Sintesi programmatica

Il programma del DG Gianni Lanzilotti per l’anno sociale 2017-2018, ispirato alle indicazioni del Presidente del Rotary International, Ian Riseley e al motto rotariano dell’anno “Il Rotary fa la differenza”, prevede tre punti di forza:

  1. la sostenibilità ambientale
  2. la crescita del territorio di Puglia e Basilicata
  3. la comunicazione interna e esterna intesa come risorsa strategica per elevare il livello di consapevolezza nei soci e migliorare l’immagine pubblica del Rotary.

Nella sua visione, coerente con tutta la sua storia personale di professionista e di rotariano, ambiente e territorio convergono in un’unica strategia di sviluppo equilibrato e sostenibile della Puglia e della Basilicata, che guardi alla produzione, alla cultura, al turismo, all’enogastronomia, all’internazionalizzazione. Centrale in questa visione è il progetto di valorizzazione integrata dei siti UNESCO delle due Regioni.

Nel processo di crescita territoriale si inserisce pure il tema della ricerca e della innovazione, anche nella prospettiva di utilizzare in loco i migliori “cervelli”, per troppe ragioni tentati dalla fuga. Da qui progetti tesi a premiare giovani ricercatori, anche attraverso un apporto distrettuale all’iniziativa rotariana del “Premio Galilei”, e a favorire, con interventi mirati, la nascita di “start up” giovanili.

L’azione del Distretto dovrà trovare valorizzazione anche attraverso un piano organico e strategico di nuova comunicazione, che utilizzi tutte le risorse disponibili, da quelle tradizionale a quelle digitali,  e che, attraverso una storytelling diffusa, sia capace di veicolare un nuova immagine del sodalizio, dal livello nazionale, attraverso il nuovo brand “Rotary Italia”, a quello del singolo Club.

Sul piano interno, partendo dalla visione di un Distretto che sia al servizio dei Club, di cui si riconosce l’autonomia e le ragioni fondative, il programma del DG Lanzilotti punta alla trasparenza, anche nella gestione delle risorse umane e finanziarie, alla apertura alle comunità, anche attraverso la scelta di luoghi pubblici e aperti al pubblico per le più rilevanti iniziative dei Club, all’incremento dell’effettivo, anche attraverso il riequilibrio delle presenze di genere a al ringiovanimento dei ranghi, al sostegno distrettuale alle attività di servizio dei Club, anche attraverso la Rotary Foundation.

Contattaci

Al momento non possiamo rispondere, lo faremo comunque al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt