Blog

ROTARY CLUB FOGGIA. UN CAMINETTO PER PROGRAMMARE L’AZIONE DEL CLUB

Primo caminetto per il Rotary Club Foggia il 14settembre scorso. Riprendendo le vecchie tradizioni, socie e soci del RC Foggia si sono incontrati per fare il punto della situazione e per ascoltare proposte e considerazioni dele Presidente Giuseppe Mammana e dei Presidenti di Commissione.


La riunione si è svolta presso la sala convegni del San Francesco Hospital, ospiti dei soci Paolo Telesforo e Luca Vigilante.

Il Presidente ha illustrato l’indirizzo che intende dare al club nel suo anno di presidenza procedendo in un’ottica di continuità ma con novità che scaturiscono dalla sua personale competenza e visione e dalla condivisione con il Consiglio Direttivo.

Si è parlato dei Progetti Distrettuali a cui aderire, del Global Grant di alfabetizzazione con RC Potenza e RC Tunis Les Berges du Lac in via di approvazione, della necessità di rendersi faro perla popolazione, e in particolare per i giovani in un momento così difficile sia per la città che per i giovani in generale.

Interventi di Giulio Treggiari, Presidente della Commissione Rotary Foundation del Club che si è soffermato molto sul tema della polio e sulla necessità di riavviare i progetti della Campagna End Polio Now, Anna Polito, che, da primario di neuropsichiatria infantile del Policlinico Riuniti di Foggia, ha rimarcato l’emergenza giovani sempre più in crescita e preoccupante, ampio spazio è stata dato ai Programmi Scambio Giovani di cui ha parlato in modo chiaro ed esaustivo Cinzia Piccaluga.

Anche il Past President Paolo Agostinacchio ha detto la sua sulla possibilità di interlocuzione tra le istituzioni sociali e Micky dè Finis ha sottolineato l’importanza di considerare, nell’ottica del percorso e dell’impronta culturale che si vuole dare a quest’anno rotariano, la possibilità di convegni su personaggi importanti ma poco conosciuti nella loro storia, come ad esempio Pietro Giannone.

Ha preso la parola anche il padrone di casa Paolo Telesforo che, commosso e parlando dal cuore ha condiviso l’importanza che prima il Rotaract e poi il Rotary hanno avuto nella sua formazione e nella sua crescita come leader.

Come sempre ricco di saggezza l’intervento di Peppino Trincucci e di entusiasmo quello del Past President Luigi Miranda, attuale vice presidente.

La serata però, è stata caratterizzata dalla presenza del Governatore del Distretto 2120 Nicola Maria Auciello che, “giocava in casa” partecipando al caminetto del suo club. Nel suo discorso affettuoso e paterno, ha ricordato ai soci la necessità di essere a fianco dei giovani e ha sottolineato l’importanza del Rotaract ( che però con il programma Elevate Rotaract si avvia verso l’autonomia) e all’Interact, ragazzini che vanno sostenuti in ogni modo possibile.

Il Governatore ha ricordato i programmi della Rotary Foundation ed ha incoraggiato il Club a procedere sul suo motto di Rotary è futuro.

Una serata molto piacevoli di scambi, una sorta di brain storming per decidere, sotto l’acuta guida del Presidente Mammana, la strada da percorrere per un altro anno in cui il valore principale è quello di servire al di sopra di ogni interesse personale!

R. C. FOGGIA. CINQUE NUOVI SOCI SALUTATI DAL GOVERNATORE AUCIELLO

Dieci giorni prima del Seminario Distrettuale “Il Futuro del Distretto 2120 nello sviluppo dell’Effettivo” il Rotary Club Foggia celebra la cerimonia di cooptazione di cinque nuovi Soci, resa ancora più solenne per la presenza del Governatore Nicola Maria Auciello.

Il Club presieduto da Giuseppe Mammana ha così toccato nuovamente la quota di sessanta soci attivi (oltre ai due onorari) e

nel contempo ha abbassato l’età media degli iscritti e registrato una presenza femminile pari al 20%.

