CARCINOMA MAMMARIO: IL DISTRETTO 2120 DEDICA UNA SETTIMANA ALLA PREVENZIONE

Con una decisione coraggiosa e significativa il Governatore del Distretto 2120, Nicola Maria Auciello, ha pensato di dedicare un’intera settimana alla prevenzione del carcinoma mammario, nel mese di ottobre: mese in cui l’AIRC focalizza la sua attenzione sui tumori femminili.

L’iniziativa è partita dal desiderio del Governatore Auciello di affrontare le tematiche del service D.E.I. (Diversità, Equità, Inclusione) proposto dalla prima donna Presidente Internazionale del Rotary, Jennifer Jones.

Una particolare attenzione va alle socie del nostro distretto nell’ottica del rispetto della diversità di genere” sostiene il Governatore Auciello che ha incluso molti nomi femminili nel suo staff e ha già proposto il 16 ottobre un concerto teatrale al Teatro “Anche cinema” di Bari dal titolo Spotlight on women, un excursus canoro e coreografico su pregiudizi ed emarginazione di genere fino alla violenza domestica. Il concerto è servito anche a raccogliere fondi per il Service Empowering Girls e finanziare una borsa di studio per una giovane donna in difficoltà.

La settimana di prevenzione del carcinoma mammario si è svolta dal 23 al 30 ottobre e moltissimi club hanno aderito all’iniziativa realizzando eventi di divulgazione o prevenzione e/o acquistando i kit di spillette con il nastrino rosa dell’AIRC e contribuendo così alla ricerca.

Eventi importanti sono stati realizzati dai Rotary club di Acquaviva delle Fonti-Gioia del Colle, Corato, Ginosa- Laterza, Galatina-Maglie-Terre d’Otranto, Lecce, Lecce Sud, Rutigliano-Terre dell’uva, San Giovanni Rotondo, San Severo Tricase- Capo di Leuca, Venosa; conferenze e incontri con esperti e professionisti ma soprattutto screening di prevenzione gratuiti a disposizione dei cittadini.

Hanno acquistato i kit dell’AIRC i Rotary Club: Acquaviva delle Fonti-Gioia del Colle, Altamura- Gravina, Bari, Bari Castello, Bari Sud, Barletta, Bisceglie, Brindisi, Brindisi Appia Antica, Brindisi Valesio, Foggia, Foggia Umberto Giordano, Gargano, Ginosa Laterza, Manduria, Potenza, Putignano, Rotaract Club Taranto, Rutigliano- Terre dell’uva; San Giovanni Rotondo, San Severo, Senise Sinnia, Valle dell’Ofanto-Margherita di Savoia-San Ferdinando-Trinitapoli; Lecce;

All’interno della settimana due eventi più importanti rivolti a tutto il distretto, il primo una tavola rotonda su Zoom il 26 ottobre sulla prevenzione e il secondo, in presenza, il 30 ottobre, a Rutigliano sulla ricerca.

Grande successo per la Tavola rotonda che, dopo i saluti di rito e l’intervento del Governatore ha alternato relazioni di illustri e preparatissimi esperti del settore: il dott. Giuseppe Perrone, oncologo e Presidente della Commissione Prevenzione e cura delle malattie che ha incentrato la sua relazione sui sistemi di prevenzione attraverso autopalpazione e le modalità per una diagnosi precoce; il convegno è proseguito, moderato da Vincenzo Manuppelli, presidente della Commissione Distrettuale Sanità, con l’intervento del dott. Marcello Di Millo, responsabile Breast Unit del Policlinico Riuniti sugli approfondimenti chirurgici; un’occasione per rassicurare sulla evoluzione nei procedimenti chirurgici che tendono a ridurre sempre più le asportazioni e ad attuare una contestuale ricostruzione, quando possibile; delle terapie non chirurgiche e delle novità in questo settore, ha parlato il dott. Enrico Basso, dirigente medico oncologo presso l’ospedale di Potenza; è seguita poi la toccante testimonianza della dott.ssa Alessandra Ena che ha raccontato il doloroso percorso della malattia ma come da questa esperienza le si sia offerta una opportunità e di come ora sia la referente regionale per la Puglia dell’Associazione Europa Donna.

Il dott. Antonio Petrone, psicologo, psicoterapeuta e psico oncologo ha davvero catturato l’attenzione di tutti centrando l’attenzione sulla necessità di conoscere sé stessi e le proprie emozioni per affrontare ogni evento tragico nella vita come una malattia grave e per confrontarsi con una esperienza drammatica come la morte.

Il tema incute paura ma gli esperti lo hanno affrontato in modo incoraggiante e nell’ottica di indurre a maggiore prevenzione. È seguito un lungo dibattito con interventi e domande a sancire il grande interesse per la serata.

Il 30 ottobre invece a Rutigliano, l’evento conclusivo, con rotariani provenienti da tutto il distretto e il coinvolgimento dell’AIRC Puglia. Sono intervenuti il DG Nicola Auciello che ha chiarito il senso di questa iniziativa, il PDG Titta De Tommasi, Coordinatore dei Progetti distrettuali che ha auspicato la prosecuzione negli anni di questo service, il DGN Lino Pignataro, presidente della Commissione D.E.I. che ha illustrato le finalità del service D.E.I. e come bene si collochi al suo interno una iniziativa del genere.

Hanno preso la parola anche il Sindaco di Rutigliano dott. Giuseppe Valenzano per salutare ed esprimere il suo compiacimento per l’iniziativa e il Presidente del RC Rutigliano Terre dell’uva, avv. Giuseppe Palmino, che, tra l’altro, ha ringraziato il Governatore per aver scelto il Club  da lui presieduto quest’anno, per organizzare una manifestazione distrettuale di così alto rilievo.

La seconda parte della mattinata è stata caratterizzata da un ospite di eccezione e di grande spessore, il prof. Michele Mirabella, presidente del Comitato AIRC Puglia.

Con il prezioso intervento del moderatore il dott. Micky dé Finis, giornalista, il prof. Mirabella, letterato, scrittore, giornalista, autore, regista in televisione, cinema e soprattutto teatro, grande divulgatore e comunicatore, insieme alla dott.ssa Lucilla Crudele, giovanissima ricercatrice e volontaria dell’AIRC, ci hanno parlato della ricerca, dei suoi progressi e di quanto sia necessario investire per ottenere risultati sempre più importanti.

Mirabella ha trattato il tema con grande spontaneità, parlando di argomenti molto seri, alternandoli tuttavia ad aneddoti della sua vita e della sua carriera che hanno divertito il pubblico. Lucilla Crudele, con la sua freschezza e spontaneità, ha fatto percepire la ricerca e l’impegno nell’AIRC come qualcosa di naturalmente coinvolgente.

Il Governatore, con le sue conclusioni, ha tirato le fila di una mattinata unica e speciale per la calda accoglienza del RC Rutigliano Terre dell’Uva, per lo spessore di tutti gli interventi e per la rara capacità comunicativa con cui il prof. Mirabella ha saputo intrattenere l’audience su un tema difficile e delicato. Al termine, un clima di piacevole e consapevole orgoglio per tutti i partecipanti per avere sostenuto come rotariani del Distretto 2120 questa importante campagna e per aver trasformato, grazie ad un’intuizione del nostro Governatore, un’azione che poteva risultare solo benefica e che quindi non sarebbe rientrata nello spirito della nostra associazione, nell’opportunità di un grande service rotariano.

 

Condividi su