Il Distretto 2120 nel Comitato Interpaese Italia – Palestina

«Considero una preziosa occasione la costituzione del Comitato Interpaese per affrontare nuove sfide e cogliere nove opportunità di relazioni e di ben operare nell’interesse comune e, in particolare, dei nostri amici palestinesi». E’ il commento del Governatore del Distretto Rotary 2120, Gianvito Giannelli, a margine della cerimonia per la consegna della “Carta” al neonato Comitato Interpaese Italia – Palestina.

Giannelli si è detto «particolarmente onorato» di aver aderito all’iniziativa: «La disponibilità a introdurre il Distretto 2120 nel nuovo organismo è stata immediata ed entusiasta, nella consapevolezza delle infinite opportunità di servizio che si aprono davanti a noi dalla cooperazione e dall’amicizia con il Distretto e i Club di quell’area del Medio Oriente».

Del Comitato Interpaese fanno parte, oltre al 2120 (Puglia e Basilicata), i Distretti 2031 (Piemonte nord-Valle d’Aosta; Governatore Luigi Viana), 2032 (Piemonte sud – Liguria; Governatore Silvia Scarrone), 2080 (Lazio – Sardegna; Governatore Gabriele Andria), 2101 (Campania; Governatore Costantino Astarita), 2102 (Calabria; Governatore Ferdinando Amendola), 2110 (Sicilia – Malta; Governatore Gaetano De Bernardis).

«Noi palestinesi – ha osservato il coordinatore nazionale dei Comitati Interpaese della Palestina, Iyad Aburdeineh – cerchiamo amicizia e fratellanza con tutti i Paesi e promuoviamo la pace, la giustizia e il rispetto dei diritti umani internazionali. Cerchiamo quindi di approfondire le nostre relazioni ed espandere i nostri rapporti con i Paesi amici e di estendere il nostro aiuto per servire principalmente il settore sanitario, senza tralasciare gli altri. I nostri amici italiani hanno una lunga storia di supporto alla Palestina, ma questa volta stiamo creando un percorso più strutturato per fornire un servizio migliore».

Il Pdg Alessandro Pastorini, coordinatore nazionale dei Comitati Interpaese di Italia, Malta e San Marino, ha spiegato che «la cerimonia della consegna della Carta è sempre un momento di grande importanza ed emozione. La nascita di questo nuovo Comitato è il frutto di una collaborazione che da oltre un anno trova realizzazione in un importante Global Grant a favore dei bambini palestinesi affetti dalla nascita da sordità grave».

Il Governatore del Distretto 2452 (Palestina, Armenia, Bahrain, Giordania, Libano e Emirati Arabi Uniti) Ashot Karapetyan, ha rimarcato che «i CIP sono un veicolo perfetto che unisce i rotariani in un bisogno comune». «La nostra esperienza nel servizio internazionale – ha aggiunto – ha confermato che negli ultimi anni l’organizzazione dei Comitati Interpaese si è sviluppata nella giusta direzione e i risultati del nostro lavoro, di cui sentiremo molto parlare nel prossimo futuro, lo testimoniano».

Chiudendo l’incontro, il Pdg Gian Michele Gancia, Presidente ICC Italia – Palestina, ha spiegato: «L’ICC Italia – Palestina entra così nella rete dei 400 ICC Rotary formata da Club e Distretti di due o più Paesi che collaborano a progetti per ampliare le amicizie e la comprensione interculturale, promuovere legami più forti tra soci, Club e Distretti di Paesi diversi e stabilire network oltre i confini nazionali, con l’obiettivo di servire per cambiare la vita delle persone e con il fine ultimo di promuovere sempre e comunque la pace».

Vittorio Massaro

Condividi su

" ,