I ROTARY CLUB DI FOGGIA E MANFREDONIA UNITI PER LA RACCOLTA FONDI PRO “END POLIO NOW”

Il 24 ottobre, Giornata Mondiale della Polio, i Rotary Club Foggia, Foggia “U. Giordano”, Foggia “Capitanata” e Manfredonia hanno organizzato una raccolta fondi per contribuire alla campagna “End Polio Now” del Rotary International che si prefigge l’eradicazione della terribile malattia. L’evento si è tenuto nella splendida Sala Fedora del Teatro “U. Giordano” con un concerto pianistico dal titolo “Fryderyk Chopin: un viaggio narrato fra le sublimi note…” eseguito dal m° Antonio Nardella, affiancato dalla voce narrante di Gioseana Diomede.

Un’occasione per parlare anche della Campagna Polio ai tanti non rotariani intervenuti invitati dai soci dei club, campagna che è stata condivisa con l’intera città grazie alle immagini fatte scorrere per l’intera giornata su un maxischermo led che si erge in un punto strategico!

La serata, aperta dal Presidente del Rotary Club Foggia, Giancarlo Ciuffreda, che ha sottolineato i punti salienti dell’ormai quarantennale iniziativa benefica del Rotary International esplicitati anche con la proiezione di un interessante video, è poi proseguita con i ringraziamenti ed i saluti rivolti dai Presidenti degli altri Rotary Club partecipanti: Nicola Cintoli (R.C. Foggia “Giordano”), Lorenzo Mantuano (R.C. Manfredonia) ed Angela Ciuffreda (Vice Pres. R.C. Foggia “Capitanata”). Prima dell’inizio del concerto, l’intervento conclusivo di Luigi Miranda, Assistente del Governatore Vincenzo Sassanelli, che ha porto i saluti e le congratulazioni del Governatore del Distretto 2120 “Puglia-Basilicata”, evidenziando anche la forza della coesione tra i Club nella condivisione degli obiettivi della solidarietà rotariana.

Prima dell’inizio del concerto, l’intervento conclusivo di Luigi Miranda, Assistente del Governatore  Vincenzo Sassanelli, che ha porto i saluti e le congratulazioni del Governatore del Distretto 2120 “Puglia-Basilicata”, evidenziando anche la forza della coesione tra i Club nella condivisione degli obiettivi della solidarietà rotariana.

Dopo la presentazione introduttiva della voce narrante Gioseana Diomede, il m° Antonio Nardella ha tracciato un profilo di Fryderyk Franciszek Chopin: la sua famiglia di origine abitante a pochi chilometri da Varsavia, la predisposizione musicale sin da bambino, gli studi e finalmente le successive esperienze a Venezia, Salisburgo, Monaco, Stoccarda, sino alla meta finale di Parigi. Quindi la tormentata relazione decennale con l’inquieta scrittrice George Sand, il soggiorno invernale nel clima umido di Maiorca che peggiorò la salute del musicista, il suo ultimo concerto a Londra a favore di profughi polacchi, infine il ritorno a Parigi dove morì assistito dalla sorella Luisa.

L’appassionante racconto della breve vita del “genio” Fryderyk (come a ragione definito da Robert Schumann), è stato intervallato dal morbido passaggio delle mani dell’eccellente m° Antonio Nardella sulla tastiera del pianoforte offrendo così agli ospiti – presenti nella suggestiva ed elegante Sala Fedora – le linee melodiche chopiniane che alternano un variare del ritmo con modulazioni dell’armonia. Insomma una bellissima serata di buona musica, cultura e ravvivamento del nobile fine di cancellare per sempre la terribile poliomielite salvando così tanti bambini nel mondo.

Insomma una bellissima serata di buona musica, cultura e ravvivamento del nobile fine di cancellare per sempre la terribile poliomielite salvando così tanti bambini nel mondo.

Michele Chiariello

Condividi su
Translate »