Per conferire maggiore prestigio alla cerimonia e dare adeguato risalto alla presentazione dei nuovi Soci (3 uomini e 2 donne), la conviviale del 12 ottobre è stata quasi interamente dedicata alla cerimonia di cooptazione, come ha sottolineato ed apprezzato il Governatore Nicola Maria Auciello nel suo discorso.

Dopo gli inni el’onore alle bandiere, sono stati rivolti i ringraziamenti ed i saluti alle autorità rotariane intervenute: il Governatore Nicola Auciello con la consorte Anna Maria, il PDG Sergio Di Gioia, la Segretaria Distrettuale Antonella Quarato accompagnata dal coniuge Giulio Treggiari (Rotary Foundation e Vice Preside

nte Polio Plus), la Prefetto Distrettuale Monica Bonassisa, Francesco Corvelli (Coordinatore Squadra Distrettuale) con la moglie Maria Rosaria e Camillo Maruotti (Consigliere di Segreteria).

Concluso il rituale, con viva commozione è stato ricordato lo scomparso Tesoriere storico Stani Marinari che il giorno prima avrebbe compiuto ottanta anni.

La serata è stata, quindi, aperta da un breve intervento del Presidente Mammana che si è soffermato sugli scopi del Rotary ed all’impegno per Diversità, Equità ed Inclusione (DEI), ed è stata anche arricchita dalla proiezione di un video contenente un intervento sul tema da parte della Presidente del Rotary International, Jennifer Jones.

Seguendo il tradizionale protocollo è poi seguita la presentazione dei nuovi Socie e Soci – introdotti dai rispettivi sponsor – con la lettura della nota dichiarazione di intenti, l’appuntatura della spilletta e la consegna del gagliardetto e di alcune notissime pubblicazioni del PDG Vito Casarano. Sono quindi sfilati: Ivano Chierici presentato da Micky dé Finis, Domenico di Bari introdotto da Giuseppe Mammana, Cristiana Anna Maria Galasso sponsorizzata da Antonella Quarato, Nicoletta Miranda appoggiata da Costanzo Natale e Francesco Scaltrito presentato da Monica Bonassisa.

Successivamente la Past President Antonella Quarato, attualmente Segretario Distrettuale,ha consegnato alcune targhe ricordo non essendo stato possibile farlo al termine del suo mandato a causa delle note restrizioni per Covid.

In chiusura, prima della cena in amicizia, l’intervento del Governatore Nicola Auciello che ha espresso vivo compiacimento per l’attività della Crescita dell’Effettivo da non considerare disgiunta da quella altrettanto importante della Conservazione e, nel dare il benvenuto ai nuovi soci, li ha esortati a vivere il Rotary intensamente partecipando sia agli eventi del Club sia a quelli distrettuali.

Michele Chiariello 

ROTARY CLUB DI SAN SEVERO – INSIEME PER ERADICARE LA POLIO

Il Rotary Club di San Severo ha ricordato la GIORNATA MONDIALE dedicata dal R.I. alla ERADICAZIONE DELLA POLIOMIELITE con una serata tenuta presso la sede dell’ANFFAS di Torremaggiore.

Alla serata hanno partecipato anche i giovani del Rotaract e dell’Interact.

Numerosi soci ed ospiti delle due associazioni sono stati accolti dai due presidenti, prof.ssa Linda Lenza e sig. Pasquale D’Ettorres, sotto un pergolato ricavato all’interno delle serre della sede dell’ANFFAS; dopo i saluti dei due presidenti ha tenuto una breve relazione dr.ssa Mina Leccese, pediatra e past-president del Club.

La relatrice ha ricordato gli eccezionali risultati ottenuti dal progetto “PolioPlus” nell’eradicazione della polio; nel 1985 il Rotary International lanciò il programma PolioPlus e nel 1988 fu tra i tre membri fondatori della Global Polio Eradication Initiative (GPEI), l’iniziativa globale per l’eradicazione della polio; grazie a decenni di impegno da parte del Rotary e dei suoi partner, oltre 2,5 miliardi di bambini hanno ricevuto il vaccino orale antipolio; la relatrice ha aggiungo che ad oggi la situazione ha presentato una involuzione rispetto al 2021, anno in cui si registrarono soltanto cinque in tutto il mondo; nel 2022 si sono purtroppo registrati 23 casi: 5 nel Pakistan, 17 nel Mozambico, 1 in Afganistan; infine negli USA un adulto malato di Poliomielite è stato colpito da paralisi e a Londra è stato trovato il poliovirus nelle acque reflue.

La conclusione è che occorre ancora insistere nelle campagne vaccinali non solo contro la Polio e soprattutto ricreare una cultura globale della vaccinazione, cultura che purtroppo negli ultimi anni nel mondo occidentale si è andata affievolendo come la cronaca recente ci sta dimostrando.
La Presidente del R.I., Jennifer E. Jones, si è molto impegnata affinché il Rotary continuasse a stare in prima fila nella lotta alla Polio con un intervento economico che per il 2022 è pari a 150 milioni di Dollari USA.

E’ seguita una apericena interamente preparata e servita dai ragazzi dell’ANFFAS e dai volontari dell’associazione.

La raccolta fondi è stata opportunamente sollecitata dal una serie di gadget offerti del Club – e preparati personalmente dalle mani della Presidente del nostro Club – e da prodotti a chilometro zero dell’orto e delle cucine dell’ANFFAS; da sottolineare che oltre alla ormai tradizionale ospitalità dell’Associazione, divenuta una ricorrenza peridotica, i soci dell’ANFFAS – a titolo personale – hanno voluto aderire alla raccolta fondi promossa per la PolioPlus fornendo un bellissimo esempio di solidarietà.

Pier Carlo Pazienza

ERADICARE LA POLIO: LE INIZIATIVE DEL ROTARY CLUB MATERA

In occasione della Giornata Mondiale alla lotta alla polio “End polio now” il Rotary Club Martera ha presentato progetti e programmi per sensibilizzare la popolazione, col sostegno della Provincia, tenere alta la guardia sulla malattia e avviare una raccolta fondi per vaccinare soprattutto i bambini in paesi svantaggiati.

All’incontro con i giornalisti hanno partecipato il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, la presidente del Rotary Club Matera, Rosaria Cancelliere, il presidente del Rotary Foundation di Matera, Antonio Braia, il tesoriere del Rotary Club Matera, Raffaele Braia, assistente del governatore del distretto 2120 del Rotary Club Matera , Nicola Gulfo, e il segretario del Rotary Club Matera, Marco Pagano.

Grazie al protocollo d’intesa firmato lo scorso 24 settembre, dichiara la Presidente Rosaria Cancelliere, abbiamo la possibilità di interagire con le Istituzioni presenti sul territorio e sensibilizzare e tenere alta la guardia contro questo virus.

La Rotary Foundation di Club, presieduta da Antonio Braia, avviato una serie di iniziative, tra cui una raccolta fondi specifica per continuare a vaccinare miliardi di bambini nel mondo.

Grazie alla sensibilità e alla disponibilità del Presidente della Provincia di Matera Piero Marrese da questa mattina è esposta la bandiera “End Polio Now” come simbolo alla lotta al Poliovirus presso il Palazzo della Provincia di Matera, l’Ente sempre vicino  a questo tipo di iniziative tenendo presente che anora maggiore consapevolezza che i virus vanno eradicati a livello mondiale e non solo in  alcuni territori. .

Il Presidente del Rotary International Jennifer Jones è salita sul palco principale del Global Citizen Festival a New York, lo scorso 24 settembre, proprio per sottolineare l’impegno del Rotary per l’eradicazione della polio annunciando un ulteriore approntamento di 150 milioni di dollari a tal fine.

Nel nostro Distretto 2120 Puglia e Basilicata tutti i 56 club si stanno prodigando in azioni concrete grazie anche al coordinamento del DG Nicola Auciello e la Rotary Foundation Distrettuale il cui Presidente è il Past Governor Marco Torsello.

End Polio Now, progetto Mondiale del Rotary International, è nato da un progetto di Service di un Club Italiano alla fine degli anni settanta e che ha coinvolto miliardi di bambini in questi anni grazie alla Global  Polio Eradication Initiative (GPEI), che comprende il Rotary International, l’UNICEF, i Centri statunitensi per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC), l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la Fondazione Bill & Melinda Gates e governi di tutto il mondo, con il supporto di tante altre persone. La poliomielite è una malattia altamente contagiosa che colpisce soprattutto i bambini di età inferiore a 5 anni.

La maggior parte delle persone conosce il nome poliovirus. Il virus viene trasmesso da una persona all’altra, di solito attraverso l’acqua contaminata. Può attaccare il sistema nervoso e, in alcuni casi, portare alla paralisi. Anche se non esiste una cura, esiste un vaccino sicuro ed efficace, quello che il Rotary ed i partner usano per immunizzare oltre 2,5 miliardi di bambini in tutto il mondo. A meno che non eradichiamo la polio, entro 10 anni potremmo vedere fino a 200.000 nuovi casi ogni anno, in tutto il mondo. Oggi la malattia è endemica in soli 3 Paesi, ma se non facciamo arrivare a tutti il vaccino, nessun bambino sarà al sicuro, ovunque esso sia.

La risonanza avuta sui media della conferma del caso di AFP, paralisi acuta flaccida, in USA dovuta a virus vaccinale in un giovane non vaccinato, con ritrovamento di altri virus nell’ambiente, dopo analoghi ritrovamenti nelle acque reflue di Londra, tutti virus che hanno verosimilmente dei legami con quelli rinvenuti in Israele a loro volta provenienti da Pakistan o Afghanistan, ha riportato all’attenzione dell’opinione pubblica sul tema della poliomielite e sul pericolo che essa rappresenta ancora.

Esposta in Provincia la bandiera “End Polio Now” come simbolo alla lotta al Poliovirus dando vita alla settimana dedicata a questo specifico campo di azione del Rotary. Tutti insieme possiamo farcela.

LINK TRM – Video – https://www.trmtv.it/scienza-e-salute/2022_10_24/349665.html?fbclid=IwAR0wdA9zSZKHrCWK_C9VLSnslNMBLFWVU5jMlfrJrFbddWP8JMJZYtMapBQ

LINK Sassilive – quotidiano online –   https://www.sassilive.it/salute-e-sociale/sociale-sanita/end-polio-now-rotary-club-matera-presenta-iniziative-giornata-mondiale-per-leradicazione-della-polio-report-e-foto/?fbclid=IwAR1NXuLzWyJ4Q6mMcLDaoxGW06QZIbDHETctSOo9eGWRtk1AiSwSFqHpgUw

LINK – Video – https://www.lecronachelucane.it/2022/10/24/end-polio-now-liniziativa-del-rotary-club/?fbclid=IwAR0i5t3PDI00ACEmiUiRHumv_xzup4V3Vf_sreOKCu4TARHZNU0wEcMbWTg

 

