Tag: associazionepesciolinorosso

Meeting fra Rc Valle dell’Ofanto e associazione “Ema-Pesciolino Rosso” per ragionare sul rapporto genitori-figli

, ,

Il difficile rapporto tra genitori e figli, specie nella fase adolescenziale in cui i giovani possono rimanere facilmente preda di droga e alcool, è uno dei temi di cui si è sempre occupato il Rotary nei suoi service nell’ambito del sociale e della educazione e formazione giovanile.

Ma cosa c’è di più utile e di meglio per dare una qualche soluzione a questi problemi che promuovere un meeting con l’Associazione “Ema-Pesciolino Rosso”, nata per essere una community, ovvero un luogo dove genitori e figli si possono incontrare e condividere messaggi di speranza e amore e per sostenere i giovani nella forma di divulgazione e prevenzione.

Per tale esigenza il Presidente del Rotary Club Valle dell’Ofanto, Grazia Delia, con la collaborazione della Past President, Lucia Cinque, ha voluto organizzare un doppio appuntamento con il Dott. Gianpietro Ghidini, fondatore dell’Associazione e papà di Emanuele, un ragazzo che a soli 16 ha perso la vita gettandosi in un fiume a causa della droga assunta nel corso di una festa con amici.

Un padre che invece di ripiegarsi sul suo dolore, ha reagito con forza e determinazione donando la sua vita ai giovani e alla loro crescita, che per questa causa, dal 2014, ha tenuto più di 1900 incontri in oltre 500 città di tutta Italia, portando negli oratori, nelle scuole e nelle piazze la sua testimonianza per richiamare attenzione e sensibilità verso il problema della corretta impostazione del rapporto genitori e figli.

Il primo incontro è stato realizzato il pomeriggio del 30 marzo scorso presso il Centro Sportivo M&M Blue Vibes di Margherita di Savoia, generosamente messo a disposizione dal proprietario, Michele Martire, un coraggioso imprenditore che con la realizzazione del centro ha voluto dare una risposta concreta alle esigenze sportive e sociali dei giovani delle città di Margherita di S., Trinitapoli e San Ferdinando di P. e, in questo caso, ha dato l’opportunità di realizzare questo il service del Rotary a favore di un folto e attento pubblico di genitori.

Il secondo appuntamento, programmato nella mattina del 1° Aprile scorso, ha visto, invece, la partecipazione di oltre 150 studenti delle 4^ classi dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Dell’Aquila Staffa” nel magnifico Auditorium sito nel plesso scolastico di San Ferdinando di Puglia.

I giovani studenti, a cui è stata data la possibilità di prepararsi attraverso la lettura e la riflessione sulle pagine dell’ultima fatica letteraria del Dott. Ghidini dal titolo “Era tutto perfetto”, sono stati ottimamente preparati e seguiti dal Prof. Cosimo Damiano Lattanzio, che si vuole ringraziare per l’amore, l’impegno e il coinvolgimento che ha voluto e saputo mettere durante il meeting.

Così come si ringrazia il Dirigente dell’Istituto, Prof. Ruggiero Isernia, che è aduso a offrire una consolidata amicizia e collaborazione al nostro Club mettendo a disposizione la sua eccellente e polifunzionale struttura e la sua sensibilità a queste particolari problematiche formative.

Ambedue gli appuntamenti, sebbene con connotazioni diverse, sono stati permeati dal forte ed evidente coinvolgimento dei partecipanti che il Dott. Ghidini ha saputo attrarre a sé con le sue parole ricche di pathos e, a tratti, di vera autentica commozione.

Un’atmosfera, specie nell’incontro con gli studenti, piena di attenzione e religioso silenzio, soprattutto quando sono state proiettate alcune suggestive immagini della vita quotidiana di Emanuele prima della sua tragica scomparsa, tanto da meritare una standing ovation dei presenti nell’Auditorium.

Gli incontri sono stati immortalati dalle pregevoli foto dei nostri amici Igor Skizz e Peppino Beltotto, ambedue particolarmente legati al Rotary Club Valle dell’Ofanto.

Non poteva mancare, in conclusione, il dono al dott. Ghidini del gagliardetto del Club in segno di amicizia e gratitudine per aver accettato il nostro invito e per averci aiutato a porre un altro importante tassello nel percorso di crescita e vitalità rotariana nell’ambito del territorio ofantino.