Rotary e futuro del sistema agroalimentare. Se ne parlerà sabato al Forum di Molfetta

Quale futuro per il sistema agroalimentare di Puglia e Basilicata? Le parole d’ordine possono essere due: programmazione e innovazione. Il che vuol dire, tra l’altro, conoscenza dei fabbisogni, analisi delle risorse, miglioramento delle infrastrutture, nuova cultura imprenditoriale in agricoltura, sostegno agli investimenti, qualità della vita delle comunità rurali, ma anche salvaguardia dell’ambiente e crescita equilibrata e sostenibile dei territori.
Di tutto ciò e di altro si parlerà sabato 10 febbraio prossimo a Molfetta nel corso del Forum “Sviluppo Economico e Comunitario – gli strumenti per la crescita del territorio”, organizzato dal Distretto 2120 del Rotary International.
Il Forum, che si svolgerà presso l’Hotel Garden con inizio alle ore 9:30, vedrà impegnati nella ricerca  governanti, esperti, operatori nel settore. A sottolineare la rilevanza del Forum per i territori che danno vita al Distretto 2120 del Rotary International, spicca il confronto diretto fra gli Assessori alle Politiche agricole della Puglia, Leonardo Di Gioia, e della Basilicata, Luca Braia: un confronto quindi al massimo livello istituzionale, che premia l’impegno che il Distretto sta coerentemente svolgendo sotto la spinta del Governatore Gianni Lanzilotti, per la promozione territoriale della due regioni.
In tal senso anche la presentazione del Forum da parte dello stesso Governatore che riportiamo:
Gli strumenti per la crescita del territorio”. Il tema del Forum di Molfetta intende essere estremamente esplicito nel confermare l’impegno programmatico del Distretto 2120 del Rotary International a favore dello sviluppo imprenditoriale e territoriale di Puglia e Basilicata.
Annunciata fin dall’Assemblea dello scorso 27 maggio, la “priorità territorio”, con riferimento ad entrambe le Regioni che danno corpo al nostro Distretto, ha trovato coerenti conferme in tutte le scelte di progetto finora realizzate. Mi piace ricordare il Forum dello scorso 28 ottobre 2017 svoltosi a Cellino San Marco sul tema “Turismo e Agricoltura”, alla presenza di numerosi soci, ma anche di imprenditori, politici, uomini delle Istituzioni. In quella sede, all’insegna della visione del “Rotary del fare”, fu presentato l’ambizioso progetto distrettuale “Sorelle d’UNESCO – Quando l’UNESCO fa la forza”, che continua a suscitare tanta attenzione dentro e fuori il nostro movimento e che oggi, passato dalla fase ideativa a quella di concretizzazione, sta sviluppando importanti sinergie a livello degli Enti coinvolti.
All’obiettivo di assicurare un futuro di crescita al nostro territorio, puntando sull’innovazione tecnologica e sul protagonismo creativo delle nuove generazioni, guarda pure “Ready to Start – Wake Up”, l’iniziativa, promossa dal nostro Distretto, con la collaborazione tecnica della società LWB Project srl e presentata lo scorso 21 dicembre a Matera, che avrà il suo culmine l’11 e il 12 Maggio 2018 a Riva Marina Resort (Carovigno) con una innovativa “due giorni” di formazione e contest.
Anche il Seminario distrettuale sulla Leadership, tenutosi sabato 20 gennaio a Matera, è stato in qualche modo mirato a calare la ricerca teoretica in un contesto storicizzato in grado di chiamare in causa impresa territorio e nuove generazioni.
Molfetta, quindi, vuol soprattutto essere un’ulteriore tappa di questo percorso, testardo e virtuoso, del “Rotary del fare”. Si tratta –diciamolo pure- di una tappa importante non solo perché, guardando ai Piani di Sviluppo Regionale, vuole approfondire temi di grande attualità e di assoluta priorità economica, ma anche perché entra nel merito del “farsi”, delle azioni possibili e delle modalità concrete di agire. Ma Il Forum rappresenta pure una tappa di straordinaria valenza per il ruolo stesso del Rotary, destinatario in questa occasione di una eccezionale e prestigiosissima apertura di credito da parte di due Regioni, la Puglia e la Basilicata, che proprio nel nostro Forum hanno trovato la sede per un confronto serrato e non comune, teso a individuare spazi coordinati di operabilità, sia pure nel rispetto delle autonomie decisionali.
Già questo è un grande risultato raggiunto, anche se è solo il punto di partenza del lavoro che compiremo insieme in occasione del Forum. Un motivo di più per non mancare”.

programma-forum-molfetta-web-2

Contattaci

Al momento non possiamo rispondere, lo faremo comunque al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt