IL R. C. FOGGIA E LA FORMAZIONE DOCENTE A CONVEGNO SUI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

Si è svolto il 10 maggio scorso, a Foggia, presso la Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte, il II Convegno di formazione per docenti organizzato dal Rotary Club Foggia in collaborazione con l’Istituto Life e con il patrocinio del Comune di Foggia e, in particolare, degli assessorati alla Istruzione e alla Cultura.

Dopo il grande successo dello scorso anno sulla tematica dei DSA e della Relazione d’aiuto e a grande richiesta dei docenti, quest’anno l’attenzione si è spostata sui B.E.S. (Bisogni Educativi Speciali).

Il Titolo del Convegno: Cosa succede nella scuola italiana? Il caso dei B.E.S. e dello svantaggio.

Storia, prospettive ed azioni per la questione educativa nella scuola

Dopo l’onore alle bandiere e gli inni di rito, il Presidente del R.C. Foggia Francesco Corvelli ha salutato e ringraziato l’assessore alla istruzione Claudia Lioia e la Direttrice dell’U.S.P. Maria Aida Episcopo per la partecipazione e l’interesse con il quale seguono le iniziative che il Club rivolge al mondo della scuola. E non sono poche!

Dai numerosi premi, mini-borse di studio, assegnate a laureati dell’Università di Foggia o a diplomati delle Scuole di Alta Formazione (Accademia di Belle arti e Conservatorio) alle cinque edizione del Premio Scuola che ha visto premiati decine e decine di bambini, ragazzi e giovani provenienti dalle scuole primarie e secondarie di I e II grado della città con una cerimonia di premiazione sempre più partecipata e diventata, ormai, una tradizionale Festa della Scuola.

L’assessore Lioia, nel portare anche il saluto del Sindaco Franco Landella e dell’Assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani, fuori sede, ha ringraziato a sua volta il R.C. Foggia per essere, non soltanto vicino e attento alle necessità del territorio ma per coinvolgere sempre l’amministrazione in un reciproco rapporto di collaborazione molto costruttivo ed efficace.

La relazione di apertura è della dott.ssa Episcopo che affronta il tema “Scuola e bisogni speciali: dalle norme alle relazioni d’aiuto” fornendo non solo un excursus normativo e giuridico ma il suo punto di vista di ex docente e dirigente scolastico con lo sguardo attento alle contraddizioni inevitabili tra il “dire e il fare”.

Tocca al dott. Giuseppe Mammana, psichiatra e direttore scientifico dell’Istituto Life e socio del Rotary Club Foggia e con il quale, negli anni, il Club ha portato avanti numerosi service soprattutto per la prevenzione dalle dipendenze, proseguire i lavori con la relazione dal titolo: “Perché e come occuparsi dei B.E.S. e dello svantaggio. Formarsi all’ educazione speciale per far scuola e prevenire antisocialità e psicopatologia”.

La categoria di alunni con B.E.S. sui quali si intende focalizzare l’attenzione in questo convegno non è quella dei DSA o di alunni con disabilità che usufruiscono della L. 104 ma di quelli a cui le circolari ministeriali fanno riferimento parlando di “svantaggio socio-culturale per deprivazione degli ambienti di provenienza, difficoltà linguistiche e familiari”.

Una riflessione attenta sull’approccio dal punto di vista didattico e dal punto di vista relazionale l’hanno fatta il dott. Antonello Palmitessa e il dott. Gaetano D’Alessandro entrambi psicologi e psicoterapeuti in formazione che hanno incuriosito molto i docenti presenti trattando l’argomento in modo pragmatico e diretto.

Un breve dibattito e poi le conclusioni del dott. Mammana per questo pomeriggio intenso e ricco di spunti, tali e tanti da far richiedere un appuntamento per il prossimo anno.

 

Antonella Quarato

http://www.ilmattinodifoggia.it/news/cultura/37253/il-rotary-club-foggia-fa-il-punto-sui-bisogni-educativi-speciali-della-scuola.html

 

Contattaci

Al momento non possiamo rispondere, lo faremo comunque al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt