“Manfredonia e turismo, binomio possibile”: il RC Manfredonia incontra Enzo D’Onofrio

Quando a parlare di turismo è l’avv. Enzo D’Onofrio, già Presidente ed attuale Socio onorario del Club di Manfredonia, non ci si annoia mai e soprattutto non si smette mai di imparare. La sua verve e la sua sottile vena ironica, unite a una lunga esperienza maturata nel settore e al desiderio di tenersi sempre aggiornato e informato (vezzo che non lo ha abbandonato nemmeno dopo la fatidica età della pensione) ne fanno la persona con le competenze e la visione necessarie perché Manfredonia possa dar corso all’idea di sviluppo turistico sostenibile che da tempo rincorre e che vorrebbe volano principale dell’economia cittadina.

Per 10 anni direttore dell’Azienda di soggiorno e turismo di Manfredonia e reggente di quella di Vieste e Foggia, docente di economia del turismo presso l’Università di Foggia, per diversi anni console del Touring Club Italia, autore di pubblicazioni e articoli, D’Onofrio è stato relatore a un  incontro organizzato dal Rotary Club in occasione del 117mo anniversario della costituzione del Rotary International avvenuta il 23 febbraio 1905 a Chicago.

Il presidente Saverio De Girolamo ha ringraziato i numerosi ospiti presenti, tra cui il giovanissimo vicesindaco Giuseppe Basta, l’assessora al bilancio Antonella Lauriola, il presidente del Gal Daunofantino Michele D’Errico, il console TCI in carica Michele De Meo, la direttrice del Museo Nazionale Castello Svevo Angioino di Manfredonia Annalisa Treglia, Michelangelo Basta, Marina Tomaiuolo, Antonello D’Ardes e Rossella Angelillis, Giuseppe e Rossella Tedeschi, Domenico Zerrella, Dirigente Scolastico dell’Ist. Compr. “Don Milani”, e socio del Rotary Club Benevento.

“Da parte dell’amministrazione comunale – ha detto il vicesindaco nel portare i saluti del Primo cittadino, della Giunta e del Consiglio – c’è ampia disponibilità a recepire ogni suggerimento utile e a considerare le migliori proposte da incanalare nel progetto di sviluppo di questa città che per noi deve avere una forte connotazione turistica. Stiamo già muovendoci in questa direzione e nonostante le risorse siano davvero scarse, abbiamo avviato una serie di lavori che riconsegnano decoro alla città: dalla pulizia sistematica delle strade al potenziamento delle condotte di raccolta delle acque meteoriche, dalla potatura degli alberi trascurata da anni alla manutenzione del verde pubblico. E sono molto utili ed opportuni i suggerimenti e le sollecitazioni che ci giungono da parte di cittadini attivi e attenti al proprio territorio quali i soci di questo Rotary Club”.

Condividi su

" ,