R.C. ALTAMURA GRAVINA. CARA LIVIUCCIA, LETTERE ALLA MOGLIE DI GIULIO ANDREOTTI

CARA LIVIUCCIA
Lettere alla moglie di Giulio Andreotti
Lo scorso 14 ottobre, nella sede sociale rotariana del Club Altamura Gravina, Hotel Fuori Le Mura, si è tenuto l’incontro con Stefano Andreotti – figlio del noto politico – curatore del testo “ CARA LIVIUCCIA : lettere alla moglie”, raccolta di epistole inviate dal noto Giulio alla moglie Livia negli anni 1946-1970.
Dopo l’introduzione del presidente del Club Prof. Vincenzo Cipriani, il curatore è stato presentato dal Prof. Ugo Patroni Griffi che ha assunto le vesti di conduttore e moderatore del dibattito.
Dalle prime parole di Stefano Andreotti è emerso palese il suo intento di rappresentare agli italiani una immagine del padre diversa da quella artificiosa di politico calcolatore ed imperturbabile protagonista della storia italiana contemporanea.
Abbiamo così riscontrato un Giulio Andreotti nella sua dimensione intima e familiare nonché autore, all’amata Livia, di tenerissime lettere scaturite dalla necessità di fare partecipe la moglie degli incontri ai quali aveva partecipato. Stupisce il dettagliato report dei fatti e la minuziosa descrizione delle attività svolte, come ad attutire il rammarico di non averla avuta al suo fianco.
Il Prof. Patroni Griffi ha rilevato come molti passaggi delle lettere costituiscono anche una parte della nostra storia contemporanea, data l’autorevolezza e l’alta rappresentatività del personaggio.
La severità del politico si spegneva nell’ambito familiare attraverso i numerosi impegni volti a soddisfare “ i capricci” dei figli, in particolar modo della figlia Serena.
Tuttavia, la figura pubblica e quella privata trovavano un punto d’incontro nella serenità interiore della persona: anche di fronte al fatto di essere lambito da alcuni scandali emersi dalle cronache giornalistiche, l’uomo Andreotti non perdeva mai la sua forza d’animo, rafforzata da una fede incrollabile nella Provvidenza.
Interessante è stato anche l’intervento del PDG prof. Luca Gallo che ha elencato i teneri e significativi vezzeggiativi di Giulio verso Liviuccia. Il PDG ha evidenziato come per il grande politico la famiglia rimanesse prioritaria nei suoi pensieri e nelle sue preoccupazioni quotidiane. Tante volte non si attribuisce la giusta importanza, anche educativa, a quelle formazioni sociali destinate a costruire e sviluppare la personalità degli individui. Si aggiunga che soltanto una solida e sana famiglia può essere in grado di fornire quel supporto morale affinchè il politico possa svolgere al meglio il suo ministero.
La serata si è conclusa con un fragoroso applauso per i protagonisti dell’interessante incontro e con i doni offerti dal Presidente del Club Prof. Vincenzo Cipriani ai graditi ospiti.
Domenico Denora

R.C. ALTAMURA GRAVINA. IL VIAGGIO EMOZIONALE SULLE VIE DEI VINI LUCANI

Il mese di ottobre è iniziato per i soci del Rotary Club Altamura Gravina con una gita fuori porta denominata nel programma del mese “ Il viaggio emozionale”. Si è trattato, infatti, della visita guidata alle grotte storiche di affinamento in tufo vulcanico del 1600 presso una delle tante cantine site in Rionero in Vulture ed utilizzate per la produzione e custodia dei vini lucani.
La gita si è tenuta domenica 2 ottobre con l’intervento di un nutrito gruppo di soci ed ospiti che, in pullman, hanno raggiunto la sede prescelta in una giornata che risentiva ancora delle temperature estive se pure in prossimità dell’autunno.
La prima tappa è avvenuta presso la sede di una di queste aziende produttrici di vino dove un dipendente della stessa, mentre faceva visitare ai partecipanti le grotte vulcaniche, si soffermava a trattare la lunga storia che ha contraddistinto, negli anni, la loro attività, ricordando anche la presenza di diversi stranieri. Successivamente vi è stata la degustazione di alcuni prodotti molto apprezzati, con particolare riguardo all’aglianico del Vulture, ritenuto uno dei vini più venduti dell’Italia meridionale.
La visita ai posti rinomati della vicina Basilicata è proseguita con lo splendido panorama offerto dai laghi di Monticchio, particolarmente famosi anche per la loro vicinanza a sorgenti produttrici di note acque minerali.
Oltre alla graditissima degustazione di piatti locali presso un caratteristico agriturismo, tutti i partecipanti hanno anche potuto sperimentare una visita del lago direttamente con l’utilizzo di una imbarcazione particolarmente apprezzata dai bambini presenti alla visita.
Il ritorno a casa ha lasciato in tutti un bel ricordo di una domenica trascorsa insieme visitando posti indimenticabili.
Domenico Montemurno

