ROTARY CLUB FOGGIA “U. GIORDANO”-PROGETTO SARTORIA: Sfilata di moda

“INSIEME IN PASSERELLA”
Sfilata di Moda di abiti di nuova creazione e vintage
Foggia 8 giugno ore 18.30 Palazzo Dogana. Alla presenza di un numeroso pubblico, del Presidente della Provincia Francesco Miglio, della Consigliera di Parità Antonietta Colasanto, del presidente del R.C “U. Giordano”, Luciano Magaldi, dell’assistente del Governatore, Antonio Stango, di Soci Rotariani e amici, si è svolto l’evento “INSIEME IN PASSERELLA” che ha segnato la conclusione del progetto “I saperi x l’inclusione” –Corso di Sartoria, promosso dal R.C Foggia “U. Giordano” e coorganizzato con l’Ufficio di Parità della Provincia. Partners: la Caritas Diocesana, che ha messo a disposizione un’ampia sala del Conventino, la Fondazione Siniscalco Ceci e le Acli.
Il progetto risponde pienamente alle finalità del Rotary, impegnato a livello mondiale in service di utilità per il bene comune e per la collettività, rappresentando in tal senso un’iniziativa importante per il Territorio, volta alla solidarietà e all’integrazione. Infatti, come ha dichiarato il presidente del Rotary, Luciano Magaldi, l’iniziativa è stata volta a favorire l’incontro di culture diverse, di crescita professionale e di inclusione, un contributo, benché piccolo, concreto all’auspicabile risoluzione del complesso problema “diversità” e “inclusione”. Per questo motivo, il Progetto ha trovato subito positivo riscontro nelle politiche sociali della Consigliera di Parità, istituzionalmente impegnata nella tutela delle donne e nel riconoscimento della loro dignità.
Nel suo intervento, la responsabile del progetto, Maria buono, socio rotariano, ha illustrato il percorso svoltosi presso il Conventino Diocesano per 7 mesi da novembre a fine maggio, e caratterizzato da un Modulo di Lingua italiana- a cura della mediatrice culturale Valeria Pacilli- e 4 Moduli di sartoria e modellistica a cura di Michela Quitadamo, docente di Sartoria e Modellistica, disponibile e attenta alle esigenze delle Corsiste. 24 Donne extracomunitarie ed italiane, che hanno seguito il corso, tra cui 8 alunne dell’Accademia di Belle Arti di Foggia e dell’Istituto Pavoncelli di Cerignola, che hanno svolto il ruolo di Tutor con sensibilità e profondo senso di solidarietà favorendone l’integrazione.
La sfilata, presentata dalla giornalista Giovanna Greco, è stata arricchita da alcuni balletti delle allieve di Spazio Danza di Lucia Fiore, tratti dal Don Chisciotte –Variazioni Kitri e “Dal Lago dei cigni” di Cajkovskij, eseguiti dalle bravissime Valentina De Rosa e Letizia Quitadamo. Hanno sfilato, per Quadri, abiti anni ’50- ’60- ’70, nonché un Quadro elegante realizzato da alcune allieve come risposta di determinazione al furto subito. A completamento la Couture dell’Istituto Pavoncelli di Cerignola, con 10 abiti, sfarzosi e curati nei minimi dettagli, frutto di anni di studio e ricerca continua, quale contributo che le Allieve hanno voluto riservare per arricchire la sfilata. Ha concluso Miss Puglia, Francesca Danieli, testimonial della sfilata.
Prima di porgere i ringraziamenti a tutti coloro che hanno reso possibile l’iniziativa, Maria Buono ha illustrato in un Power Point foto e bozzetti dei vestiti rubati, evidenziando quanto impegnativo sia stato il percorso, costellato da ostacoli anche logistici, oltre che dal furto che ha vanificato tutto il lavoro e impegno profusi ma, nello stesso tempo, ha registrato una risposta di grande determinazione e dignità: la realizzazione di nuovi vestiti e la volontà di realizzare la sfilata a testimonianza della validità del Corso. I loro sentimenti sono stati espressi, come messaggio, nell’ultima slide del power point: – John Quincy Adams.
Sono stati conferiti gli Attestati di partecipazione alle 24 Corsiste e di Merito a Michela Quitadamo- Antonietta Mirra e Valeria Pacilli per la professionalità e passione. Le Corsiste, come atto di riconoscenza e di affetto, hanno fatto dono di collane realizzate da loro durante l’attività laboratoriale.
Un ringraziamento particolare a Franci Parisi, che ha curato il portamento delle ragazze rendendole delle vere modelle.
Maria Buono ha ringraziato inoltre tutti coloro che hanno concorso per l’ottima riuscita dell’evento: Antonio Zanni, che ha curato i rapporti con Caritas –Emmaus e coordinato le Corsiste; Teo della Caritas, Lucia Pepe dell’Azienda Lucas che ha donato le stoffe; Lucia Fiore per la partecipazione delle Allieve di Spazio Danza; Nino Biccari parrucchiere che ha curato Accongiature e Trucco; Ermanno Loco- Servis; Maria Pia Loiacono per le splendide composizioni floreali e tutte le Corsiste, giovani e meno giovani, che hanno frequentato con entusiasmo il Corso. Non resta, come giustamente ha affermato l’assistente del Governatore, Antonio Stango, che continuare poiché la sfilata dell’8 giugno non è un punto di arrivo ma solo un primo step per programmi futuri, più ambiziosi, finalizzati al reale inserimento di donne extracomunitarie nel contesto lavorativo territoriale. L’obiettivo è di aprire una Sartoria Solidale che permetta di esercitare un’attività che conferisca autonomia, dignità e autostima a tante donne straniere che si fermano nella nostra Città con la speranza di un futuro. A nome di tutti i rotariani, appartenenti a Foggia, città dell’accoglienza, ha dichiarato di essere orgoglioso del significativo risultato ottenuto, poiché il pregiudizio non appartiene al Rotary!

Maria BUONO

Contattaci

Al momento non possiamo rispondere, lo faremo comunque al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt