R.C. FOGGIA: LA LEADERSHIP AL FEMMINILE E LA CONSAPEVOLEZZA DI SE STESSI.

Al di là della scontata ferma condanna a qualsiasi forma di maltrattamento alle donne, la conferenza organizzata il 25 novembre 2020 dal Rotary Club Foggia in occasione della Giornata Mondiale contro le violenze alle donne, è stata soprattutto l’opportunità per riaffermare il ruolo della donna che è sempre più artefice e protagonista nella società contemporanea, rivestendo anche incarichi in posizioni strategiche da sempre appartenuti all’universo maschile.
Tema dell’incontro on line: “La leadership al femminile. La consapevolezza di se stessi”. Ai lavori, moderati dal Presidente del Club, Luigi Miranda, hanno preso parte in veste di relatrici la dott.ssa Alfonsina De Sario, Commissaria della Polizia di Stato e referente dello Sportello antiviolenza sulle donne presso la Questura di Foggia, la dott.ssa Franca Dente, Presidente dell’Associazione “Impegno Donna”, e la dott.ssa Stefania Ficarelli, Agente di Assicurazioni, che hanno raccolto vasti consensi ed apprezzamenti da parte del numeroso pubblico, nell’occasione costituito anche da appartenenti ad altri Club oppure non soci.
Il Presidente Miranda ha preliminarmente salutato e ringraziato le autorità rotariane intervenute tra le quali il Governatore del Distretto 2120, dott. Giuseppe Seracca Guerrieri, che esordendo ha definito “una barbarie il tenere ancora aperto il problema sulle disparità e diseguaglianze di genere, peggio quando queste sfociano in violenze addirittura all’interno delle pareti domestiche” ed ha inteso porgere gratitudine al Rotary Club Foggia per l’encomiabile iniziativa.
Luigi Miranda, dopo aver sottolineato il ruolo del Rotary nel porsi come punto di riferimento facendosi anche carico di trasmettere a tutti i valori della vita collettiva, ha dato la parola alla Commissaria Alfonsina De Sario che ha ricordato le tappe nel lungo processo di inserimento e di conquista delle donne in posizioni chiave che soltanto recentemente, per esempio, hanno visto la prima funzionaria, la dott.ssa Pellizzari, nominata Vice Capo Vicario della Polizia.
La Commissaria De Sario ha poi evidenziato le principali iniziative poste in campo dalla Polizia di Stato soprattutto con campagne di prevenzione del tipo “Questo non è amore” finalizzata a fornire informazioni alle donne in situazione di rischio, oltre al “Protocollo Eva” con la raccolta ed il monitoraggio dei dati al fine di implementare tutte le informazioni riguardanti precedenti interventi delle forze dell’ordine presso un certo indirizzo e di calibrare il tipo di operatività nell’ambito di mirate strategie di prevenzione e contrasto. Infine la relatrice si è soffermata sugli aspetti del cosiddetto “Codice Rosso”, in vigore da poco più di un anno, che ha previsto nuovi reati ed ha introdotto dispositivi per una maggiore protezione delle donne.
Dello stesso tenore l’intervento della dott.ssa Franca Dente, Presidentessa dell’Associazione “Impegno Donna”, il centro antiviolenza che da oltre 24 anni affronta sul campo la dura battaglia in difesa delle donne. “Un cammino lento – ha detto la relatrice – ma che gradualmente registra il cambiamento nella direzione sperata. Ma in tal senso vanno educate le nuove generazioni agendo sin dall’orientamento dei ragazzi, senza tralasciare idonea formazione negli adulti”.
Dopo le riflessioni offerte dall’esperta relatrice, il Presidente Miranda ha rivolto domande alla dott.ssa Stefania Ficarelli, imprenditrice di successo nel campo assicurativo, circa le difficoltà dovute superare e le discriminazioni incontrate nel percorso di carriera.
“Il management aziendale – ha risposto la giovane manager – mi valuta attraverso i numeri procurati dall’intermediazione assicurativa. Pur operando in una società ben strutturata, agli inizi ho fronteggiato un forte pressing su perfomance dei risultati. Armonizzato questo aspetto, ora vivo felicemente l’evoluzione generazionale da mamma, il cui ruolo è sempre difficile da conciliare con quello di imprenditrice. Pertanto non deve mai mancare la consapevolezza di essere donna”.
E’ seguito un interessante dibattito con riflessioni e testimonianze portate dagli interventi di Liliana Santoro, Mary Manzo, Camillo Maruotti, Rossella Fini, Angelo Corbo.
Infine, il Presidente Luigi Miranda, prima di lasciare la parola all’Assistente del Governatore Luigi Zangrilli, ha ringraziato tutti gli intervenuti per aver così reso possibile il raggiungimento dello scopo dell’evento ribadendo il motto del Governatore: “C’è bisogno di Rotary”.

Michele Chiariello

Condividi su