Natale di solidarietà, Natale di svolta. La lezione di Barletta

Straordinario, coinvolgente, indimenticabile, particolarissimo. Gli aggettivi si sono sprecati sui social a commento del “Natale di solidarietà”, il concerto/evento, tenutosi domenica 17 dicembre nello splendido Teatro Curci di Barletta, con cui il Distretto 2120 del Rotary International ha celebrato il suo specialissimo Natale. Un evento innovativo, caparbiamente voluto dal Governatore Gianni Lanzilotti e organizzato dalla sua squadra insieme al Rotary Club di Barletta. Un Natale diverso, di solidarietà autentica, di gioioso stare insieme, di sobrietà finanziaria: un Natale autenticamente rotariano nello spirito del servizio e nei valori di amicizia solidaristica, un Natale che ha voluto superare anacronistici modelli di banchetti a inviti selettivi e discrezionali per farsi Natale di unità, in cui tutto il popolo rotariano di Puglia e Basilicata ha potuto e voluto identificarsi, dimostrando di volerci essere e di esserci consapevolmente. Anche il PDG Riccardo Giorgino, autorevole presidente dell’Associazione dei PDG italiani, prendendo la parola al termine della manifestazione, ha voluto parlare di un Natale di svolta.
Qualcuno, a manifestazione appena conclusa, al momento dello scambio fraterno degli auguri, ha richiamato il “coraggio” del Governatore Lanzilotti per aver cercato e aperto una via mai prima percorsa ma capace di offrire l’immagine migliore del Rotary, ma più che di coraggio occorre forse parlare di capacità di lettura dei segni dei tempi e, soprattutto, di profonda sintonia con la “verità” dei rotariani di Puglia e Basilicata, cioè con quella base di soci che si impegna e vive il servizio nelle realtà dei Club, interpretando così nella quotidianità l’autenticità del Rotary.
Parliamo del Rotary vero, di quello che ha voluto coinvolgersi, prima dalla proposta del Distretto di offrire un contributo in danaro da devolvere in solidarietà per partecipare alla serata barlettana e poi, una volta nel teatro, dalle straordinarie esecuzioni dell’orchestra giovanile “Sonora Junior Sax”. E qui arriviamo all’emozione pura di tanta gente che ha reso gioia e esperienza vissuta la sua amicizia applaudendo fino alla standing ovation, cantando, agitando le braccia, filmando con lo smartphone il proprio pezzo di concerto da inserire su Facebook, chiedendo bis una due tre volte, accendendo le torce dei telefonini per fare cielo stellato di un teatro diventato abbraccio e magia.
E cosa aggiungere dell’orchestra, il cui repertorio ha spaziato dal classico al pop? Ben ottanta giovanissimi e affiatatissimi esecutori sassofonisti, dai 10 a 23 anni, accompagnati da tutor esperti concertisti e diretti dal M° Domenico Luciano, campani, vincitori di Premi internazionali e in grado di offrire un mix straordinario di bravura, ironia e simpatia. A loro merito va ascritta pure la partecipazione all’evento barlettano a titolo assolutamente gratuito (fatte salve le spese di viaggio sostenute dalla squadra distrettuale di Gianni Lanzilotti a titolo di “regalo” al Governatore), per far sì che l’intero ricavato della serata fosse devoluto per iniziative benefiche: in favore della campagna Polio Plus del Rotary International e, sottolineando l’attenzione ai bisogni del territorio, in favore del Progetto Alzheimer del Rotary Club di Barletta. Lo stesso può dirsi per l’Amministrazione Comunale di Barletta che ha messo a disposizione del Rotary senza oneri il Teatro Curci. Evidente la soddisfazione del presidente Donato Storelli, “responsabile” pure, con gli amici del Club, di un pranzo offerto, prima del concerto a 120 bisognosi di ogni colore: un pranzo di Natale che ha pure visto il Governatore Lanzilotti, con alcuni amici della squadra, addetto al servizio ai tavoli.
In altre parole, a Barletta si è potuto assistere a un modo nuovo di fare Rotary, sotto il segno della sintesi felice e ineliminabile (se il Rotary fa davvero il Rotary) tra fraternità e solidarietà, che ha moltiplicato gli effetti benefici pur a costo zero per il Distretto. La consapevolezza di questo dato fattuale era chiaramente leggibile negli sguardi, nelle parole, nella commozione e nelle emozioni di tutti i partecipanti allorché, al termine del concerto, ci si è ritrovati tutti per lo scambio di auguri nella Galleria annessa al teatro, lungo le cui pareti dei grandi fogli bianchi invitavano i partecipanti ad apporre la propria testimonianza utilizzando appositi pennarelli colorati. Lapidaria quella del Governatore Lanzilotti: “Il Rotary fa la differenza a Barletta”. Impossibile una smentita.

Angelo Di Summa

Contattaci

Al momento non possiamo rispondere, lo faremo comunque al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt