Giorno: 14 Marzo 2022

Dai Club della Bat una Borsa di Studio per neolaureati in Medicina all’Università di Foggia

, , , , ,

I Rotary Club Andria Castelli Svevi, Barletta e Trani hanno promosso il bando per concedere una Borsa di Studio pari a 1.500 euro a un neolaureato in Medicina nell’Università di Foggia residente nella provincia Barletta – Andria – Trani. Il premio è riservato a uno studente che non abbia superato i 28 anni di età e il vincitore potrà utilizzarlo per l’iscrizione e/o la partecipazione a convegni, congressi, master, corsi di specializzazione o per buoni destinati all’acquisto di materiale utile al prosieguo dell’attività professionale o di ricerca.

Sono esclusi dalla partecipazione al premio coloro che siano legati a rotariani da rapporti di parentela o affinità entro il sesto grado, da vincolo di coniugio o convivenza e nei casi in cui ricorrano situazioni di inammissibilità per ragioni legate all’Etica Rotariana. Le domande di partecipazione dovranno essere indirizzate entro e non oltre il 31/05/2022 a: Rotary Club di Andria Castelli Svevi, Barletta e Trani – Delegato Mario Fucci (Viale Venezia Giulia, 71/B – 76123 Andria); email: segreteriastudiofucci@live.it; tel. 0883/557572 – Cell. 339/6886125.

La domanda dovrà essere corredata di: Certificato di laurea con indicazione del voto finale e dei voti relativi ai singoli esami sostenuti; Curriculum studiorum; Dichiarazione in cui il candidato attesti di non ricadere nei criteri di inammissibilità previsti dal bando; Copia della tesi di Laurea magistrale; Titoli o attestazioni che il candidato ritiene utili ai fini della valutazione.

Il Premio verrà conferito su insindacabile giudizio di una apposita Commissione Giudicante composta dai Presidenti dei Rotary Club, che la presiedono, e da un Docente indicato dai Dipartimenti di Area Medica dell’Università di Foggia.

Copia integrale del Bando è scaricabile qui

La rivoluzione digital-culturale della Città Metropolitana di Bari. Riunione del R.C. Bari sud :

“La rivoluzione digital-culturale della Città Metropolitana di Bari”

In un momento in cui sembra prevalere l’interesse per le competenze e abilità digitali, parlare per una sera di libri e biblioteche ci riporta al piacere della lettura e ci fa scoprire anche come le due cose possano convivere e integrarsi.

Il merito va al Presidente del Rotary Club Bari Sud, Giancarlo Chiaia, per aver invitato, alla riunione rotariana odierna, Francesca Pietroforte a presentare il nuovo servizio di condivisione online

https://terradibariguestcard.medialibrary.it/home/index.aspx

di libri e giornali, messo a punto dalla Città Metropolitana di Bari. Un progetto, ha ricordato la relatrice, che nasce all’interno del piano strategico quinquennale, e che mira a dotare le biblioteche di accesso alla rete, favorendo così il ritorno dei lettori in un luogo dove ci si possa incontrare come comunità. E’ toccato poi a Maria Di Turi spiegare i vari step da seguire per accedere al sito e per utilizzare al meglio un servizio innovativo e gratuito messo a disposizione dei cittadini.

Ancora una volta il RC Bari Sud conferma la propria sensibilità ai temi della conoscenza e della crescita culturale della nostra gente.

Francesco Giordano

Il Rotary Club Cerignola “Verso la generazione del Villaggio Lunare”

Lunedi 20 gennaio 2022 primo appuntamento (virtuale) dell’anno del Rotary Club di Cerignola con gli istituti scolastici. Ospite d’eccezione su piattaforma Zoom il nostro socio onorario ing. Giuseppe Reibaldi, presidente dell’ONG “Moon Village Association”, per un incontro interattivo con gli alunni delle ultime classi del liceo Scientifico “A. Einstein” di Cerignola. Dopo i saluti istituzionali del presidente del club, dott. Francesco Dibiase, e della dirigente scolastica del liceo, dott. sa Loredana Tarantino, il relatore ha spiegato con grande capacità didattica come i viaggi sulla luna siano già realtà operativa e non più fantascienza, come siano organizzati e quali finalità abbiano. E’ seguito il dibattito, serrato e appassionato, sugli aspetti tecnico – scientifici dei ” viaggi” tra gli alunni collegati ( 250 ) e il relatore . Le conclusioni sono state affidate al governatore del distretto Rotary 2120 Gianvito Giannelli .

Il Rotary al tempo della trasformazione digitale: cambiamenti e nuove prospettive

21 Gennaio 2022: serata d’eccezione, in modalità mista (in presenza e da remoto), a villa Demetra, sede sociale del Rotary Club Cerignola, con un tema più che mai attuale: “Il Rotary al tempo della trasformazione digitale: cambiamenti e nuove prospettive”. Apertura a cura di Nicola Abbate (responsabile dei servizi informatici del Distretto 2120 Rotary) collegato da remoto, con la sua relazione ampia e appassionata, che ha dimostrato come il Rotary è, con la trasformazione digitale, interlocutore versatile e interattivo con e per i soci, i clubs, il mondo. A seguire, in presenza, il secondo ospite, Francesco De Luca, progettista web, che ha presentato, ai soci e agli ospiti, il nuovo portale del club, reso più accattivante e funzionale. Ha concluso la serata il consueto momento conviviale in cordialità ed amicizia .

Il Laboratorio di Sartoria Solidale del RC Foggia “Umberto Giordano” compie un anno

Lo scorso 8 marzo il Laboratorio solidaleCuciamo le relazioni” ha festeggiato, negli ambienti della Parrocchia di San Paolo Apostolo di Foggia, il suo primo anno di vita. E’ stata, infatti, la Chiesa ubicata nel quartiere periferico del Cep ad accogliere con entusiasmo, dodici mesi fa, l’iniziativa promossa e sostenuta dal Rotary Club Foggia ‘Umberto Giordano’, in collaborazione con la Caritas Diocesana e la Fondazione dei Monti Uniti del capoluogo dauno.

Ancora una volta il Club promuove azioni concrete di sostegno e formazione nei contesti più disagiati del territorio foggiano: il quartiere, posto all’estremo sud-est di Foggia, è uno dei rioni popolari della città, dove l’emergenza COVID ha stravolto la vita di tante famiglie accentuandone difficoltà economiche, fragilità personali, familiari e sociali.

Nonostante la pandemia ed il conseguente ‘disagio’ di aggregazione, è certamente positivo il bilancio delle attività del progetto sartoriale che ha registrato il coinvolgimento di dodici donne casalinghe, disoccupate: tutte hanno frequentato con partecipazione il corso, sentendosi sostenute non solo nell’apprendimento tecnico ma anche nell’autostima, nelle proprie capacità e autonomia.

Fondamentale il contributo della Parrocchia ‘San Paolo’, un luogo privilegiato per favorire la socializzazione, l’integrazione e la condivisione di esperienze e relazioni nella gioiosità dell’apprendimento. Tre sarte qualificate, esperte in taglio e cucito, sono state a disposizione delle corsiste due volte a settimana e sono state impegnate nella realizzazione di indumenti personali nuovi o riciclati e riportati a nuova vita. Passione e creatività gli ingredienti di questo promettente progetto coordinato dalla socia rotariana Maria Buono, costantemente attenta a soddisfare le esigenze delle corsiste.

“Il progetto – commenta la Buono – si pone in continuità con i precedenti percorsi sartoriali iniziati nel 2015 e sovvenzionati dal Distretto Rotary 2120. Finalità sottesa è di creare un circuito di formazione permanente sul territorio al fine di favorire lo sviluppo di un’economia circolare sostenibile attraverso la diffusione dell’arte del cucito, riciclo e riuso”.A ciò si aggiunge la speranza che, imparando un mestiere, tante donne possano progettare il proprio futuro proiettandosi in una dimensione anche lavorativa”, conclude la socia rotariana.

Grande soddisfazione espressa dal parroco don Antonio Menichella nel vedere realizzato il sogno di tante signore desiderose di uscire dall’isolamento della propria casa per aprirsi a nuove relazioni.

Sara PACELLA

   

Federico II e la Capitanata 800 anni dopo: conferenza al Rotary Club Foggia

Federico II a… Corte Corona. Nella ricorrenza dell’ottavo centenario dell’arrivo dell’Imperatore svevo in Capitanata, il 24 febbraio 2022 il Rotary Club Foggia, presieduto dall’On.le Paolo Agostinacchio, ha organizzato una interessante conferenza – svoltasi appunto presso la Sala “Corte Corona” – dal titolo “Federico II e la Capitanata 800 anni dopo”.

