IL R.C. MELFI PER “UN MONDO FATTO BENE”

Le limitazioni imposte dal Covid-19 non hanno fermato le attività del Rotary Club di Melfi che nella serata del 13 novembre ha organizzato sulla piattaforma Zoom un interessante incontro con soci ed ospiti sul tema “Un mondo fatto bene”.

In apertura di serata, dopo i saluti di rito, il Presidente Giovanni Navazio ha presentato a grandi linee le iniziative che il Club, anche di concerto con gli altri Club di Basilicata, sta attuando, in questa difficile fase segnata dalla pandemia, per rispondere ai bisogni del territorio in linea con la “Cultura del dono” propria del Rotary.

Il Presidente ha quindi introdotto l’argomento dell’incontro ed ha presentato il relatore dott. Gaetano Megale.

Di origini melfitane, laureato con lode in psicologia sperimentale all’Università di Roma, è Independent ethics advisor e realizza attività di consulenza, progettazione di modelli di ricerca e misurazione dell’ethical risk e del clima etico organizzativo nonché di elaborazione di codici etici nell’ambito delle professioni.

Collabora con UNI – Ente Nazionale di Normazione – e per l’attività svolta ha ricevuto il Premio Scolari 2010.

Si è occupato in particolare dello sviluppo della cultura dell’integrità delle organizzazioni e dei professionisti mediante la predisposizione di un codice etico.

Il dott. Megale ha affrontato con entusiasmo e chiarezza espositiva la problematica relativa alla “legalità” e, dopo essersi soffermato sulle principali criticità legate al concetto di “norma cogente” ed alle ragioni alla base della sua inefficacia, ha introdotto il tema della “integrità”.

I concetti esposti, riconducibili a complesse teorie filosofiche, sono stati efficacemente esemplificati attraverso alcuni “dilemmi” che, mediante un sistema di sondaggio, sono stati sottoposti anche ai presenti col risultato di rendere la trattazione dinamica ed efficace.

Il relatore ha concluso il suo intervento richiamando l’attenzione sulla necessità di una cultura della legalità e dell’integrità basata sullo sviluppo del grado di ragionamento etico degli individui.

Dopo un ampio ed articolato dibattito, il relatore nel congedarsi ha inteso collegare la tematica da lui trattata con i principi del Rotary e con la “Prova delle quattro domande” di cui ha fornito interessanti materiali di approfondimento.

Al termine della interessante serata, ricca di spunti per costruire “Un mondo fatto bene”, il Club di Melfi ha conferito al relatore dott. Gaetano Megale la Paul Harris Fellow, alta onorificenza rotariana, per “la continua divulgazione e diffusione di un’Etica comportamentale come valore essenziale della condotta Umana, tema che trova un profondo legame con le Vie di Azione del Rotary e che interpreta nei fatti le virtù e lo spirito rotariano”.

Condividi su