R.C. SENISE SINNIA. Visita del Governatore e nascita del Rotaract: né barbari né aquiloni

Il 9 ottobre scorso, con la visita del Governatore Auciello e la consegna della Carta fondativa al Rotaract Senise-Sinnia, il club ha vissuto uno dei momenti più intensi dell’anno rotariano.

Intanto, ascoltare il Governatore, confrontarsi con lui e assorbirne la visione e le idee, raccoglierne i suggerimenti e le lodi è stata un’immersione profonda nell’esperienza rotariana.

Ci siamo lasciati con l’impegno ad implementare l’effettivo ed a puntare ancora di più sui giovani, immaginando un percorso di Interact anche qui a Senise perché, come ci ricorda il motto del Governatore, il Rotary è futuro.

La Presidente del club, Maddalena Chiorazzo, ha ripercorso il tragitto che ci ha portati ad essere un club ben radicato nel territorio ed ha illustrato i prossimi progetti del club, dalla campagna contro la poliomielite a quella contro il morbo di Alzheimer, alla battaglia per la prevenzione dei tumori e a quella contro lo spreco alimentare.

Eppure l’impressione più duratura e la traccia più intensa l’hanno lasciata in noi i giovani rotaractiani che provenienti da tutto il Distretto, guidati dalla RRD Aurora la Torre, hanno voluto celebrare insieme a noi rotariani la nascita del nuovo club Rotaract presieduto da Marianna Melfi.

Il rapporto tra generazioni può essere conflittuale, anzi, se vogliamo, è naturale che lo sia perché ogni nuova generazione si riconosce in valori suoi propri, si identifica nel gruppo di individui che, vissuti nello stesso periodo e segnati dagli stessi eventi, condividono l’esperienza del presente e la prospettiva sul futuro.

Eppure, il rapporto Rotary-Rotaract rappresenta un’eccezione nella dinamica conflittuale tra le diverse generazioni e, almeno per una volta, non ci sono né barbari né aquiloni.

Infatti, i rotaractiani hanno saputo ben assimilare i tesori e le chiavi del linguaggio rotariano, gli ideali e le aspirazioni che muovono la famiglia rotariana. Allo stesso tempo, i rotariani sanno che i giovani rotaractiani non sono aquiloni che prima o poi spezzeranno il filo; i rotariani sanno che i giovani rotaractiani sanno già volare in autonomia, non hanno bisogno di fili perché hanno già radici solide, ben piantate in un terreno fertile e fecondo.

Il mio non è un mero auspicio.

Basta ascoltare le parole della Presidente Marianna Melfi: “Amicizia, condivisione e servizio: questi i valori fondanti e la ragione stessa dell’essere Rotariano e Rotaractiano. I soci del club sono donne e uomini liberi, che credono nei valori umani più autentici e vogliono mettere a disposizione degli altri le proprie competenze, partendo dal proprio territorio. Ciò che accomuna i Rotariani e i Rotaractiani è la volontà di condividere il tempo, le capacità, l’esperienza, per proporre idee, realizzare progetti che consentano di affrontare le più disparate problematiche sociali ed umanitarie, con entusiasmo e dedizione: nonché condividere il carico degli impegni, all’interno del club, ognuno con la sua disponibilità al servizio, la sua attenzione agli altri, la sua capacità di fare squadra.”.

Tra le tematiche che il Rotaract Senise-Sinnia intende trattare si segnalano l’inclusione sociale, il disagio sociale e la consapevolezza ambientale da affrontare attraverso tre progetti che ruotano tutti intorno allo sport e alla promozione e valorizzazione della relazione sport/giovani.

