SERVICE “LE INSIDIE DEL CYBERBULLISMO” ROTARY CLUB MELFI

Il 30 gennaio 2020 si è dato il via all’importante service che il Rotary club di Melfi ha messo in campo quest’anno nelle scuole del Vulture.
“LE INSIDIE DEL CYBERBULLISMO” è il titolo che è stato dato e già esso racconta il percorso intrapreso. Presso il Campus di Rionero in Vulture, sede del Liceo I.I.S. G. Fortunato, si sono dati appuntamento, il Questore di Potenza la dott.ssa Isabella Fusiello Dir. generale della Polizia di Stato con il suo preparatissimo staff, la Presidente del Rotary club di Melfi Pina Cervellino, il rotariano Avv. Donato Traficante esperto di materia giuridica, e due esperti delle dinamiche giovanili: il rotariano Giovanni De Lorenzo dottore in Psicologia e la Psicologa Psicoterapeuta Barbara Zaccagnino. Ad accoglierli c’era la D.S. Antonella Ruggeri, la Vicepreside Ciampa Gabriella e numerosi docenti che hanno accompagnato le varie classi dell’istituto.
La tematica emersa ha suscitato enorme interesse nei ragazzi della scuola coinvolgendoli direttamente, rendendoli protagonisti attivi della giornata formativa . Il service promosso consiste in una prima giornata di presentazione sulle insidie che si presentano sul web e nella rete, dopodiché si proseguirà con altre 2 giornate di formazione a contatto diretto con i ragazzi delle classi terze e quarte.
Il progetto presentato alla scuola di Rionero avrà luogo nei prossimi giorni anche a Melfi e Lavello, con l’impegno di divulgare e preparare al meglio gli adulti di domani. Il Rotary club di Melfi sta puntando sulla formazione e sulla coesione tra le cittadine del Vulture, cercando di dare la giusta strumentazione per poter rispondere al meglio alle esigenze e necessità che possono emergere dal territorio. Il progetto è stato pensato in continuità con un service sui giovani e le dipendenze che si è svolto qualche mese fa, proposto dai soci rotariani dott.ssa Giusi Gramegna e il dott. Gianvito Corona con la partecipazione di Giorgia Benusiglio che ha portato la sua importante testimonianza ad oltre 500 ragazzi delle scuole del Vulture, sulla tematica delle droghe di tutti i tipi come sostanze pericolose.
Il rotary club in linea con i propri valori, ancora una volta, si mette al sevizio della comunità.

Condividi su