Categoria: RC VENOSA

Rotary club Venosa

Inter Club Rotary Venosa – Melfi “Non morire di dubbi, il cuore non aspetta, chiama il 118”

Rotary club Venosa Rotary club Venosa Rotary club Venosa Rotary club Venosa Rotary club Venosa Rotary club Venosa

Il 18 gennaio scorso, presso la sede del Rotary Club Venosa, si è tenuto un inter-club con il Rotary Club di Melfi alla presenza dell’Assistente del Governatore Marco Saraceno, della Presidente del Club di Melfi Giuseppina Cervellino e del Presidente del Rotary Club Venosa Aurelio Caggianelli.
Il Relatore della serata è stato il Dr. Rocco Aldo Osanna, cardiologo interventista dell’Ospedale San Carlo di Potenza, Coordinatore regionale della Rete IMA(Infarto Miocardico Acuto)e socio fondatore del nostro Club. La relazione è stata incentrata, in particolare, sulla drammatica discrepanza della mortalità per infarto intra-ospedaliera e extra-ospedaliera.

In Italia le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte e il loro impatto in termini di mortalità, morbosità e sui ricoveri ospedalieri si mantiene elevato, rimanendo il primo problema di sanità pubblica.
Ogni anno, nel nostro Paese, circa 150.000 persone vengono colpite da infarto miocardico acuto.
La mortalità intra-ospedaliera si è ridotta di molto negli anni, anche nella nostra regione.
Grazie al buon lavoro di tutti gli operatori coinvolti nel percorso della Rete che ha determinato una importante riduzione dei tempi “pre-coronarici”, alla diffusione dell’angioplastica primaria e alla qualità delle terapie farmacologiche, la mortalità intraospedaliera è scesa al 5-6%.

Non altrettanto si può dire della mortalità pre-ospedaliera che è rimasta sostanzialmente invariata. Le cause sono da identificare nel
mancato riconoscimento dei sintomi, nella sottovalutazione degli stessi, nel ritardo con cui si arriva in ospedale e soprattutto nel mancato coinvolgimento del 118.

Il Dr. Osanna ha sottolineato, in particolare, che “non bisogna perdere tempo, non si deve aspettare che il dolore passi ‘spontaneamente’ se la durata è superiore ai dieci minuti. Non ci si deve mettere in macchina da soli o con un familiare o con un amico per raggiungere il pronto soccorso più vicino. Oltre che pericoloso, ciò comporta un ritardo nella diagnosi e nell’inizio della terapia che devono essere affidati al personale del 118. Non bisogna chiamare il medico di famiglia o raggiungere il suo ambulatorio. L’infarto deve essere trattato solo in ospedale e deve essere gestito dal 118”

Il relatore ha infine rimarcato che se si vuole ridurre significativamente la mortalità pre-ospedaliera per infarto, è necessario rilanciare periodicamente campagne di educazione e sensibilizzazione gestite come nel recente passato dalla Regione ed ha auspicato che tutte le organizzazioni di service come il Rotary possano sostenere attivamente tali campagne.

Tra robotica, cibernetica e intelligenza artificiale. Quattro club uniti per discutere di innovazione e tecnologie digitali

POTENZA – Interessante incontro a Potenza presso il Grande Albergo organizzato dal Rotary, che ha visto protagonisti quattro club: Potenza Torre Guevara, Potenza, Melfi, Venosa, unirsi per promuovere un tema di grande attualità ed interesse: “Innovazione, tecnologie digitali e intelligenza artificiale”. Quale sia l’impatto dell’intelligenza artificiale sulla società del futuro, quale sia lo stato dell’arte dell’applicazione dell’intelligenza, chi si trova in questo momento nella migliore posizione per beneficiarne, questi i quesiti introdotti da Marco Saraceno, assistente governatore
del distretto Rotary 2120, ai relatori presenti. Robotica, cibernetica e intelligenza artificiale stanno rivoluzionando la nostra vita dimostrando un vero cambiamento e una dirompente pervasività
della sfera etica e giuridica. “Lo sviluppo dell’intelligenza artificiale è una questione di assoluto rilievo e di carattere strategico per le aziende e per il mercato del lavoro”, commenta così a nome e per dei club presenti, Vito Telesca, Presidente Rotary Potenza Torre Guevara, “contento che tale argomento abbia affascinato i presenti e creato momenti di approfondimento soprattutto in virtù della prospettiva di progresso e crescita del nostro paese”. Tra i relatori di spicco Andrea Cioffi Senatore della Repubblica, già sottosegretario del Mise, ha evidenziato che la sfida tecnologica
dell’intelligenza artificiale e delle tecnologie digitali è destinata a modificare ogni ambito della nostra esistenza. Si tratta di un’opportunità senza precedenti, una sfida radicale, l’intelligenza artificiale è ritenuta, sia dal Governo Italiano che dall’Unione Europea, una delle tecnologie chiave per una nuova rivoluzione industriale guidata dalla transizione digitale.“Dobbiamo porci il problema di essere attenti a governare i processi e di indirizzare la rivoluzione tecnologica tenendo bene presenti la centralità dell’uomo, come tutte le grandi rivoluzioni tecnologiche”- cosi spiega
Gianpiero Lotito, amministratore delegato di FacililtyLive, presidente della European Tech Alliance, che rappresenta nell’Ue alcuni dei colossi europei delle tecnologie come Bla-BlaCar, Booking, Meetic, MyTaxi e Spotify -“dopo molti anni da inseguitrice l’Europa sta tornando a essere attrattiva a livello globale per le imprese tecnologiche innovative. L’obiettivo da intraprendere è diventare il Paese europeo all’ avanguardia in questi campi”. È importante tenere vivo il dibattito su temi come questo, un percorso difficile ma necessario per definire regole precise a cui tutti i protagonisti sono chiamati a concorrere.

Rosa Centrone- Rotary Club Venosa

Il patrimonio della lingua: Del Puente al Rotary club di Venosa

Il patrimonio della lingua: Del Puente al Rotary Club di Venosa

Incoraggiare, promuovere e sviluppare la comprensione, la buona volontà e la pace tra i popoli mediante una rete internazionale di professionisti e imprenditori di entrambi i sessi, accomunati dall’ideale del servire, questo lo scopo dei Rotary Club. Ispirandosi a tali principi, il Presidente del Club Rotary Venosa, Aurelio Caggianelli, ha organizzato un caminetto tematico “Un viaggio attraverso l’evoluzione delle parole e della lingua” come grande riscoperta delle proprie radici e consapevolezza della propria evoluzione e tradizione con la docente di glottologia e linguistica dell’Università degli studi della Basilicata e direttrice del Centro interuniversitario di ricerca in dialettologia Patrizia Del Puente.

Serata partecipata ed appassionata su un tema che ha interessato attivamente i presenti lasciando la voglia di saperne di più e di approfondire le meraviglie linguistiche della nostra lingua. Il Presidente del Club Caggianelli, salutando i presenti tutti, ha motivato la scelta del tema per il caminetto scelto “la lingua e i suoi dialetti è il grande patrimonio di un popolo e della sua identità e cultura”.

La Prof. Del Puente ha il grandissimo merito di aver condotto il più approfondito studio sulla ricchezza linguistica dei dialetti lucani con il progetto A.L.Ba, ossia l’atlante linguistico di Basilicata. “Basilicata, terra dai 131 comuni e dai 151 dialetti” cosi ha spiegato la Del Puente “la situazione linguistica lucana per varietà e complessità è un patrimonio inestimabile da scoprire e da approfondire, veramente una ricchezza indescrivibile”.

Tanti gli spunti e le piacevoli constatazioni delle varie trasformazioni che i nostri dialetti portano in se, similitudini assonanze dimostrano che nella lingua siamo sempre più unici e simili.

Rosa Centrone

ROTARY CLUB VENOSA_”CURRERE VENUSIA” MEMORIAL GINO COPPOLA MAIN SPONSOR

Bellissima giornata di sport anche grazie al Rotary Club Venosa, main sponsor della 10° edizione di ” Currere Venusia Memorial Gino Coppola”, gara che si è corsa domenica con la partecipazione di un nutrito gruppo di atleti provenienti anche dalle regioni vicine. I nostri complimenti vanno ai vincitori, a tutti i partecipanti e agli organizzatori. Ad maiora!

Rotary Club Venosa_Scambio Giovani

Il Rotary connette il mondo!
Presentazione ufficiale ai soci del giovane studente indiano Atharva Vimal, ospite del Club per il progetto Scambio Giovani. Atharva ha avuto modo di conoscere non solo i soci ma anche i ragazzi dell’Interact rappresentati dalla Presidente Giulia De Simone.

 

Rotary Club Venosa_La moda raccontanta attraverso i suoi protagonisti

Bellissima serata tra amici in compagnia di un ospite d’eccezione, lo stilista Moreno che rappresenta un’ eccellenza della città di Venosa.

Abbiamo ripercorso la vita, le esperienze ed i successi di Moreno attraverso immagini, musiche e racconti di un’ artista che ha saputo unire arte, natura e bellezza nelle sue creazioni.

  

Rotary Club Venosa_Scambio Giovani

Il Presidente del Rotary Club Venosa, Aurelio Caggianelli, e il Presidente della Commissione Scambio Giovani del Distretto 2120, Rosario Mastrototaro, hanno dato il benvenuto all’aeroporto di Bari allo studente indiano Atharva Vimal Zaveri che, ospite della famiglia Minutiello, frequenterà il prossimo anno scolastico presso il Liceo Scientifico di Venosa.

Il Rotary connette il mondo!

Scambio Giovani Rotary

Translate »