Dalla Rivista Nazionale Rotary del mese di Ottobre 2019_Borsa di Studio Sviluppo Economico Bio

Bari incontra Tirana per un service a sostegno dell’economia bio
__ a cura di Nicola Nuzzolese

Creare opportunità di lavoro in agricoltura biologica sociale e generare reddito in aree sottosviluppate dell’Albania. Il service, denominato Sviluppo Economico Bio, è stato promosso nell’Anno Rotariano 2017-2018 dal Rotary Club Bari Sud (Presidente Nicola Nuzzolese) con il Rotary Club Tirana (Presidente Florian Salaj), in partenariato con l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari (Direttore Maurizio Raeli). La realizzazione del progetto è stata resa possibile dal finanziamento ottenuto dal Distretto Rotary 2120 Puglia e Basilicata (Governatore Gianni Lanzilotti e Presidente della Commissione Distrettuale per la Rotary Foundation PDG Riccardo Giorgino) e dalla Rotary Foundation (Presidente R. I. Ian H. S. Riseley) per un importo complessivo pari a 30 mila dollari americani.
A beneficiare della borsa di studio è stata una giovane professionista albanese – Moltine Prebibaj – attraverso il service ha potuto conseguire la formazione specifica che, al termine del corso di studi, le ha consentito di fornire consulenza al Consorzio agricolo albanese, all’Istituto di Agricoltura Biologica e direttamente agli olivicoltori e a piccoli agricoltori di comunità albanesi sottoservite. Le sue competenze hanno così dato impulso all’incremento significativo della produzione e della commercializzazione di ortofrutta, di olio d’oliva e olive da tavola.
La formazione professionale è stata curata dall’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari, centro transazionale di formazione post-universitaria, ricerca scientifica applicata e progettazione di interventi con attenzione all’imprenditoria, alla leadership comunitaria e alla conoscenza di finanza. La dottoressa Prebibaj ha rappresentato un esempio ancor più prezioso, di importanza strategica per una crescita moderna e inclusiva per la società albanese, dacché rappresenta una spinta all’emancipazione femminile e alla formazione di leader che non siano esclusivamente maschili.
Moltine è stata selezionata tra più candidati mediante valutazione del curriculum (carriera accademica, titoli, precedente esperienza lavorativa nel campo dell’agricoltura sociale, competenze linguistiche, attitudini personali e caratteriali) e in base alle referenze dell’Istituto Agronomico  Mediterraneo di Bari – CIHEAM.
Il bagaglio di esperienze, gli studi e i piani futuri della candidata l’hanno resa l’unica in grado di attivare tutta una serie di processi economici e
sociali, di valorizzazione delle risorse naturali, di coinvolgimento delle comunità povere nei dintorni di Tirana, per migliorare le condizioni economiche, produrre qualificazione professionale,emancipazione, istruzione e in generale migliori condizioni di vita per tutti, riducendo povertà e conflitti.
A seguito della specifica formazione la borsista è vera e propria leader comunitaria. A ogni rientro in Albania ha introdotto in agricoltura bio nuove
e più innovative modalità di produzione e commercializzazione di prodotti (olio di oliva e olive da tavola, ortaggi e frutta). Insieme al Consorzio agricolo albanese e all’Istituto di agricoltura biologica ha realizzato un network di piccoli agricoltori facilitando l’accesso ai mercati e lo sviluppo di legami.
L’introduzione in agricoltura biologica di nuove e più innovative tecniche ha generato un incremento attivo del l0% della produzione e della commercializzazione di prodotti. Questo ha determinato la crescita delle economie locali e ha consentito di offrire impiego ai residenti delle comunità povere.
Moltine Prebibaj ha anche continuato con grande successo e soddisfazione il rapporto lavorativo e collaborativo con lo Iam – CIHEAM di Bari.
I soci del RC Bari Sud dedicati al progetto (Nicola Nuzzolese, Gaetano Romanelli, Carmen Russo) hanno valutato scelte comunitarie, avviato il
progetto, gestito implementazione e budget del progetto, collaborato con la sede italiana del CIHEAM – Iam, ricevuto fondi, promosso il progetto nella comunità anche tramite social media, assicurato assistenza e supporto alla borsista, comunicato e preso decisioni con lo sponsor internazionale.
Due soci del Rotary Club Tirana (Florian Salaj, Gjegji Vasili) hanno fornito supporto tecnico e monitorato e misurato i progressi e i risultati, hanno
preparato la borsista per viaggi e studi presso il CIHEAM – Iam di Bari, hanno comunicato e preso decisioni con lo sponsor ospitante.
Lo sponsor internazionale ha inoltre monitorato costantemente e misurato gli effetti positivi dell’introduzione in Albania delle nuove tecniche apprese
nel corso della borsa di studio. Sviluppo Economico Bio è stato reso possibile dai versamenti effettuati dal Club nei tre anni precedenti e dalla partecipazione attiva e personale di molti rotariani del Distretto

Condividi su