Relatore il Prof. Pasquale Favia (professore Ordinario di Archeologica Medievale e Coordinatore del Corso di Laurea in Patrimonio e Turismo Culturale presso l’Università di Foggia), con interventi dell’avv. Marco Scillitani e dell’avv. Giulio Treggiari, rispettivamente vice presidente del Rotary Club Foggia ed Assistente del Governatore del Distretto Rotary 2120. Moderatore il giornalista Micky de Finis, che sapientemente ha reso intrigante il dibattito.

Numerose le autorità rotariane, civili e del mondo accademico intervenute, tra cui il Prof. Pierpaolo Limone, Magnifico Rettore dell’Università di Foggia.

Dopo i tradizionali inni con onori alle bandiere, i lavori sono stati aperti dal Presidente Paolo Agostinacchio che ha innanzitutto rivolto un pensiero di forte preoccupazione per la guerra scoppiata in Ucraina rivendicando il diritto di solidarietà e di libertà per tutti i popoli, ed ha auspicato che la nostra Europa sappia essere protagonista della missione di pace mediante l’utilizzo dello strumento della diplomazia. Entrando nel tema della conferenza, il Presidente Agostinacchio ha sintetizzato un profilo dell’Imperatore Federico II: la sua concezione moderna dello Stato, la sovranità laica dell’Impero ed i veri motivi di contrasto e di rottura con il Papato.

A seguire, nel prendere la parola e la conduzione, il moderatore Micky de Finis ha stimolato il relatore a tracciare aspetti inesplorati del passaggio di Federico II in Capitanata.

Premesso che è arcinota l’ affascinante figura di Federico II di Svevia, re di Sicilia e Imperatore del Sacro Romano Impero, secondo il Prof. Pasquale Favia le riflessioni del mito dell’Imperatore svevo e dei luoghi legati alla sua memoria non possono non soffermarsi sulla Puglia e la Capitanata in particolare, terra da lui molto amata come testimoniano i numerosi castelli di caccia o di difesa militare costruiti o fatti restaurare (Foggia, Barletta, Apricena, Lucera), ma anche le presenze capillari delle domus, residenze di piacere e di sollazzo in stretto rapporto con il territorio (Lago di Salso, Foggia, Ordona per citarne alcune), spesso affiancate da aziende agricole (es. Masseria Pantano).

A parere dell’illustre relatore, si tratta di scrigni archeologici di eccezionale importanza che andrebbero adeguatamente valorizzati, dando così impulso all’attrattività turistica del territorio.

Nel successivo intervento, l’Avv. Marco Scillitani ha citato qualche aneddoto anche su aspetti meno conosciuti ed alternativi di Federico II come quello della strategia di dotarsi di un assetto amministrativo con il potere accentrato nelle sue mani istituendo uffici efficienti retti da funzionari preparati.

Federico II, inoltre, mostrava grande interesse per i molteplici campi del sapere e si fece promotore di importanti iniziative culturali come l’istituzione dell’Università di Napoli e la Scuola di Medicina di Salerno. A questo punto il moderatore Micky de Finis, rivolgendosi al relatore, ha evidenziato il ruolo del letterato Pier delle Vigne, braccio destro e fidato collaboratore dell’Imperatore. Pronta la replica del Prof. Favia: “forse avremmo avuto un’altra storia se i rapporti fossero andati diversamente, però non si fa la storia con i se ed i ma”.

Anche nelle conclusioni dell’Avv. Giulio Treggiari, Assistente del Governatore del Distretto Rotary 2120, non sono mancati i collegamenti con Pier delle Vigne, dei segnali di modernità come i diritti alle donne, nonché la crociata diplomatica del 1228 che oggi invochiamo per evitare dolori e lutti nell’attuale teatro di guerra in terra ucraina.

Michele Chiariello

Le piazze di Cerignola : il vuoto urbano pieno di contenuti

Le piazze di Cerignola : il vuoto urbano pieno di contenuti .

Questo il tema oggetto dell’incontro tenuto a Cerignola dall’architetto Michele Prencipe, dirigente del Settore Lavori Pubblici, Ambiente e Manutenzione del Comune di Cerignola, con i soci del Club. Grazie ad un filmato ottenuto con l’ausilio di un drone i presenti hanno ripercorso virtualmente alcune delle belle piazze di Cerignola che saranno oggetto di progetti di riqualificazione estetica e funzionale da parte dell’ Amministrazione Comunale. Un modo diverso, quindi, di vivere il significato delle piazze nella comunità cittadina. A conclusione della serata, prima del consueto momento conviviale, presentato il progetto service del Club di prossima esecuzione: l’apposizione di targhe illustrative ai palazzi storici di Cerignola.