Il legame tra le generazioni è stato ampiamente rimarcato dalla Presidente Melfi che ha ricordato l’impegno e la dedizione profusi, anche in questi anni di crisi pandemica, dal Past President del Rotary Senise-Sinnia, Domenico Totaro, che ha voluto coinvolgere amici più giovani in un percorso di passione per il territorio, di aspirazione agli alti ideali rotariani e di amore per il servizio.

Un sincero ringraziamento per l’impeccabile organizzazione di una giornata di amicizia sulle sponde della diga del Monte Cotugno va ai due Prefetti, Silvana Petruccelli, ormai una esperta maestra del cerimoniale rotariano, e Felice Berardi, un giovane ricco di empatia che ha saputo mettere tutti gli ospiti a loro agio.

Il figlio può essere un barbaro.

Senza l’opera di trasmissione dei significati della vita, da una generazione all’altra, le nuove generazioni saranno solo dei barbari accampati nel nostro territorio.

Non capiranno, non conserveranno e non trasmetteranno più niente di quello che ha alimentato la vita dei loro avi…” Antoine de Saint Exupéry

I figli sono come aquiloni…

Li vedi sollevarsi nel vento e li rassicuri,

presto impareranno a volare.

Infine sono in aria: gli ci vuole più spago e tu seguiti a darne…

Giorno dopo giorno l’aquilone si allontana sempre di più

e tu senti che non passerà molto tempo

prima che quella bella creatura spezzi il filo

che vi unisce e si innalzi,

come é giusto che sia, libera e sola.

Allora soltanto saprai

di avere assolto il tuo compito.” Erma Bombeck

 

 

 

Senise, 14 ottobre 2022

Italo Grillo

Presidente Commissione Immagine e Comunicazione

Rotary Club Senise-Sinnia

ROTARY CLUB MATERA – VISITA DEL GOVERNATORE NICOLA MARIA AUCIELLO

Il Rotary Club Matera ha ricevuto in visita ufficiale il Governatore del Distretto 2120 per l’anno rotariano 2022-2023, Nicola Maria Auciello, dopo l’incontro con la Presidente Rosaria Cancelliere, e il proficuo incontro con il Direttivo e  le Commissioni di Club ha avuto inizio la visita al Club.
“Il Rotary è futuro” questo il motto scelto quest’anno dal Governatore per dare forza e vigore alle azioni per il quale il Rotary sarà ricordato, il Governatore Auciello ha portato avanti il suo speech in maniera pragmatica e sintetica colpendo al cuore le azioni e l’Essere Rotariano.
Durante la serata si è avuto l’ingresso di un nuovo socio che porta già a due i nuovi ingressi del nuovo anno, il DG Auciello è piaciuta molto la strategia della membership del Club e come Matera contribuisce alla Fondazione. Durante la serata è stato presentato il service della Sig.ra Anna al quale il Club ha prontamente contribuito.

ROTARY CLUB DI SAN SEVERO – VISITA DEL GOVERNATORE

La serata del 19 ottobre scorso ha visto la visita istituzionale al Club del Governatore del Distretto Rotary 2120, prof. ing. Nicola Maria Auciello; accolto dal Presidente, prof.ssa Linda Lenza, da tutto il consiglio direttivo e da diversi soci che rivestono cariche particolari al Governatore sono stati illustrati i programmi del Club per i corrente anno, programmi che comprendono anche, e direi soprattutto, il sostegno a diverse realtà di volontariato che operano sia sul territorio sia all’estero nell’aiuto ai diversamente abili, ai migranti ed alle popolazioni di Paesi lontani che hanno molto, ma molto, meno di noi.

