“ Armeni : un popolo pacifico senza pace “ relazione al R.C. Bari Sud di S.E. Tsovinar Hambardzumyan, ambasciatrice plenipotenziaria della Repubblica d’Armenia in Italia (riunione del 22.11.2021)

Riunione del R.C. Bari Sud del 22.11.2021 presso il circolo Barion

“ Armeni : un popolo pacifico senza pace “

Dopo la serata dedicata al Libano, un’altra riunione importante che ci consente di affrontare altro problema di politica internazionale.

Si è espresso così in apertura di serata il presidente del RC “Bari Sud” Giancarlo Chiaia il quale, nel presentare gli illustri ospiti e relatori, ha voluto anche rimarcare i rapporti di stretta amicizia tra la città di Bari e la comunità armena, ormai perfettamente integrata nel nostro tessuto sociale ed economico.

Numerosi gli indirizzi di saluto, da parte di Ugo Patroni Griffi, nostro socio, di Rupen Timurian e di S.E. dott. Pietro Curzio, primo presidente della Corte di Cassazione.

Particolarmente toccante la relazione di S.E. Tsovinar Hambardzumyan, ambasciatrice plenipotenziaria della Repubblica d’Armenia in Italia la quale ha illustrato ai numerosi presenti la storia passata e recente dell’Armenia, soffermandosi in particolare sulla nascita della Repubblica dopo il disgregarsi dell’URSS, sulle discriminazioni subite dagli Armeni e sul conflitto con l’Azerbaigian. “Un recente trattato, ha detto l’ambasciatrice, ha sancito lo stop alla guerra. Ma non ha costruito la pace, per cui tanta strada resta ancora da fare”.

Un richiamo anche all’Europa che non può, e non deve, rimanere indifferente. Se così fosse, ha concluso l’ambasciatrice, vorrebbe dire che il petrolio e il gas valgono più della vita umana. E questo non è accettabile, soprattutto per noi rotariani.

Francesco Giordano

Condividi su