punto di riferimento nella società. Ai giovani: impegno e motivazioni non devono mai mancare”.

Michele Chiariello

IL R.C. VENOSA E LA GIORNATA DEL BANCO FARMACEUTICO

I soci del Rotary Club Venosa hanno partecipato  alla “Giornata di Raccolta del Farmaco” e  contribuito  alla realizzazione di un evento che, nonostante l’incertezza che caratterizza questo periodo, è ormai diventato un punto di riferimento annuale e un esempio di solidarietà a livello nazionale.

468.000 confezioni di medicinali donati, pari a un valore superiore a 3,5 milioni di euro, grazie a cui Banco Farmaceutico aiuterà 434.000 poveri di cui si prendono cura 1.790 realtà assistenziali in tutta Italia.

Non era scontato che, quest’anno, la Giornata di Raccolta del Farmaco ( dal 9 al 15 Febbraio) si potesse svolgere.,né che la partecipazione fosse così ampia. Invece, abbiamo assistito ad un vero e proprio moto collettivo di gratuità.

Il nostro Club ha sensibilizzato ed informato la cittadinanza di Venosa tramite una campagna sulle nostre pagine socia Facebook e Instagram.

I nostri soci   non si sono lasciati fermare nemmeno dalla neve  pur  di sostenere  l’iniziativa del Banco Farmaceutico e promuovere il principio fondamentale del diritto alla salute per tutti e sono stati presenti nelle tre farmacie che hanno aderito all’iniziativa , Bagnoli, Del Gallo e San Rocco, per aiutare gli enti assistenziali presenti sul territorio che si occupano di bambini e ragazzi, Il Cerchio Magico Onlus, e di anziani, Il Filo diArianna Onlus e la casa di riposo Villa Sant’Antonio.

La strada è ancora in salita e la crisi economica innescata da quella sanitaria continuerà a impoverire tante persone, ma sappiamo che possiamo contare sull’aiuto di un tanti generosi amici.


APERITIVO CON AUTORE: IL R.C. TRANI INCONTRA GIANRICO CAROFIGLIO

Gianrico Carofiglio, scrittore di successo ed ex magistrato barese, ha servito la Repubblica in Parlamento come Senatore per il Partito Democratico.
Della gentilezza e del coraggio. Breviario di politica e altre cose è il suo ultimo saggio: un elogio della capacità di “dubitare domandando” che fa della gentilezza una prova di coraggio, atto rivoluzionario di chi non rifiuta il conflitto ma lo considera parte integrante della convivenza.

R.C. TRANI. LIVE TOUR DELL’ESPERIMENTO CMS IN COLLEGAMENTO COL CERN DI GINEVRA

Il 26 gennaio 2021, promosso dal Rotary Club di Trani e sostenuto dal Rotary International Distretto 2120 (Puglia e Basilicata) in sinergia col Distretto 2032 (Liguria e Piemonte Sud) e col Distretto 2090 (Abruzzo – Marche – Molise- Umbria ), si è effettuato un LIVE TOUR dell’esperimento CMS (Compact Muon Solenoid) in diretta col CERN di GINEVRA, il Laboratorio che rappresenta sicuramente il prototipo della collaborazione scientifica nell’intera Europa.

Un collegamento specialissimo con il CERN per scendere 100 metri sottoterra e osservare il Compact Muon Solenoid (CMS) : a condurre la diretta da Ginevra la dott.ssa Lucia Silvestris, pugliese di origine, dal 1^gennaio 2021, Responsabile Nazionale dell’esperimento CMS.

E’ stato così possibile per i rotariani visitare eccezionalmente in live streaming uno dei quattro grandi rivelatori di particelle, installati presso l’acceleratore LHC (Large Hadron Collider) del CERN a Ginevra, scendendo con le videocamere a 100 metri di profondità. All’esperimento, a cui collaborano oltre 3000 fisici di 55 paesi diversi, contribuisce anche l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) con circa 350 tra fisici e ingegneri provenienti da 14 sezioni e due Laboratori Nazionali.

In diretta si è, quindi, realizzato l’inimmaginabile per i più : immergersi, sotto la guida esperta di fisici, in un tour virtuale delle macchine e delle apparecchiature installate per visitare aree diverse del CERN, abitualmente inaccessibili, con specifico riguardo al Compact Muon Solenoid, partendo dalla cosiddetta “sala dei conteggi” al Centro.

All’evento hanno partecipato, col Presidente del Rotary Club di Trani, Angela Tannoia, il Governatore del Distretto 2120, Giuseppe Seracca Guerrieri, il Governatore del Distretto 2032, Giuseppe Musso, il Governatore del Distretto 2090, Rossella Piccirilli, il Governatore Eletto Gianvito Giannelli (2120) e il Governatore Nominato Nicola Maria Auciello(2120), gli Assistenti, i Presidenti, in particolare dei RR.CC. di Andria, Barletta, Canosa, Valle dell’Ofanto, Bisceglie, Bari Sud, Jesi e Casale Monferrato, i PDG, le socie e i soci e gli studenti del liceo scientifico Vecchi.

Un evento straordinario nella sua peculiarità, con cui il Rotary club di Trani, ispirandosi agli ideali del suo fondatore, intende contribuire a diffondere il valore della ricerca scientifica, così eccellentemente rappresentata in organismi internazionali come il CERN anche da prestigiosi scienziati italiani.

Il Presidente del RC Trani

Angela Tannoia

https://www.traniviva.it/notizie/rotary-club-un-live-tour-dell-esperimento-cms-in-diretta-col-cern-di-ginevra

R.C. TRANI. SERVICE COVID A FAVORE DELL’ONLUS ARGES

Service COVID a favore dell’ONLUS ARGES per servizio di assistenza domiciliare.13 gennaio 2021La Presidente del Club, Angela Tannoia, col Responsabile dell’ARGES, dr. Enzo Falco, il Segretario del club, Mario Fucci, il Prefetto Emerito, Giacomo Vania, e il Consigliere Riccardo Infante.

UNA SERATA DEL R.C. TRANI SU FOTOGRAFIA TRA ARTE E SOCIETÀ

Serata su Fotografia tra arte e Società. Relatore : dott. Giorgio Pica, Presidente del Tribunale di Matera. Sono intervenuti il DGN Ing.Nicola Auciello, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati ( BT), Tullio Bertolino, l’Assistente del Governatire zona 1 Vincenzo Metastasio, i Presidenti dei RR.CC. Andria, Canosa, Valle dell’Ofanto, Bisceglie, Bari Sud, Matera, i numerosi soci.16 febbraio ore 20.30 on line.

LA FESTA DEGLI AUGURI 2020 DEL CLUB DI TRANI

Festa degli Auguri con lotteria natalizia a favore del Progetto LEGAL in Brasile. Sono intervenuti il Governatore del Distretto 2120, l’Assistente del Governatore, il Sindaco della città di Trani e S.E.Mons. Leonardo D’Ascenzo con messaggio augurale.