E’ seguita la tradizionale assemblea del Club, con la partecipazione di diversi ospiti oltre che di moltissimi soci e dei loro familiari; è stato presentato il nuovo socio, ing. Michele Florio,

ed è stata consegnata una targa al rag. Ferdinando Cicolella come segno di gratitudine per il supporto mostrato al Club in tanti decenni di attività del suo albergo, albergo che purtroppo ha recentemente cessato la propria attività privando la città, e tutto il territorio, di un importate punto di riferimento turistico.

L’intervento conclusivo del Governatore ha sinteticamente, ma molto efficacemente, ribadito alcune linee di attività e di indirizzo del Rotary International verificandone positivamente la concreta attuazione da parte del nostro Club quale emersa nella riunione pomeridiana.

Pier Carlo Pazienza

R.C. MATERA E I GIOVANI. Lectio magistralis dell’ambasciatrice Monika Schmutz Kirgöz all’Unibas di Matera

Monika Schmutz Kirgöz (Ambasciatrice di Svizzera in Italia, Malta e San Marino) protagonista questa mattina nell’aula magna del Campus Unibas di Matera con la sua lectio magistralis preparata per l’incontro “Il Rotary Matera per i giovani”, organizzato dal Rotary Club cittadino.

Dopo i saluti della Presidente del Rotary Club Matera, Rosaria Cancelliere, sono intervenuti Nicola Gulfo, Assistente del Governatore RI D2120 Puglia e Basilicata, Piervicenzo Labriola, Presidente Rotaract Club Matera, Michele Perniola, delegato di Ignazio Marcello Mancini, Magnifico Rettore dell’Università della Basilicata, Domenico Bennardi, Sindaco di Matera, Piero Marrese, Presidente della Provincia di Matera, Claudia Datena, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata e Francesco Somma, Presidente Confindustria Basilicata. I lavori saranno introdotti da Gianvito Giannelli, Past Governor Rotary International D2120 Puglia e Basilicata e Ugo Patroni Griffi, Console Onorario di Puglia della Svizzera in Italia. A seguire sono stati presentati i due service dedicati ai giovani: Il Rotary al servizio delle nuove generazioni per lo sviluppo del territorio, con Antonio Braia, Presidente Commissione RI D2120 Puglia e Basilicata e Motivare ad una scelta consapevole, con Rosaria Cancelliere, Presidente Rotary Club Matera. Spazio quindi alla lectio magistralis da parte di Monika Schmutz Kirgöz, Ambasciatrice di Svizzera in Italia, Malta e San Marino. L’incontro ha poi previsto la relazione di Yldrim Kirgoz, Science and Technology Officer, Embassy of Switzerland e la presentazione di alcune best practices di aziende innovative della Basilicata e si è concluso con il confronto con gli studenti in aula magna.

E’ stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra Comune di Matera, Provincia di Matera, Prefettura di Matera, Ufficio Scolastico Regionale della Basilicata e Confindustria Basilicata per condividere con il Rotary Club Matera i service dedicati al mondo delle scuole medie inferiori  e superiori, per una scelta consapevole nel passaggio dalle medie alle superiori e dalle superiori verso il mondo del lavoro o verso l’Università.

Nel pomeriggio nella sala conferenze dell’Open Space dell’Apt Basilicata le autorità locali hanno ricevuto per un incontro istituzionale l’ambatrice svizzera per darle ufficialmente il benvenuto nella città di Matera.
All’incontro hanno partecipato il sindaco di Matera, Domenico Bennardi, il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, il comandante provinciale dei Carabinieri, Nicola Lerario, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Francesco Antonio Cardellicchio, il Questore della Polizia di Stato di Matera, Eliseo Nicolì, il presidente della Piccola Industria di Confindustria, Antonio Braia e il direttore generale di Confindustria Basilicata, Giuseppe Carriero e il dirigente dell’USR, Claudia Datena e il presidente del Rotary Club Matera, Rosaria Cancelliere.

Nel pomeriggio di venerdì 23 settembre l’Ambasciatrice svizzera è stata ricevuta dal prefetto di Matera, Sante Copponi.