Categoria: News

Festa degli Auguri Rotary Club Melfi

 

La cerimonia degli auguri è un evento molto atteso e molto partecipato. Il Rotary Club Melfi nella sua sede “Relais La Fattoria” sabato 21 dicembre si è riunito per dare vita ad una serata all’insegna dell’amicizia e dello stare insieme. Nutrita è stata la partecipazione in cui si è registrata la gradita presenza di Sua Eccellenza il Vescovo di Melfi Mons. Ciro Fanelli, dell’Assistente del Governatore Marco Saraceno con la gentile signora Maria Pia, e i numerosi soci con i loro ospiti che hanno partecipato all’evento in programma.
Dopo i saluti iniziali, la Presidente Prof. Pina Cervellino ha fatto giungere gli auguri di Natale attraverso la forma dell’arte sacra. Ha mostrato ed interpretato una serie di natività dei pittori del passato tra le più rappresentative e significative opere d’arte pittoriche.
“Dio non muore ma rivive nella bellezza del Natale e rivive nelle emozioni dell’anima”. Durante la serata vi è stato l’ingresso del nuovo socio dott. Raffaele Lopardo, è seguito poi uno spettacolo di intrattenimento canoro a cura di tre bravissime studentesse del Liceo che hanno ben interpretato alcune canzoni della memoria del famoso Trio Lescano, e l’esecuzione di brani famosi a cura del coro Gospel Lucano “The power of the voice”.
Si è continuato poi fino a tardi con la cena conviviale tra balli ed allegria con musica e canti dal vivo in una sala pregna di aria natalizia, curata della prefetta Rosa Preziuso.
Il pensiero di solidarietà del 2019 è stato destinato ad alcune strutture dove il Natale viene vissuto in modo differente e non sempre festoso. Il Rotary Club di Melfi ha donato i panettoni alla Caritas Lavello, Aias e ospedale di Melfi, al Crob di Rionero, agli immigrati di Don Sandro di Melfi. La serata si è conclusa con il tradizionale scambio degli auguri di Natale e tanti buoni propositi per il prossimo anno.
Addetto stampa GDL

II RYPEN Distretto 2120

Anche quest’anno il Distretto 2120, grazie al lavoro ed al supporto della Sottocommissione RYPEN, promuove e organizza l’evento dedicato a giovani Interactiani e non

RYPEN 2020 (Rotary Youth Program of Enrichment)

in programma dal 18 al 19 gennaio 2020, presso il Grand Hotel Masseria Santa Lucia a Ostuni.

Durante l’evento di “due giorni” i ragazzi avranno l’opportunità di conoscere nuovi amici ed interagire con loro svolgendo attività tese ad aumentare l’autostima, le “capacità di leadership” e le “competenze di vita” utili per affrontare le sfide future e allargare gli orizzonti umani, culturali e sociali.

La partecipazione è aperta a tutti i ragazzi facenti parte di Club Interact e a ragazzi esterni all’Interact della stessa fascia d’età.

Ogni candidatura dovrà essere presentata da un Club Rotary padrino compilando la scheda dati personali e l’autorizzazione scritta firmata dai genitori.

La scheda di partecipazione, il modulo di autorizzazione alla partecipazione, unitamente alla copia del versamento della quota di iscrizione dovranno essere inviati alla Segreteria Distrettuale (segreteria1920@rotary2120.it) entro il 10 gennaio prossimo.

Per qualsiasi informazione riguardante il RYPEN  potrete contattare il Presidente della Commissione Distrettuale Interact, Linda Lenza.

Certo del vostro interesse e del vostro impegno, vi saluto con amicizia.

Sergio Sernia

Governatore Distretto 2120

IL ROTARY CLUB FOGGIA PREMIA I GIOVANI MEDICI CHIRURGHI PUGLIESI

Con il “Podium Presentation dei Giovani Chirurghi Pugliesi”, svoltosi il 20 dicembre presso l’Auditorium Santa Chiara, si è concluso il ciclo di “Incontri con l’esperto 2019 – Andiamo a lezione” (XV edizione) organizzato dal Dipartimento Chirurgico dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria OO.RR. di Foggia con l’ annessa Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale, presieduto dai medici chirurghi Fausto Tricarico e Antonio Ambrosi.
L’evento è stato patrocinato dal Rotary Club Foggia che ha preso parte con una rappresentanza di Soci guidata dalla Presidente Antonella Quarato (nell’occasione accompagnata anche dal Past President del Rotary Club di Lucera, Costantino Pellegrino), nonché dal Distretto 2120 nell’ambito dell’indirizzo che il Rotary International ha rivolto all’area di intervento “Prevenzione e cura delle malattie” che, peraltro, nei programmi è il tema del mese di dicembre.
Dopo i convenzionali saluti e l’apertura dei lavori, i giovani chirurghi – partecipando in rappresentanza dei rispettivi team selezionati da apposita commissione scientifica – hanno illustrato, anche con il supporto di slides e video, situazioni particolari dei loro interventi mettendo in evidenza il grado di difficoltà e le conseguenti decisioni da assumere in pochi istanti davanti al tavolo operatorio facendo ricorso a scelte ragionate e con rigore scientifico.
Compito non facile e di notevole responsabilità che richiede assoluta concentrazione unitamente a calma e lucidità come evidenziato negli interventi dei Professori Costanzo Natale e Vincenzo Neri che hanno rivolto grande apprezzamento per il lavoro svolto “sul campo” dai giovani chirurghi, oggi collaborati dalle eccezionali innovazioni tecnologiche applicate alla medicina diagnostica ed alla chirurgia.
Al termine delle brillanti presentazioni, il Dott. Fausto Tricarico, Direttore della S.C. OO.RR. Foggia, eminente chirurgo molto noto non solo in Puglia ma anche in altre zone della penisola ed all’estero, ha dato spazio ai commenti di altri illustri colleghi sui singoli casi esposti.
Di fronte a tanta bravura ed alta professionalità, sono risultati tutti vincitori ex aequo.
La Presidente del Rotary Club Foggia, Antonella Quarato, prima di procedere alla premiazione, ha voluto sottolineare l’attenzione che il Club ha nei confronti del territorio lavorando in stretta collaborazione con l’ Università e gli Enti locali (tra questi, appunto, Azienda Sanitaria ed Ospedali), rivolgendosi soprattutto ai giovani come dimostrato dall’evento, giusto connubio di tutti questi elementi. Ha quindi citato alcune iniziative svolte negli ultimi anni, sino alla recente Borsa di Studio che verso la fine del prossimo mese di gennaio verrà assegnata ad un giovane neolaureato in medicina presso l’Università di Foggia, consentendogli così di partecipare ad un progetto di ricerca presso il Medical Center di Rotterdam.
La Quarato, dicendosi onorata di affiancare sul palco l’insigne prof. Costanzo Natale, Past President dello stesso Club Rotary, ha infine consegnato una bella targa e gagliardetto del Rotary Club Foggia ai seguenti giovani medici chirurghi: Gianna Pavone (OO.RR. Univ. Foggia), Andrea Meli (OO.RR. Univ. Foggia), Rocco Leggieri (Ospedale S. Annunziata di Taranto), Norma De Palma (Ospedale Vito Fazzi di Lecce), Vittoria Pia Barbieri (Ospedale di Tricase), Giuseppe Canistro (Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo) e Fares Bucci (Oncologico di Bari).
Dopo la premiazione, momento musicale con il titolo “Non solo chirurgia” che ha visto l’esibizione di band musicali formate da chirurghi e studenti universitari, seguito da un lunch che ha concluso l’evento.

Michele Chiariello

IMMAGINE DI COPERTINA

FESTA DEGLI AUGURI DI NATALE AL ROTARY CLUB FOGGIA

Avvolti nella magica atmosfera del Santo Natale, Socie e Soci del Rotary Club di Foggia – in gran parte accompagnati dai rispettivi coniugi – si sono incontrati la sera del 17 dicembre 2019 per il tradizionale scambio degli auguri.
L’evento si è svolto nell’accogliente sala per ricevimenti “Le Querce di Mamre” (all’festa degli auguri foto 2interno dell’omonima azienda di agriturismo), elegantemente addobbata in tema, registrando un alto numero di presenze anche con la partecipazione di soci da lungo tempo assenti a causa di impegni professionali svolti lontano dal nostro territorio.
Sempre impeccabile nel fare gli onori di casa, la Presidente Antonella Quarato, dopo aver dato inizio alla festa con gli inni e l’onore alle Bandiere, ha ringraziato tutti i presenti ed ha salutato gli ospiti intervenuti: l’Assistente del Governatore Pasquale Frattaruolo (con la moglie Anna Maria), il PDG Sergio Di Gioia con Annamaria, il Presidente della Commissione Distrettuale sull’Effettivo Nicola Auciello (con la coniuge Anna), i Presidenti del Rotary Club Manfredonia Andrea Pacilli e del R.C. Lucera Luigi Vascello (accompagnato dalla consorte Rosa), la Presidente dell’Inner Wheel Irene Bonassisa (con il rotariano Gianni Campanella), la Presidente del Rotaract Foggia Aurora La Torre. Assente per concomitanti impegni istituzionali, l’Assistente di Zona del Governatore, Luciano Magaldi, ha fatto pervenire un apprezzatissimo messaggio augurale (contenente profonde riflessioni relative alla Festa del Natale) letto dalla Presidente che, a seguire, ha proiettato un bel video – realizzato in collaborazione con Camillo Maruotti – con immagini degli eventi più rappresentativi degli ultimi anni, “a testimonianza – ha sottolineato la Quarato – che il Rotary è proiettato maggiormente verso l’esterno con Service, Convegni, eventi e forme di solidarietà prima di essere motivo di incontri conviviali e riunioni tra i soli soci”.
Ha inoltre ringraziato i componenti del Consiglio Direttivo per l’assidua collaborazione che ha consentito di conseguire i lusinghieri risultati nella prima frazione del corrente anno rotariano.
La serata è proseguita con le dolci melodie musicali del maestro Antonio Nardella che ha accompagnato la soprano Ilaria Bellomo distintasi cantando anche alcuni celeberrimi brani della Canzone Napoletana.
Sul finire, prima dello scambio di auguri, la Presidente ha donato a tutte le signore una mattonella di cioccolato riportante il disegno della ruota del Rotary.

Michele Chiariello

IL ROTARY CLUB FOGGIA SI PRESENTA A CORATO IN TV

Anche il Rotary Club Foggia ha aderito alla interessante iniziativa del Governatore Sergio Sernia ed ha accettato l’invito a partecipare alla registrazione di una trasmissione televisiva presso Video Italia Puglia a Corato.
La Presidente Antonella Quarato con il Prefetto del Club Monica Bonassisa e il Past President e Presidente della Commissione della Rotary Foundation del Club Nicola Auciello hanno avuto l’opportunità di raccontare una sintesi della storia del Club, riassumerne l’impegno rotariano nei suoi 65 anni di vita, descrivere la passione e l’entusiasmo che animano gli incontri dai quali scaturiscono i service.
I service, appunto, che sono l’anima del Rotary, che creano l’opportunità e persino la possibilità di cambiare le vite.
Si è parlato dell’amicizia rotariana intesa come motore propulsore al servizio e dei Global Grant, la grande chance offerta dalla Rotary Foundation.
Si è anche conversato di emozioni, di cuori che battono e occhi che brillano perché il Rotary è anche questo.
Grande sintonia con il giornalista Carlo Sacco che, bravissimo padrone di casa, ha messo completamente a loro agio i rappresentanti del Club.
La trasmissione andrà in onda mercoledì 18, giovedì 19 e sabato 21 dicembre alle ore 14,30 su canale 96 e sul web sul portale PassaLaParola (www.passalaparola.net).

Michele Chiariello

I NEONATI INTERACT DEL ROTARY CLUB FOGGIA ALL’ASSEMBLEA DISTRETTUALE DI MARGHERITA DI SAVOIA

I NEONATI INTERACT DEL ROTARY CLUB FOGGIA ALL’ASSEMBLEA DISTRETTUALE DI MARGHERITA DI SAVOIA

Il Rotary Club Foggia ha accolto la calorosa esortazione fatta al SIPE dal Governatore del Distretto 2120 Sergio Sernia “che ogni Rotary Club sia padrino di almeno un Club Interact”e ha patrocinato la nascita di tre nuovi club Interact a Foggia.

Nella città era già presente da tre anni l’Interact Foggia U. Giordano con la sua brillante attività.

I nuovi Club sono l’Interact Foggia “De Sanctis” e l’Interact Foggia “Zingarelli” (entrambi scolastici ed ospitati nelle sedi delle scuole di cui portano il nome) e l’Interact Foggia, un club di territorio.

In occasione della visita del Governatore Sernia al Rotary Club Foggia, club padrino, i presidenti e i segretari dei tre Interact hanno ricevuto la carta costitutiva e collare e distintivo dalle mani del Governatore che li ha accolti con entusiasmo ed ha augurato loro un brillante percorso nella famiglia rotariana.

Domenica 1°dicembre, alle 8,00 in punto, 35 ragazzi dai 12 ai 17 anni, con 5 accompagnatori, tra i quali la Presidente del Club padrino Antonella Quarato e la consulente dell’Interact Foggia, Monica Bonassisa sono partiti con un pullman alla volta di Margherita di Savoia, dove, organizzata dal Club Valle dell’Ofanto, si è svolta la 1^ Assemblea Distrettuale Interact.

Prima tappa le saline, dove i ragazzi colmi di entusiasmo hanno iniziato a socializzare con i loro colleghi interactiani del Club di Manfredonia e di Gallipoli e hanno visitato le saline per poi raggiungere il Grand Hotel Terme dove si sarebbe svolta l’Assemblea!

Una grande emozione per loro, alla prima esperienza, confrontarsi con l’onore alle bandiere e con i discorsi del Governatore e del R.D. Interact Salvatore Muci, detto Totò e hanno ascoltato con grandeattenzione, nonostante la giovanissima età di alcuni, tutti gli interventi tra i quali quelli del Prof. Carmine Gisssi, Dirigente Scolastico e della dott.ssa Angela Scalzo che ha illustrato il Progetto inclusione.

Totò Muci nel suo ruolo di R.D. ha presentato i tre neonati Club Interact e ha invitato i tre presidenti Antonio Mercurio (Interact Foggia), Nicole Iammarino (Interact De Sanctis) e Sara Tafa (Interact Zingarelli) a portare il loro saluto.

Visibilmente emozionati i tre giovani presidenti hanno condiviso la gioia e l’entusiasmo per questa nuova esperienza e la volontà di partecipare con impegno al service distrettuale, (hanno infatti ritirato i quaderni da vendere per la raccolta di fondi a favore del Progetto inclusione) ma anche di organizzare dei service interni ai loro Club, primo tra tutti raccogliere una piccola cifra da inviare al Club di Durazzo, in Albania, città duramente colpita dal terremoto.

Altra occasione di socializzazione e condivisione è stato il pranzo, tutti insieme, in una atmosfera di grande allegria che solo i giovani sanno portare!

Il rientro è stato un frinire di commenti entusiasti e di progetti e di idee nell’attesa di un nuovo evento così importante.

Antonella Quarato

IL ROTARY CLUB FOGGIA ALLA CORTE DI FEDERICO II CON IL PDG TITTA DE TOMMASI

Il ROTARY CLUB FOGGIA ALLA CORTE DI FEDERICO II CON IL PDG TITTA DE TOMMASI

Un appuntamento, una promessa fatta tanto tempo fa quella di una visita da parte del PDG Titta De Tommasi con la moglie Nicla, al Rotary Club Foggia per parlare degli argomenti a lui tanto cari e che ruotano intorno ai Castelli dei quali ha curato il restauro, tra gli altri il più importante Castel del Monte.

E giovedì 5 dicembre è stata l’occasione per l’incontro sul tema: “Le donne alla corte di Federico e nelle rime del suo tempo”.

La Presidente Antonella Quarato, dopo aver salutato il PDG Sergio Di Gioia e la moglie Annamaria  e la Presidente dell’Innerwheel Irene Bonassisa Campanella con il marito Gianni Campanella, socio del Club,  ha presentato il relatore sottolineando come, per pura coincidenza, la sua visita sia coincisa con il giorno in cui il Club ha compiuto 65 anni!

