VISITA DEL GOVERNATORE AL CLUB ALTAMURA GRAVINA

Il giorno 20 ottobre il Club Rotary Altamura-Gravina ha ricevuto la visita del Governatore dott. Giuseppe Seracca Guerrieri. Questa ricorrenza, ormai istituzionalizzata nella prassi rotariana, ha previsto inizialmente l’incontro con il presidente del club dr.ssa Emilia Casiello, per mettere a punto le strategie al fine di realizzare gli obiettivi distrettuali e del club. Subito dopo vi è stato l’incontro del Governatore con i componenti del Consiglio Direttivo ed i presidenti delle commissioni, questi ultimi invitati, ciascuno per i settori di competenza, a collaborare con il Consiglio direttivo del club nel predisporre le azioni da intraprendere sul territorio.
In serata si è svolto l’incontro con i soci, sia in presenza  sia a distanza con collegamento via web, incentrato sul discorso ufficiale del Governatore, del quale inizialmente, per prassi, è stato letto il curriculum vitae,  professionale e rotariano.
Il Governatore, con eloquio garbato ma nel contempo preciso e rigoroso, ha tracciato le azioni che quest’anno il Distretto 2120 intende perseguire. E’ stato un invito alla collaborazione dei soci per intraprendere, tutti insieme, una serie di “service” che si presentano di difficile realizzazione a causa delle enormi difficoltà di questo momento storico, in cui ci si deve difendere in primis dalla grave situazione sanitaria.
Il motto internazionale, “Rotary opens Opportunities”, più che con la versione italiana “Il Rotary crea opportunità”, lo si intende meglio traducendolo alla lettera, con il verbo “aprire”, tant’è che il logo contiene tre porte aperte di colore diverso. Il Presidente internazionale Holger Knaack, tedesco, ha dunque indicato l’inizio di possibili cammini diversi secondo i vari e diversi obiettivi rotariani, che tuttavia trovano una convergenza lungo la via maestra dei progetti rotariani concreti ed efficaci a favore delle comunità bisognose.
Il Governatore, enunciando il motto distrettuale “C’è bisogno di Rotary”, invita il club a muoversi lungo le azioni fondamentali del rafforzamento dell’effettivo, cooptando però soci attivi e motivati circa il ruolo da assumere all’interno del club. Segue l’azione professionale e cioè quello scambio di esperienze e competenze senza le quali, non si potrebbe conseguire alcun progresso significativo. Particolare attenzione va dedicata all’azione sul territorio, affinché le popolazioni più vicine possano godere di migliori opportunità grazie all’azione del Rotary.
Il Governatore ha invitato il Club Altamura-Gravina ad aderire anche alle iniziative del Distretto e a quelle più ampie a carattere internazionale, specificando alcuni tratti salienti di un progetto distrettuale per il quale il Club Altamura-Gravina ha già comunicato la propria adesione. Si tratta del progetto denominato “ Rotary in the sky” dove ogni club del Distretto presenterà un video della durata di due muniti con la valorizzazione del territorio con l’intento di promuovere sia in Italia che all’estero i particolari paesaggi che caratterizzano le regioni della Puglia e della Basilicata.

E’ evidente che l’azione di ogni club, partendo dalla soluzione dei particolari problemi del territorio in cui vivono i soci, deve poi poter volgere lo sguardo più in alto e in più vasti spazi. Tuttavia i progetti più ambiziosi richiedono un partenariato più complesso e un’azione più incisiva e coordinata fra le varie componenti del Rotary.

Un altro aspetto significativo è rappresentato dal coinvolgimento nelle azioni rotariane delle nuove generazioni, prestando la massima attenzione a quei progetti che riguardano gli studenti, come quello dedicato alla cura delle dipendenze di vario genere.
Successivamente ha preso la parola anche la consorte del Governatore, signora Maria Lucia che ha ringraziato il Club per la partecipazione al progetto da lei sponsorizzato e denominato “ Progetto Itaca” finalizzato alla creazione di una Club House nella città di Lecce per l’assistenza ed il recupero di persone affette da disturbi mentali.
In chiusura vi è stato il tradizionale scambio dei guidoncini e la consegna al Governatore di alcuni volumi sulla città di Altamura e di Gravina oltre ad una formella in ceramica che rappresenta le cattedrali delle due città

Domenico Denora

Condividi su