Dal Rotary 25.000 € di buoni pasto al Comune di Bari per i rifugiati Ucraini

Prosegue senza sosta l’impegno del Rotary in favore di tutti coloro che provano sofferenza.

Con una sobria cerimonia svoltasi mercoledì 7 settembre nella Sala Giunta del Comune di Bari, il Governatore del Distretto Rotary 2120 Nicola Maria Auciello  ha consegnato al Comune di Bari 25.000 Euro in buoni pasto destinati ai rifugiati ucraini presenti nel capoluogo pugliese: ancora una iniziativa umanitaria che il Distretto 2120 del Rotary Internationan di Puglia e Basilicata ha potuto programmare in virtù della partnership con la Rotary Foundation. Il Governatore Auciello era accompagnato dal Past Governor Gianvito Giannelli e dai responsabili dei vari Rotary Club cittadini.

L’intervento ha preso l’avvio nel corso dello scorso anno sociale grazie alla iniziativa del Governatore 2021-22, Gianvito Giannelli, e della Commissione Distrettuale Rotary Foundation, presieduta da Vincenzo Sassanelli,  tesa a fare pervenire dalla sede centrale del Rotary International, negli Stati Uniti, una sovvenzione per la risposta alle emergenze. Operando, poi, in collaborazione con il Comune di Bari, che ha un rigoroso protocollo per l’assegnazione degli aiuti alle famiglie ucraine rifugiatesi nel nostro territorio, ed in particolare con Francesca Bottalico assessora al Welfare, si è giunti a poter donare ai rifugiati 25.000,00€ di buoni pasto. “Desidero ringraziare a nome dell’amministrazione comunale il Rotary per questa donazione, che dimostra ancora una volta la sensibilità dei soci rispetto alle diverse esigenze della nostra comunità – commenta l’assessora al Welfare -. Sin dall’inizio del conflitto abbiamo predisposto una serie di iniziative volte ad assicurare l’accoglienza e la cura di quanti oggi sono costretti a vivere il dramma della guerra e la lontananza dalle loro case, e il Rotary si è mostrato da subito molto attento ai bisogni delle persone rifugiate attivandosi per cercare di supportare i cittadini ucraini presenti in città”.

La donazione fa parte di un più ampio progetto che ha visto tutto il Distretto Rotariano protagonista di una corsa agli aiuti umanitari e avrà a latere la consegna di 4.000,00 € di buoni pasto a studenti Ucraini che allo scoppio della guerra si trovavano in Puglia e Basilicata per l’Erasmus e che sono rimasti bloccati nel nostro territorio.

«Fare del bene nel mondo è il motto ed il core business della Fondazione Rotary – hanno dichiarato il PDG Giannelli e il Presidente Sassanelli – convinti come siamo che la costruzione di un mondo migliore passi attraverso la eliminazione di ogni forma di sofferenza, materia a cui il Rotary International riserva grande cura.

La “The Rotary Foundation” – con il cui ausilio è stata attivata questa iniziativa – è ben nota nel mondo per aver assegnato oltre 350.000 borse di studio e per l’impegno quasi quarantennale nella lotta per la eradicazione della poliomelite dal nostro pianeta. Ma non molti sanno che la sua missione, al cui servizio si impegnano 1.400.000 Rotariani nel mondo, è quella di consentire la promozione della comprensione internazionale, della buona volontà e della pace nel mondo, grazie a progetti umanitari che hanno come obiettivo il miglioramento della salute, il sostegno all’istruzione, l’accesso all’acqua potabile e l’alleviamento della povertà. Ha il massimo indice di affidabilità in quanto da oltre quindici anni Charity Navigator, un’organizzazione indipendente che valuta la affidabilità e la qualità delle organizzazioni filantropiche, attribuisce alla “The Rotary Foundation” il livello più alto di valutazione.

Il Distretto 2120 del Rotary International, si estende sul territorio di Puglia e Basilicata e conta 56 Club e oltre 2250 soci. Ha una lunga tradizione – iniziata fin dal 1933 con la fondazione del primo Club – di opere di solidarietà e di alleviamento della fame e della sofferenza sia in paesi in via di sviluppo sia all’interno delle nostre due regioni.

Condividi su