È del 5 dicembre 1954, infatti, la firma sulla Carta costitutiva che, per l’occasione, è stata esposta.

In un silenzio sintomatico della grande attenzione all’argomento, Titta De Tommasi ha tracciato la vita di Federico in relazione alle donne che lo hanno accompagnato, le tre mogli e le amanti più importanti.

Le figure femminili delineate hanno offerto la sensazione di una evoluta concezione della donna da parte dell’Imperatore che, soprattutto nel caso della prima moglie, affidava loro incarichi di fiducia e responsabilità ma anche l’atteggiamento imperiale più di dominatore che di marito per cui venivano spesso tradite.

Tutto ciò è stato fermato nelle prime rime in volgare che il relatore ha proposto declamate da attori, rime di straordinaria modernità in cui il rapporto uomo donna è delineato con chiare espressioni nella prima forma di lingua volgare, fino ad arrivare al primo sonetto di Cielo d’Alcamo, espressione della Scuola Poetica Siciliana, tanto cara a Federico.

Molti gli interventi in sala e la conversazione sarebbe potuta continuare a lungo se non fosse per l’ora tarda.

Ed era anche giunto il momento di brindare tutti insieme ai 65 anni di un Club ancora attivo e propositivo che l’età non la sente per niente se non per l’esperienza!

Per i veri festeggiamenti si rimanda al 6 febbraio quando, al Teatro U. Giordano, per celebrare l’evento, sarà offerto uno spettacolo alla città!

Antonella Quarato

IL ROTARY CLUB FOGGIA IN CONVEGNO PER LE MALATTIE RARE

IL ROTARY CLUB FOGGIA IN CONVEGNO PER LE MALATTIE RARE

 

 

Il Convegno Medico sul tema “L’alimentazione nelle malattie rare” organizzato il 30 novembre scorso nell’Auditorium “Pasquale Trecca” dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Foggia dal Rotary Club Foggia in collaborazione con Mitocon Onlus e il patrocinio del Comune di Foggia ha registrato una grandissima partecipazione di medici, soprattutto pediatri, nutrizionisti e tantissimi studenti universitari.

La presidente del Rotary Club Foggia, Antonella Quarato, oltre a salutare e ringraziare autorità presenti e quanti hanno collaborato alla buona riuscita dell’evento, ha ricordato come pur anticipato di un giorno, e solo per motivi organizzativi, il mese di dicembre sia dedicato dal Rotary International alla cura e alla prevenzione delle malattie.

Un’area di intervento rotariana molto importante a cui sono dedicate molte delle energie e dei services dei vari Club, basti ricordare la grande Campagna Internazionale per l’eradicazione della Polio ma anche le borse di studio con sovvenzione globale che il Rotary Club Foggia ha ottenuto per approfondimenti e ricerche in campo oncologico ma anche tantissime altre iniziative da parte di tutti i Club del R.I.

Il campo delle malattie rare va molto approfondito perché proprio in quanto “rare” e a volte uniche, spesso il paziente e la sua famiglia sono lasciati soli e vagano da un posto all’altro e da una diagnosi all’altra senza assistenza né di natura medica né psicologica.

Prima di dare la parola ai saluti delle autorità presenti, la Presidente del R.C. Foggia ha voluto dedicare il Convegno a Francesco Bellomo, un bambino che dopo aver lottato sette anni con una patologia mitocondriale, a soli 14 anni ci ha lasciato. “Dedico a lui e a tutti i bambini che non ce l’hanno fatta questo Convegno, ma anche e soprattutto a tutti i bambini che stanno lottando perché a loro auguro che queste iniziative e la ricerca possano assicurare , non solo una migliore qualità di vita, ma di vederli crescere e diventati adulti per poterli sentir dire “ce l’abbiamo fatta!”.

Il sindaco, impossibilitato a partecipare per un grave lutto familiare, ha affidato al vice sindaco Francesco Paolo La Torre il suo saluto e il plauso per queste iniziative a favore della città, è seguito poi il saluto del Presidente dell’Ordine dei Medici, Alfonso Mazza, interessato e compiaciuto per il tema trattato, del vicepresidente di Mitocon Onlus, Domenico Porcelli che ha brevemente illustrato le peculiarità delle malattie mitocondriali e le prerogative dell’Associazione  e Luciano Magaldi, assistente del Governatore del Distretto 2120 R.I. che, oltre al saluto del Governatore Sergio Sergio, da medico, ha evidenziato l’incidenza di tali malattie che, pur nella loro rarità, sono piuttosto diffuse.

Direttore scientifico insieme al dott. Gianfranco Maffei, direttore della S.C. di neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale Az. Osp. Un.  OO.RR. Foggia e moderatore, la dott.ssa Anna Polito, direttore della S.C. di Neuropsichiatria Infantile dell’Az. Osp.Un.OO.RR. di Foggia che ha introdotto la prima relatrice, la dott.ssa Elena Procopio, dirigente medico I livello sezione malattie metaboliche Az. Osp.Un.” A. Meyer” di Firenzela quale ha, con chiarezza e altissima competenza, approfondito il tema: Le malattie metaboliche rare.

È seguito l’intervento del Prof. Giovanni Messina, Dirigente medico di I livello presso la SSD di Medicina dello Sport dell’Az.Osp.Un. OO.RR. di Foggia e Professore associato di fisiologia presso il Dipartimento di medicina clinica e sperimentale UNIFG che in modo molto accattivante e interessante ha catturato l’attenzione dell’affollata platea sul tema più generale dell’Alimentazione e nutrizione nelle malattie.

L’intervento della dott.ssa Manuela Mennitti, logopedista presso il centro di riabilitazione Padre Pio di san Ferdinando di puglia, esperta in comunicazione aumentativa alternativa ha focalizzato l’attenzione sui problemi legati alla deglutizione e all’articolazione orale e ha poi preso la parola la dott. Marzia Camera biologa nutrizionista, esperta in nutrizione nelle patologie mitocondriali e referente nutrizione Mitocononlus che ha illustrato con meticolosità e precisione gli alimenti da introdurre o evitare nelle diverse patologie.

Dopo il coffee break, il Convegno è proseguito con la bellissima relazione della dott.ssa Gabriella Marciellogià dirigente medico di I livello presso la S. C. di Neonatologia e terapia intensiva neonatale Az.Osp.Un.OO.RR. di Foggia che ha affrontato il delicato tema della comunicazione alle famiglie e, a conclusione, le dott.se Maria Teresa Vaccaro, pediatra di libera scelta e Maria Antonietta Candela, dirigente I liv. S.S.D. nido STEN -referente malattie rare-gestione ambulatoriale del bambino con malattia rara-Az.Osp.Un.OO.RR.Foggia che hanno trattato il tema della gestione ambulatoriale del bambino con malattia rara.

È seguito un ampio dibattito e la compilazione dei questionari. Il Convegno infatti era accreditato per 4 ECM e per crediti universitari.

Grandissima soddisfazione per la numerosa partecipazione, lo spessore degli interventi e la realizzazione di un service reso al territorio e alla professionalità dei cittadini che ha permesso ancora una volta di realizzare il motto “Rotary connects people”.

 

Antonella Quarato

Tra robotica, cibernetica e intelligenza artificiale. Quattro club uniti per discutere di innovazione e tecnologie digitali

POTENZA – Interessante incontro a Potenza presso il Grande Albergo organizzato dal Rotary, che ha visto protagonisti quattro club: Potenza Torre Guevara, Potenza, Melfi, Venosa, unirsi per promuovere un tema di grande attualità ed interesse: “Innovazione, tecnologie digitali e intelligenza artificiale”. Quale sia l’impatto dell’intelligenza artificiale sulla società del futuro, quale sia lo stato dell’arte dell’applicazione dell’intelligenza, chi si trova in questo momento nella migliore posizione per beneficiarne, questi i quesiti introdotti da Marco Saraceno, assistente governatore
del distretto Rotary 2120, ai relatori presenti. Robotica, cibernetica e intelligenza artificiale stanno rivoluzionando la nostra vita dimostrando un vero cambiamento e una dirompente pervasività
della sfera etica e giuridica. “Lo sviluppo dell’intelligenza artificiale è una questione di assoluto rilievo e di carattere strategico per le aziende e per il mercato del lavoro”, commenta così a nome e per dei club presenti, Vito Telesca, Presidente Rotary Potenza Torre Guevara, “contento che tale argomento abbia affascinato i presenti e creato momenti di approfondimento soprattutto in virtù della prospettiva di progresso e crescita del nostro paese”. Tra i relatori di spicco Andrea Cioffi Senatore della Repubblica, già sottosegretario del Mise, ha evidenziato che la sfida tecnologica
dell’intelligenza artificiale e delle tecnologie digitali è destinata a modificare ogni ambito della nostra esistenza. Si tratta di un’opportunità senza precedenti, una sfida radicale, l’intelligenza artificiale è ritenuta, sia dal Governo Italiano che dall’Unione Europea, una delle tecnologie chiave per una nuova rivoluzione industriale guidata dalla transizione digitale.“Dobbiamo porci il problema di essere attenti a governare i processi e di indirizzare la rivoluzione tecnologica tenendo bene presenti la centralità dell’uomo, come tutte le grandi rivoluzioni tecnologiche”- cosi spiega
Gianpiero Lotito, amministratore delegato di FacililtyLive, presidente della European Tech Alliance, che rappresenta nell’Ue alcuni dei colossi europei delle tecnologie come Bla-BlaCar, Booking, Meetic, MyTaxi e Spotify -“dopo molti anni da inseguitrice l’Europa sta tornando a essere attrattiva a livello globale per le imprese tecnologiche innovative. L’obiettivo da intraprendere è diventare il Paese europeo all’ avanguardia in questi campi”. È importante tenere vivo il dibattito su temi come questo, un percorso difficile ma necessario per definire regole precise a cui tutti i protagonisti sono chiamati a concorrere.

Rosa Centrone- Rotary Club Venosa

INTERCLUB a Mottola con RC Massafra – RC Matera – RC Grottaglie

Venerdi 29 novembre presso Casa Isabella si è tenuto interclub tra RC Massafra, RC Matera e RC Grottaglie con il Prof. Giovanni Troise, Cardiochirurgo specializzato in Cardiochirurgia, Direttore dell’Unità operativa complessa di Cardiochirurgia dell’Istituto Ospedaliero “Fondazione Poliambulanza” di Brescia. Il titolo della relazione è stato: “Innovazione tecnologica e approccio moderno nel trattamento delle patologie cardiovascolari”. I saluti iniziali sono stati portati dalla Presidente del Rotary Club Massafra, Rosi Rossi, che nel suo saluto di rito ha citato una bellissima frase “l’unica bellezza duratura è la bellezza del cuore”. Ha poi preso la parola il Presidente del Rotary Club Matera, Raffaele Braia, nel suo saluto ha ringraziato Rosi Rossi per l’organizzazione di questo importante evento che sancisce anche il rinnovo, per il quarto anno di seguito, del Patto di Amicizia tra i due club e che le connessioni nel Rotary sono di vitale importanza. Il Presidente del Rotary Club Grottaglie ha chiuso il giro dei saluti ringraziando ancora una volta il Prof. Troise per aver donato il suo tempo ai Rotariani.
Il Prof. Troise ha condiviso con i presenti l’evoluzione in campo cardiochirurgico e i passi da gigante che ci sono stati nell’intervenire “a cuore aperto” sui pazienti. Ha poi relazionato sull’evoluzione storica in questo campo, per rendere partecipe la platea sull’innovazione nelle moderne sale operatorie, oggi a Brescia vi è la tecnologia che sino a qualche anno fa era immaginata nei telefilm, ovvero sale operatorie dotati di sistemi olografici, in tempo reale, per meglio operare in maniera mini invasiva sul paziente. Il Prof Troise ha mostrato vari filmati e animazioni, non cruente, per mostrare la differenza tra le varie metodologie. Al termine della relazione importante confronto con i numerosi soci Rotariani presenti, con spunti di riflessione sul ruolo di tecnologie innovative.